Eh? Cambiamenti nell'insorgenza dei tumori?

pixabay.com/pexels.com
Fonte: pixabay.com/pexels.com

Sembra che la popolazione di insetti intestinali di una persona influenzi l'efficacia della terapia antitumorale. Una sperimentazione di immunoterapia sul melanoma metastatico ha riscontrato che i pazienti con una maggiore varietà di batteri GI erano molto migliori di quelli con popolazioni più limitate. Quelli con un sacco di ruminococchi in giro avevano più probabilità di rimanere vivi.

Quello che è successo?

Le persone con studi di immunoterapia per il melanoma presso il MD Anderson Cancer Center di Houston hanno fatto registrare le loro popolazioni batteriche GI in due gruppi: quelli che hanno risposto al trattamento e quelli che non lo hanno fatto, utilizzando la tecnica standard di controllo dei casi. I responder hanno mostrato una maggiore varietà di batteri rispetto a quelli che non lo hanno fatto e piuttosto diverse popolazioni batteriche. In questo caso, la diversità ha pagato.

Qual era la causa, quale effetto?

Le persone con diversi batteri intestinali hanno diete e stili di vita diversi. Se mangi molte verdure, non solo hai diversi tipi di insetti che se scegli la carne con la maggior parte dei pasti, ma ottieni anche molta più varietà. Tuttavia, molti altri fattori influenzano i batteri che popolano il tuo ecosistema personale, compresi i luoghi in cui viaggi, con chi vivi e quanta attività fisica ti piace, per non parlare di quanto alcol ti assorba.

Diverse popolazioni batteriche cambiano la tua propensione a certe malattie; hanno mostrato effetti importanti nelle malattie autoimmuni, nello stress e nella suscettibilità alla depressione; e sono usati per trattare malattie come il Clostridium difficile, in cui l'uso di antibiotici consente a un batterio generalmente insignificante di uccidere decine di migliaia di persone ogni anno. È probabile che la tua popolazione di intestino ti aiuterà a determinare quali tipi di cancro e malattia otterrai. Poiché vi è un potente effetto della dieta sull'incidenza di molti tipi di tumore, non sorprende sapere che i batteri co-residenti hanno questo effetto.

Perché dovrebbero essere i batteri?

Ci sono da qualche parte tra 40 trilioni e 100 trilioni di batteri nel tuo intestino. Cercare di tenere a bada questa popolazione irrequieta è uno dei motivi per cui il tuo rivestimento dell'intestino si disperde in un giorno. A seconda delle piccole circostanze, la sfida immunologica rappresentata da questi bug modifica anche il funzionamento del sistema immunitario. In termini di terapia del cancro, potrebbero
1. modulare le risposte immunitarie complessive,
2. cambiare l'assorbimento e la penetrazione dei farmaci, e
3. Spostare la forma conformazionale e la metabolizzazione dei farmaci antitumorali, tra gli altri effetti.
Avere un intero ecosistema dentro di te cambia la tua immunità e la risposta al cancro.

Come si può capire questo meglio?

Potresti iniziare osservando il corpo come un gigantesco sistema di informazione, con innumerevoli insiemi di dati viventi e interagenti. Gli esseri viventi non sono essi stessi portatori di informazioni, ma informazioni stesse. È importante sottolineare che i batteri intestinali non producono solo alcune delle nostre vitamine, digeriscono i nostri cibi, ci aiutano un giorno e ne combattono un altro. Dimorano in una grande competizione per lo spazio e il territorio con decine di migliaia di altre specie e sottospecie batteriche. Poi arrivano gli altri organismi che vivono dentro di noi, tra cui batteriofagi-virus-caccia-batteri-rickettsia, micoplasma, funghi e un numero incalcolabile di virus non-batteriofago. È un mondo davvero complicato laggiù. Le nostre divisioni politiche appaiono semplici al confronto. E le interazioni tra queste diverse componenti non sono molto comprese al di là del sapere che sono importanti per la nostra salute.

Un modo per mettere tutto insieme è guardare alla questione dell'intelligenza biologica: come tutti gli esseri viventi maturano e applicano la conoscenza, per lo più inconsciamente. Di solito non siamo consapevoli di quanti tumori si formano in un dato giorno – potrebbero essere centinaia – o di come il nostro sistema immunitario faccia sì che molti tumori si autodistruggano, ingeriscano altri e ne rimuovano altri ancora. La maggior parte del dramma accade fuori scena: notiamo solo ciò che succede quando le cellule tumorali crescono in cloni multipli o fanno qualcosa di molto riconoscibile, come produrre ormoni che cambiano la pressione sanguigna o ci fanno sanguinare.

Linea di fondo:

Il cancro uccide un americano su tre. Uno dei trattamenti più promettenti ora disponibili è l'immunoterapia, che aiuta a insegnare al nostro sistema immunitario come uccidere i cancri che non è riuscito a tenere a bada. Sappiamo da tempo che tali sistemi devono funzionare, come forse uno su mille cancri rimetterà spontaneamente.

Ora sta diventando chiaro che il nostro ecosistema, incluse le migliaia di miliardi di batteri, ha un ruolo da svolgere. Eppure sta diventando sempre più probabile che alcune popolazioni batteriche renderanno alcuni trattamenti più efficaci. Potremmo essere in grado di indurre quelle popolazioni attraverso manipolazioni dello stile di vita, come alterare ciò che ingeriamo e quando.

Più interessante, se le popolazioni batteriche e virali fanno parte del trattamento del cancro, diversi schemi possono rivelarsi utili nella prevenzione contro il trattamento dei tumori. Una dieta ricca di frutta e verdura può essere una buona idea per prevenire il cancro al colon, ma potrebbe non essere la strada da percorrere una volta che ce l'hai.

La prevenzione e il trattamento dipendono sempre solo dal tipo di sistema di informazione che ci attraversa ogni giorno. E questo cambia ogni momento della giornata. Un altro motivo per mettere in primo piano gli approcci informativi nella prevenzione e nella cura delle malattie, sia che si tratti di cancro o raffreddore.

Quindi diversi immigrati e batteri domestici avranno bisogno del nostro aiuto, se vogliono aiutarci.

Solutions Collecting From Web of "Eh? Cambiamenti nell'insorgenza dei tumori?"