Empath macchina

Fonte: cortesia Michelle Peck
Courtesy Michelle Peck
Fonte: cortesia Michelle Peck

Michelle Peck stava programmando un braccio robotico alla Seattle University quando lo sentiva. Mentre il dispositivo si muoveva, c'era un acceleratore nel suo stesso arto corrispondente. All'improvviso si sentì più deliberato e choppier, come la macchina. C'erano sensazioni nella sua spalla, gomito, indice e pollice. È stata costretta a imitarlo.

Il 22enne studente di ingegneria elettrica e informatica ha una sinestesia empatica simile al mirror, così pronunciata che si estende alla meccanica. In questa accelerata era tecnologica, forse questo è un segno di grande adattamento umano, o addirittura di evoluzione.

"Nel vederlo muovere ho potuto sentire il movimento nel mio stesso braccio", ha spiegato la giovane donna che si è laureata a maggio. "Il movimento del braccio robotico mi sembra piuttosto" incerto "- in altre parole, non si muove in modo fluido come fanno le membra naturali. Poiché il braccio si muove lentamente, ho la sensazione che i riflessi del mio braccio abbiano rallentato. Quando la base del braccio gira, sento la mia spalla ruotare in quella che in realtà sarebbe una posizione piuttosto innaturale. Qualunque giuntura sul robot che specchia una giuntura sul mio braccio reale posso sentire la mossa, anche se quando le "dita" del braccio prendono un blocco di legno a cui l'ho programmato, mi sembra che sto usando solo il mio indice e il mio pollice per raccogliere il blocco. Sento anche la consistenza del legno sul blocco e la sua leggerezza. Puoi sentire il braccio del robot emettere una sorta di cigolio mentre si muove, e per me quel suono sembra quasi come le giunture che si frantumano; non è una sensazione dolorosa, ma può sentirsi a disagio sentirlo dopo un po '. "Ecco un video del braccio robotico.

Secondo il National Center for Biotechnology Information, i neuroni in questo tipo di sinestesia "sono una classe di neuroni che modulano la loro attività sia quando un individuo esegue uno specifico atto motorio e quando osservano l'atto uguale o simile eseguito da un altro individuo."

I neuroni "specchio-touch", come sono conosciuti, si trovano nella corteccia premotoria – quella parte del cervello che pianifica l'azione futura. Sono stati osservati per la prima volta da tre ricercatori in macachi in Italia nel 1992. Nelle scansioni cerebrali dei primati, non solo sono diventati attivi quando le scimmie hanno svolto compiti, ma anche quando hanno osservato altre scimmie farlo.

In generale, le sue esperienze sembrano sensazioni fantasma, dice lei. "Per esempio, se sono in una macchina, a volte la mia mente vagherà verso la forma della macchina, e mi sento cominciare ad associare le ruote della macchina con le mie membra; in quel caso è come se potessi sentire l'asfalto sulle mie mani o sulle mie braccia come farebbero le gomme della macchina. "

Il Dr. Richard Cytowic, neuroscienziato e autore e uno dei padri della ricerca moderna in sinestesia spiega il processo. "Gli oggetti inanimati che si muovono – e qui sto pensando al Bewegung (movimento) che tanto ha interessato il movimento Bauhaus – inducono uno stato emotivo nei sinesteti suscettibili? Probabilmente. Sì. Proprio come la sinestesia emotivamente mediata che produce aure colorate attorno a persone e oggetti è una funzione del percettore e non dell'oggetto, così anche il tocco speculare ha più a che fare con lo spettatore che con l'occhio. Il concetto superordinato in psicologia è quello della "proiezione". “

Ho documentato rari casi di questo tipo di sinestesia negli ultimi anni e li ho definiti "sinestesia della macchina" e le persone che la sperimentano "sinesteti macchina" o "empati della macchina".

