Emotional Hunger vs. Amore

La fame emotiva non è amore. È un forte bisogno emotivo causato dalla privazione durante l'infanzia. È una condizione primitiva di dolore e desiderio che le persone spesso agiscono in un disperato tentativo di riempire un vuoto o vuoto. Questo vuoto è collegato al dolore della solitudine e della separatezza e non può mai realisticamente essere pienamente soddisfatto in una relazione adulta. Eppure le persone si rifiutano di sopportare il loro dolore e di affrontare l'inutilità di soddisfare questi bisogni primitivi e la dipendenza. Negano il fatto della loro morte ultima e fanno tutto ciò che è in loro potere per creare l'illusione di essere connessi ad altre persone. Questa fantasia di appartenere ad un'altra persona attenua l'ansia per la morte e dà alle persone un senso di immortalità. La fame è un'emozione potente, che è allo stesso tempo sfruttatrice e distruttiva per gli altri quando viene recitata. Le persone identificano questo sentimento con amore e associano erroneamente questi desideri con genuino affetto. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità.

I sentimenti di fame emotiva sono profondi e sono come un dolore noioso ma potente nei tuoi interni. Spesso puoi trovare te stesso protendersi e toccare gli altri o esprimere affetti e movimenti amorevoli per tentare di uccidere questa sensazione dolorosa. Le persone spesso danno affetto e attenzione fisica quando ne sentono il bisogno maggiore. Questo tipo di affetto fisico prosciuga le risorse emotive dei propri cari, in particolare dei figli, piuttosto che migliorare psicologicamente il loro sviluppo. È saggio essere sospettosi del proprio uso della parola "amore" o "Ti amo". Se cerchi te stesso sinceramente potresti scoprire che dici queste parole più spesso, non quando ti senti più adatto agli altri, ma piuttosto quando si verificano forti esigenze di dipendenza e si sente il bisogno di essere rassicurati.

A causa della confusione tra fame emotiva e amore, sia da parte dei genitori che da parte di osservatori esterni, molti danni innocenti vengono commessi sui bambini in nome dell'amore. Nel mio libro, Compassionate Child Rearing, abbiamo notato che se i genitori sono sinceramente amorevoli e in sintonia avranno un effetto nutritivo sul bambino, che ha un effetto positivo sul suo sviluppo in corso. Quel bambino tenderà ad essere attaccato in modo sicuro, armonioso nelle sue relazioni e tollerante di intimità da adulto.

Al contrario, il contatto con un genitore affamato emotivamente lascia un bambino impoverito, ansiosamente attaccato e ferito. Maggiore è il contatto tra questo tipo di genitore e il bambino, più il genitore è dannoso per la sicurezza e il comfort del bambino. Questo stile di relazione – eccessivo contatto, eccessiva preoccupazione per il bambino o eccessivo coinvolgimento nella vita del bambino – non solo viola i confini del bambino, ma promuove anche la sospensione delle risposte nel ragazzo. Ciò può comportare gravi limitazioni nella successiva carriera del bambino e nella vita personale, può minacciare il suo senso di sé e autonomia, e può essere più distruttivo di abusi più evidenti.

I genitori che sono emotivamente affamati agiscono compulsivamente in relazione ai loro figli più o meno allo stesso modo di un tossicodipendente. La loro attenzione esagerata e il coinvolgimento hanno un impatto negativo in corso sullo sviluppo del bambino. Questi genitori spesso trovano difficile ridurre l'intensità del loro contatto anche quando riconoscono che il contatto è dannoso.

I genitori emotivamente affamati sono spesso eccessivamente protettivi nei confronti dei loro figli. Limitano l'esperienza e l'abilità di un bambino ad affrontare la vita e instillano una forma anormale di dipendenza. Essendo eccessivamente preoccupati per la propria salute fisica, inducono eccessive reazioni di paura e tendenze verso l'ipocondria. Alcuni genitori eccessivamente protettivi possono tentare di isolare i propri figli da coetanei o altre influenze extrascolastiche che potrebbero avere un impatto negativo. Tuttavia, quando viene portata all'estremo, tale esclusione limita il bambino nella sua esposizione a una varietà di diversi atteggiamenti e approcci alla vita, ed è dannoso per la fiducia di un bambino in altre persone e per la sua capacità di funzionare nel mondo.

