Emoji: strumenti per le emozioni

Gli emoji non sono veramente una lingua, dato che mancano di un chiaro insieme di regole; tuttavia le loro capacità comunicative sono rafforzate grazie a questa flessibilità e unicità. Essendo non legate da regole linguistiche, coinvolgono un utente nel considerare i vasti potenziali emoji che hanno in comunicazione.

Considera lo scambio qui sotto, tra me e mio marito:

Fonte: Monica Riordan

Senza una sola parola, mio ​​marito è stato in grado di comunicare una ricchezza di informazioni: "Mi dispiace che tu sia stressato; Ti amo."

Ciò che è unico in questa comunicazione, tuttavia, è che l'interpretazione dell'emoji è interamente nella mente del ricevente. Considera la stessa emoji in un contesto diverso, tra un amico e me stesso:

Fonte: Monica Riordan

In questo caso, l'emoji può essere interpretata come "Adoro quel film".

Pertanto, l'interpretazione di un'emoji è univocamente flessibile, in base a qualsiasi numero di fattori, ad esempio chi lo invia e in quale contesto. Tuttavia, considerate i problemi che questo potrebbe porre: se il significato degli emoji è così flessibile, non solo da persona a persona ma anche da testo a testo, allora come possiamo sapere che cosa sia un'emoji? Come possiamo evitare problemi di comunicazione?

Propongo che dovremmo considerare l'idea di miscommunication in modo un po 'diverso. La cattiva comunicazione è spesso considerata una cosa cattiva, qualcosa da evitare completamente. Questa idea è suggerita dalla definizione di miscommunication, che basa il successo della comunicazione sul fatto che l'altra persona capisca esattamente cosa intendeva dire il mittente. Se il ricevitore non lo fa, si è verificato un errore di comunicazione, insieme a qualsiasi numero di possibili ripercussioni. Ma guardiamolo da un altro punto di vista: prendere in considerazione la possibilità di classificare il successo di una comunicazione in base al fatto se preserva o meno la relazione tra mittente e destinatario.

Usiamo messaggi di testo per comunicare con molti tipi diversi di persone: i nostri coniugi o partner, collaboratori e amici. Svolgiamo un ruolo sociale diverso in ogni relazione. Ogni ruolo sociale richiede che tu agisca in modo diverso, e eseguiamo queste azioni per preservare la relazione. Queste azioni sono chiamate "lavoro emozionale". La flessibilità unica degli emoji li rende perfettamente adatti per essere strumenti per questo lavoro emozionale. Non solo sono in grado di trasmettere un grande affare, ma il significato è qualunque cosa il destinatario desideri che sia. Quindi, invece di correre il rischio di dire la cosa sbagliata, mio ​​marito semplicemente invia un emoji al cuore. Perché voglio che mio marito mi sostenga, scelgo di interpretare l'emoji del cuore in modo positivo. Quindi la comunicazione ha successo; la nostra relazione è preservata. Non importa se ho interpretato correttamente esattamente ciò che intendeva quando ha inviato l'emoji.

Perché questa idea abbia un senso, è importante riconoscere che gli emoji non sono pittogrammi. Non rappresentano oggetti reali o espressioni facciali di un mittente. In altre parole, le persone in realtà non "ridono con le lacrime" quando inviano quell'emoji in risposta a uno scherzo, né stanno effettivamente indicando un vero trofeo quando scrivono l'emoji del trofeo in risposta a una storia trionfante. Invece, gli emoji sono ideogrammi, che rappresentano un'idea di qualche tipo. L'emoji "ridendo con le lacrime" rappresenta l'umorismo in qualcosa, e un emoji trofeo rappresenta "sei un vincitore!"

Il significato dell'emoji, quindi, è flessibile da persona a persona e da testo a testo. L'unico vero consenso che circonda gli emoji è che trasmettono emozioni positive di qualche tipo – in quanto tale positività potrebbe tradursi in un particolare contesto per una particolare relazione. In quanto tali, gli emoji hanno dei limiti: se intendi trasmettere un effetto negativo, è meglio stare lontano dagli emoji. L'aggiunta di un'emoji a un messaggio negativo rende effettivamente il messaggio meno negativo. Considera quanto segue:

Fonte: Monica Riordan

Questo messaggio è stato valutato come negativo da quasi tutte le persone che l'hanno visto, in due diversi esperimenti. Ma considera lo stesso messaggio con un'emoji:

Monica Riordan
Fonte: Monica Riordan

E improvvisamente l'emozione del messaggio è stata giudicata significativamente meno negativa della prima, sempre in entrambi gli esperimenti. Questo effetto suggerisce che gli emoji rappresentano le emozioni positive, piuttosto che negative. In questo modo, gli emoji possono attenuare un messaggio negativo – un insulto, una critica, un'asserzione sarcastica – consentendo un significativo lavoro emotivo che preserva le relazioni quando i messaggi devono essere negativi. Tuttavia, gli emoji sono meglio lasciati fuori da un messaggio in cui una persona desidera veramente trasmettere un'emozione negativa, come la rabbia o la paura.

Ci sono altri modi possibili in cui gli emoji possono aiutarci a impegnarci nel lavoro emotivo, mantenendo così (e possibilmente costruendo) le relazioni sociali. Un modo possibile è generando significati condivisi o all'interno di battute. Ad esempio, se cerchi su Google il significato dell'emoji unicorno, qualsiasi numero di siti ti dirà che è usato per suggerire rarità o incredulità di qualcosa che è stato detto. Per esempio:

Fonte: Monica Riordan

Ma tra un particolare amico e me, significa qualcosa di diverso. Sua figlia ha richiesto una torta di unicorno per il suo 4 ° compleanno, e lei e io, con ogni strumento a portata di mano e diverse ore di tentativi, alla fine non siamo riusciti a soddisfare la richiesta. L'emoji unicorno tra noi due, quindi, è uno scherzo interno che indica un enorme fallimento:

Monica Riordan
Fonte: Monica Riordan

Il significato dell'emoji unicorno tra lei e me, quindi, è molto diverso dal significato dell'unicorno tra me e chiunque altro. Eppure lo scopo è lo stesso: fare l'emozione lavora per preservare le relazioni sociali.

Mentre la ricerca inizia a esplorare il potenziale degli emoji nella comunicazione umana, vale la pena notare la pervasività del testo: la maggior parte delle persone negli Stati Uniti possiede gli smartphone e il motivo più comune per cui li usano è quello di inviare messaggi. La maggior parte degli adolescenti riferisce di passare più tempo a mandare messaggi agli amici che a comunicare di persona. Capire il ruolo degli emoji nella costruzione e nel mantenimento di queste relazioni sociali sarà fondamentale per sviluppare tecnologie che aiutino a supportare meglio la comunicazione umana.

Solutions Collecting From Web of "Emoji: strumenti per le emozioni"