Courtesy Michelle Peck
Fonte: cortesia Michelle Peck

Michelle dice di aver provato queste sensazioni per tutto il tempo che riesce a ricordare. "Quando ero piccola, mi piaceva guardare camion della spazzatura raccogliere bidoni della spazzatura, e per me era come se il braccio che raccoglieva i bidoni della spazzatura fosse un arto extra che era attaccato al mio fianco (dato che era attaccato sul lato di un camion della spazzatura). Più o meno, è come se la mia mente stesse associando il mio corpo con un altro "corpo" che vedo, e questo può anche tradursi in azioni che accadono a, o da altre persone o persino animali. Con le macchine, è come se la mia mente stesse cercando di "creare" un corpo che possa entrare in empatia con la macchina o l'oggetto inanimato che vedo. Nel complesso non è qualcosa che posso smettere di accadere, ma quando lo capisco, di solito riesco a concentrarmi su qualcos'altro se non desidero sentire quello che vedo accadendo di fronte a me (per esempio, se sto guardando un film violento e non desiderare di provare dolore fantasma che i personaggi sullo schermo possano provare) ".

Dal momento che lei è un ingegnere elettrico e informatico, molto di ciò che fa non innesca la sensazione di empatia. In questo modo, il lavoro che ama è un santuario, dice. "Generalmente realizzerò circuiti o codice di scrittura per i miei progetti, e molto spesso non succede nulla di fisico o di parti mobili che posso vedere."

Lavorare su robot e riparare cose come un assistente meccanico part-time per piccoli lavori di riparazione all'interno del campus, tuttavia, porta la capacità a noia. "Per lo più faccio l'idraulico lì e sono diventato molto familiare sul modo in cui i vari sistemi dovrebbero funzionare (come lavandini o servizi igienici), la mia mente a volte può captare quando qualcosa si sente" spento "con un sistema prima che me ne accorga. Tuttavia, mi sento in questo caso che ha principalmente a che fare con sottili cambiamenti nel suono; per esempio, una toilette che sta sperimentando una bassa pressione dell'acqua quando è sciacquata, anche se lieve, mi sembra una respirazione affannosa anche se tutto quello che faccio è sentire che il flusso sta prendendo un po 'più a lungo del normale. Suppongo che qualcuno senza sinestesia possa accorgersi che un bagno richiede più tempo per sciacquare del normale solo per il modo in cui suona, ma fino a quando arrossisce la maggior parte delle persone non ha problemi con esso. Ma quando lo sento, la sensazione fantasma associata al suono e al movimento lento arriva a me, e quindi tendo a cercare di diagnosticare il problema della pressione dell'acqua con il water prima che peggiori. La stessa idea vale per i lavandini che si scaricano lentamente. Quando vedo un lavandino che non si esaurisce, sento come se la mia gola fosse stretta quando la mia mente si immedesima con il lavandino. "

Non ci sono effetti fisici a lungo termine da quello che sente, anche se a volte si mette a disagio. "Tutte le sensazioni che provo quando mi immedesimo in un oggetto sono di intensità da lieve a moderata, e sono ovviamente sensazioni fantasma (quindi in altre parole, mentre sento qualcosa lì, non c'è nulla in realtà che creasse alcun cambiamento fisico dove sento le sensazioni ). ''

Le altre forme di sinestesia della giovane donna includono il suono-colore, la forma del suono, il colore dell'odorato, il colore del gusto, la personificazione del numero e della lettera, la sinestesia spaziale in cui associa la progressione del tempo in blocchi da sinistra a destra, numeri e lettere associato a colori fissi, sinestesia di consistenza sonora e sinestesia di colore della personalità (dove la sua mente tende ad associare le persone con determinati colori, solitamente fissi).