Molti genitori oltrepassano i confini personali dei loro figli in vari modi: toccandoli in modo inappropriato, esaminando le loro cose, leggendo la loro posta e richiedendoli di esibirsi per amici e parenti. Questo tipo di intrusività genitoriale limita seriamente la libertà e l'autonomia personale dei bambini. Molte madri e padri parlano per i loro figli, prendono in consegna le loro produzioni come loro, si vantano eccessivamente delle loro realizzazioni e tentano di vivere attraverso di loro in modo indiretto.

La differenza tra le risposte amorevoli e quelle determinate dalla fame emotiva può essere distinta da un osservatore obiettivo, ma è difficile per i genitori stessi fare la distinzione. Tre fattori sono preziosi per accertare la differenza: (1) lo stato di sentimento interno del genitore, (2) il comportamento effettivo del genitore in relazione al bambino, e (3) l'effetto osservabile dello stato emotivo e del comportamento del genitore su il comportamento e il comportamento del bambino.

Un genitore che è capace di dare amore ha tipicamente un'immagine positiva di sé e mantiene un senso di compassione per il bambino e per se stesso, tuttavia rimane separato e consapevole dei confini tra di loro. Tale genitore agisce rispettosamente nei confronti del bambino e non è abusivo o iperprotettivo. Il tono e lo stile della comunicazione sono naturali e facili e indicano una reale comprensione dell'individualità del bambino. Il bambino amato sembra davvero amato. Lui o lei è vivace e mostra l'indipendenza appropriata al suo livello di età. Lui o lei è sinceramente centrata su se stessa. Il bambino sottoposto alla fame emotiva è disperato, dipendente e emotivamente volatile o oppresso. Uno spettatore può osservare questi importanti effetti differenziali sui bambini e spesso può rintracciarli negli specifici stati emotivi del genitore.

Sebbene ci siano alcune eccezioni, il concetto di fame emotiva non è stato sufficientemente studiato nella letteratura psicologica. Eppure è uno dei principali fattori che influenzano negativamente le pratiche di educazione dei figli. L'immaturità di molti genitori manifestata come un forte bisogno di soddisfare se stessi attraverso i loro figli ha gravi conseguenze negative sullo sviluppo di un bambino e sul successivo adattamento. Riconoscendo importanti manifestazioni di questo conflitto centrale in se stessi, molti genitori nel Programma educativo per genitori imparentati dall'infanzia compassionevole hanno modificato le risposte alla loro prole basate su ipotesi errate e hanno migliorato significativamente la qualità delle loro relazioni familiari. Infine, dai nostri studi sulle interazioni familiari, abbiamo iniziato a mettere in discussione la qualità del legame o attaccamento materno-infantile formato nelle prime ore e nei giorni della vita di un bambino. Come studenti del comportamento umano, riteniamo che incombe su noi e sugli psicologi dello sviluppo chiarire fino a che punto questo legame o attaccamento possa basarsi sulla fame emotiva e sui bisogni dei genitori immaturi per una connessione immaginata con il bambino piuttosto che su un'autentica preoccupazione e amore per il bambino.

È doloroso ma sopportabile per le persone provare questi sentimenti di fame e affrontare i propri bisogni emotivi. Sfortunatamente, molte persone scelgono di negare o evitare questo dolore come facevano quando erano giovani. Cercano sbocchi o scelgono corsi d'azione che li aiutino a negare il loro dolore o ad eliminare le sensazioni di solitudine. Creano fantasie di connettersi agli altri e immaginano di appartenere gli uni agli altri. Quando si formano questi legami di fantasia, il vero amore va a finire nel vuoto. [vedi il mio blog precedente: 5 dicembre 2008]. Le emozioni dell'amore e del rispetto per gli altri scompaiono man mano che diventiamo possessivi e controllanti e mentre ci serviamo l'un l'altro come narcotico per uccidere sensazioni di fame e dolore.

Un legame fantastico può diventare un patto di morte in cui gli individui si narcotizzano a vicenda per uccidere il dolore e il sentimento genuino. Spesso funge da licenza per attuare comportamenti distruttivi perché gli individui appartengono gli uni agli altri e hanno implicitamente concordato che la loro relazione durerà per sempre. Il mito dell'amore e del rispetto della famiglia per gli individui che lo compongono è una cospirazione condivisa per negare la solitudine e il dolore dei suoi membri. È un rifiuto concertato di riconoscere i fatti della vita, della morte e della separatezza e di vivere con integrità.

Per maggiori informazioni su Dr. Robert Firestone, visitare www.glendon.org o l'arte di Robert W Firestone.

Solutions Collecting From Web of "Emotional Hunger vs. Amore"