Michelle dice di essere a conoscenza di alcune di queste altre forme di sinestesia sin da quando era una ragazzina. "Ho avuto l'idea generale di avere la sinestesia del suono dal momento della mia giovinezza, ma non ho mai prestato attenzione fino a quando ho preso lezioni di violoncello all'età di 10 anni e la mia insegnante mi ha chiesto se associavo suoni con i colori (come anche lei ). Fu allora che mi resi conto che potevo dire che il mio violoncello era accordato sulla base di se il colore che avevo sentito fosse corretto, e la mia insegnante disse che era una forma di intonazione perfetta. Di solito non dico più che ho il passo perfetto, perché quando sono cresciuto ho iniziato a indovinare i colori che ho sentito, che suppongo sia dovuto alla mancanza di fiducia sviluppata da adulto. Ancor prima, quando imparavo a leggere e scrivere, avevo sempre colori associati a ciascun numero e lettera dell'alfabeto; a volte mi chiedo se questo sia dovuto all'apprendimento di grafici usati dai miei insegnanti, e così le prime lettere che ho letto su un alfabeto sono state colorate e forse è così che la mia mente lo ricorda ".

Ha scoperto cos'è la sinestesia quando il termine è stato menzionato per la prima volta in una delle sue lezioni di inglese alle superiori. "Abbiamo imparato a conoscere l'uso della sinestesia nella scrittura, ed è stato allora che ho scoperto che le mie esperienze con l'associazione di suoni, odori e sapori con il colore erano piuttosto inusuali tra la popolazione generale di persone. Ricordo che un giorno, dopo averlo appreso, sono tornato a casa e ho cercato la sinestesia su Internet e ho scoperto tutte le altre forme a cui mi riferivo. A quel punto sono diventato più consapevole delle mie esperienze e ho iniziato a farle delle domande perché era strano che queste esperienze che mi sembravano così normali non fossero necessariamente sentite dalla grande maggioranza delle persone. Quando ho parlato alle persone alle superiori, la maggior parte sarebbe diventata brevemente affascinata e mi chiedeva cose come: "Di che colore è la mia voce? Di che colore è la lettera "A"? … ''

All'università entrò nel coro della scuola, e anche il suo direttore era un sinesteta.
"Quando si lavora su suoni unificanti, a volte ci dice di rendere la frase" rosso brillante "o" verde scuro ". Non ero sicuro se lei sapesse che altri che potrebbero avere la stessa forma di sinestesia non sentissero il "rosso brillante" suona allo stesso modo di lei, così le ho detto che era felice di aver trovato uno studente che associava il suono e colori come lei. Più tardi, durante le prove, di solito mi chiamava per descrivere il colore del gruppo dopo che avremmo cantato una frase. "

Poiché la sinestesia si svolge nelle famiglie, ricorda di aver chiesto a vari membri della famiglia se avevano alcune forme di sinestesia. "Ho detto a mia madre dei tipi che ho avuto, e ha detto che non poteva riferirsi ma che sapeva che tendevo ad essere estremamente empatico nei confronti delle emozioni degli altri e pensavo che ci fosse una connessione lì. Quando ho chiesto alla mia sorella maggiore, mi ha detto che associa lettere e numeri con personalità. La mia sorellastra non pensa di avere alcuna forma di sinestesia, anche se non sono del tutto sicuro che sia vero. "

Cosa pensa Michelle delle sue esperienze in termini di Singolarità – il punto teorico in cui la tecnologia combina il potenziale umano? I leader del pensiero in quel regno misurano le macchine che salta come computer e robot stanno facendo verso l'intelligenza a livello umano. La sua testimonianza molto provocatoria sembra indicare che la Singolarità potrebbe essere una strada a doppio senso.

"Penso che in un certo senso i nostri corpi si stanno adattando a un ambiente pieno di tecnologia", spiega Michelle. "Il modo in cui vedo questo è il modo in cui gli umani hanno abilità motorie fini non viste nella maggior parte delle altre specie, e mentre io non ne so abbastanza dell'antropologia e di come l'evoluzione funziona esattamente a parte la selezione naturale, ci siamo decisamente evoluti in un modo che ci permette di usa strumenti come le matite in modo così preciso usando queste sottili capacità motorie, qualcosa che doveva essere stato sviluppato nel tempo nel cervello. E forse lo stesso concetto sta effettivamente accadendo con la nuova tecnologia in cui il cervello si sta adattando ai nuovi strumenti e macchine, quindi quali sono queste nuove e strane esperienze psicologiche con l'empatia della macchina.

Ella sottolinea che la sinestesia "specchio-tocco" include anche l'empatia con altri umani, quindi potrebbe semplicemente significare che il nostro cervello si sta adattando a come percepisce l'ambiente nel suo insieme, piuttosto che solo a macchine o oggetti inanimati. "Tuttavia, un modo in cui l'empatia può essere interpretata è che il nostro cervello sta sviluppando un nuovo modo di ricevere informazioni sul nostro ambiente, e così in questo modo siamo in grado di raccogliere maggiori informazioni sulle macchine con empatia della macchina e quindi creare ulteriori progressi nella tecnologia con le informazioni che i nostri cervelli raccolgono. “

Michelle crede che nel corso del tempo abbia imparato a ignorare le sensazioni che prova quando guarda una macchina, "quindi non tendo a rispecchiare i movimenti della macchina con la mia. Trovo, tuttavia, che se decido di imitare i movimenti della macchina, posso farlo molto accuratamente grazie alle sensazioni che provo quando osservo il movimento del braccio. "

Craig Weinberg, un amministratore di cloud e blogger ben considerato su coscienza e tecnologia (https://multisenserealism.com/ e http://s33light.org/) trova la giovane donna un precursore dei giorni a venire.

"Qualche anno fa, ho avuto l'illusione che il futuro della tecnologia stesse proiettando simultaneamente noi stessi verso l'esterno (i social media) e portando la tecnologia verso l'interno (compiti cognitivi off-loading e sempre più integrati con la tecnologia). Questo andrebbe insieme alla seconda parte, abbattendo o espandendo i confini del personale per includere ciò che era precedentemente impersonale. ''

L'antropologo affiliato al MIT William C. Bushell, Ph.D., sottolinea che le persone nel corso del tempo hanno avuto rapporti con l'inanimato, quindi perché non le macchine?

"I miti sui primi fabbri di tutto il mondo descrivono speciali relazioni sensoriali," empatiche "tra questi fabbri e i materiali con cui lavorano, e tali fenomeni sono ancora oggi segnalati da alcuni fabbri." Dice il Dr. Bushell. Recentemente ha scoperto prove per questo nelle sue interviste con fabbri ucraini che ora vivono a Brooklyn che hanno accesso a lignaggi secolari e ininterrotti di insegnamento orale sull'arte e la scienza della forgia e sta collaborando a ulteriori ricerche con il Dr. Shirin Kaboli, un McGill Scienziato dei materiali con formazione universitaria che è attualmente ricercatore presso il Centro di scienza e ingegneria ad alta pressione e il Dipartimento di scienze geologiche dell'Università del Nevada Las Vegas. Il Dr. Bushell è Co-Direttore del nuovo database / centro di informazioni / archivio online ad accesso libero noto come ISHAR (Archivio storico e deposito integrativo, isharonline.org), che mira a diventare il più grande archivio digitale di studi sulla coscienza, inclusa la salute integrativa .

"Questi fabbri ucraini, come Sergij Polubotko, sono molto esperti a più livelli, delle profonde connessioni storiche del loro mestiere all'emergere di quella che chiamiamo 'civiltà' – che è stata costruita da fabbri, muratori e altri gli artigiani hanno sviluppato e lavorato per millenni: metalli, minerali, pietre ", ha spiegato il dott. Bushell. "Quando una neuroscienza illuminata viene applicata all'esplorazione dei processi interni di questi artisti – presenti e possiamo ipotizzare il passato – vediamo che sviluppano alti livelli di ciò che nel campo della scienza cognitivo-comportamentale è definito come 'assorbimento' attenzionale. Tale assorbimento attenzionale può assumere la forma di un focus concentrato 'laser-like' che consente di svolgere lavori visivi altamente dettagliati, oppure può assumere la forma di un modo più globale, 'globale', che coinvolge un coinvolgimento più pieno dell'intero interno schema corporeo, compresi i centri viscerale, cinestetico, propriocettivo e tattile del sistema nervoso, che comportano l'attivazione dei neuroni specchio. E una qualche forma di quest'ultimo sembra essere il modo in cui tali empati di macchine si relazionano su più livelli alle macchine con cui identificano … "

La "macchina sinestesia" di Michelle è il quarto di questi casi che ho incontrato: tutte le donne millenarie. Il dott. Bushell crede che il profondo coinvolgimento della generazione con la tecnologia fin dalla tenera età contribuisca al loro stato di assorbimento e alla conseguente sensibilità empatica verso gli strumenti moderni.

Uno dei maggiori esperti mondiali di empati, la dottoressa Judith Orloff, ritiene che Michelle sia incredibilmente interessante e possa trarre beneficio da alcune tecniche per gestire queste sensazioni.

"Questo è un affascinante caso di sinestesia mirror-touch in cui il soggetto può sentire nel suo corpo ciò che sta accadendo nel braccio robotico e altre fonti esterne di tecnologia. Dal mio lavoro con persone che sono in alto sullo spettro empatico, so che la sinestesia mirror-touch è un modo in cui opera l'empatia estrema. Il soggetto ha bisogno di apprendere strategie adeguate per affrontare il fatto di essere sopraffatto da queste sensazioni e rimanere radicato nel suo corpo. La meditazione e la respirazione profonda possono essere molto utili, così come imparare a praticare una schermatura per filtrare le sensazioni esterne quando sono indesiderate. "Il Dr. Orloff ha un nuovo libro con tali strategie, The Empath's Survival Guide , che uscirà il mese prossimo.

E il candidato presidenziale del 2016 per il Partito transumanista, Zoltan Istvan, crede che un giorno le esperienze di Michelle possano essere raggiunte attraverso la tecnologia. Il suo partito è un politico americano
organizzazione dedicata a mettere scienza, salute e tecnologia al
all'avanguardia della politica degli Stati Uniti.

"Il concetto di sinestesia nell'essere umano applicato alle macchine e persino al chip del computer non è solo un concetto per alcune persone speciali sulla Terra, ma potrebbe essere il futuro per tutti noi", ha spiegato. "Gli impianti o le cuffie con onde cerebrali consentiranno a tutti noi di replicare ciò che provano queste persone quando enfatizzano con le cose apparentemente al di fuori di se stesse. Al centro del transumanesimo c'è la capacità di trascendere ciò che pensiamo sia un comportamento umano normale. Quindi, sincronizzarci con nuovi e diversi modi di esistere e pensare è una parte fondamentale dell'agenda transumanista.

"Ad un certo punto nel lontano futuro – sicuramente nella Singolarità – la nostra coscienza sarà in sintonia con molta più capacità di macchina, dati e calcolo", ha detto. "Non saremo solo noi stessi, ma menti alveari interconnesse con più entità – sia viventi che non viventi – sentendo e conoscendo tutto ciò che traspare".

Il maggiore neuroscienziato Dr. David Eagleman, ora a Stanford, ha recentemente sviluppato un giubbotto ricoperto di motori vibranti – consentendo a chiunque di percepire i dati ad alta dimensione in tempo reale – andando molto lontano verso l'onniscienza che Zoltan Istvan descrive.

"Mentre sposiamo sempre più la nostra biologia con la nostra tecnologia, tutti avranno l'opportunità di provare la sensazione di macchine, dati meteorologici, dati di Twitter, fabbriche, aeroplani e così via", mi ha detto il dottor Eagleman. "C'è un senso in cui saremo tutti sinesteti."

Gli altri casi che ho documentato seguono:

"Kaylee", Houston:
https://www.psychologytoday.com/blog/sensorium/201311/ghost-in-the-machine

Catherine Johnston, Tasmania, Australia:
https://www.psychologytoday.com/blog/sensorium/201508/rise-the-machine-e…

Vanessa Ki, Melbourne, Australia:
https://futurism.com/synesthesia-how-neurons-let-you-physically-feel-wha…

Solutions Collecting From Web of "Empath macchina"