Effetti a lungo termine della violenza verso gli animali da parte dei giovani

"Il link"

La scorsa settimana i media globali hanno coperto l'uccisione di animali non umani (animali) da parte di giovani neozelandesi nell'ambito delle attività scolastiche. Ho scritto di questa situazione orribile, un perfetto esempio di educazione disumana, in un saggio intitolato "I giovani incoraggiati a uccidere le azzurre possidenti in Nuova Zelanda" e in precedenza in un altro pezzo intitolato "I bambini della Nuova Zelanda uccidono i possibili per divertimento e giochi". vedere un'attività in cui i giovani sono incoraggiati a partecipare alla chiamata "smashin 'vermin" in un sito Web intitolato "3 cose che puoi fare questa settimana di conservazione". La seconda cosa che i bambini sono incoraggiati a fare è "uccidere un topo", e c'è un un'immagine inquietante di un giovane che si prepara a dare un pugno a un topo catturato in una trappola a molla nella parte bassa della schiena.

Per quanto riguarda il collegamento tra l'educazione disumana, l'uccisione di folli e guerre contro la fauna selvatica e successivamente la violenza domestica:

Uno studio del 2007 ha rilevato che le donne che cercavano rifugio in un rifugio per la violenza familiare erano quasi 11 volte più a riferire che il loro partner aveva ferito / ucciso il loro animale domestico e che le donne avevano più di quattro volte più probabilità di riferire che il loro animale domestico era stato minacciato ( Ascione et al., 2007; Volant, Johnson, Gullone & Coleman, 2008).

Nel mio primo saggio, Jasmijn de Boo, CEO di SAFE For Animals (un'organizzazione della Nuova Zelanda) ha fornito alcuni commenti sul loro punto di vista sull'uccisione di possum e sui loro programmi di educazione. Nella sua dichiarazione ha osservato, "La Nuova Zelanda ha molti problemi con abusi domestici, depressione, suicidio, problemi di salute mentale, ecc. Siccome non sono un esperto di salute mentale, non vorrei suggerire che ci sia un'associazione, ma nel mio opinione, la forte attenzione alla caccia e all'agricoltura degli animali per scopi umani non genera rispetto per gli esseri viventi e cancella ogni empatia che i bambini hanno naturalmente per altri esseri senzienti e vulnerabili ".

Anch'io non sono un esperto in materia, quindi mi sono rivolto a loro per vedere cosa avevano da dire. Ho anche avuto una certa corrispondenza con persone che conoscono abbastanza le relazioni tra violenza verso gli animali e violenza verso gli umani e mi hanno chiesto di scrivere qualcosa su quello che viene chiamato "il collegamento" dai ricercatori che studiano questo fenomeno. Qui puoi trovare numerosi saggi di ricerca accademica (vedi anche "Crudeltà sugli animali e comportamento antisociale: un legame molto forte" sul libro di Eleonora Gullone intitolato Crudeltà sugli animali, comportamento antisociale e aggressività: più di un collegamento ). Nel suo libro il dott. Gullone scrive (p ix), "'Il collegamento'" si riferisce all'idea che "gli atti di violenza interpersonale sono spesso preceduti, o concomitanti, da atti di crudeltà verso gli animali, 'bandiera rossa' marcatori che in precedenza erano ignorati. "

Fondamentalmente, il dott. Gullone sostiene che poiché la crudeltà verso gli animali è fortemente legata alla crudeltà umana, dobbiamo fare della violenza verso gli animali più meritevoli di preoccupazione morale e un obiettivo di intervento in modo da poter imparare di più sull'eziologia della crudeltà umana. Pertanto, "posizionando gli atti di abuso sugli animali nel continuum di altri comportamenti antisociali, piuttosto che come incidenti isolati o riti di passaggio accettabili per l'infanzia, possiamo ottenere maggiori progressi non solo nella riduzione dell'abuso degli animali ma anche nel miglioramento della sicurezza umana e nell'abbassamento dei livelli di tolleranza per tutti gli atti di aggressione. "(p. x)

Cosa sta succedendo in Nuova Zelanda?

Alcune persone mi hanno scritto dei problemi con la violenza domestica in Nuova Zelanda, quindi ho deciso di vedere cosa riuscivo a trovare. Non ne sapevo nulla ma ci sono un sacco di informazioni disponibili che mi hanno davvero sorpreso. Sul sito Web di Women's Refuge si afferma: "La violenza domestica è una delle principali questioni dei diritti umani in tutto il mondo e una delle più gravi questioni sociali della Nuova Zelanda. Una donna su tre di Aotearoa sperimenterà qualche forma di abuso all'interno della loro relazione, con molti altri che si avvicinano pericolosamente ". Un altro rapporto pubblicato nel dicembre 2014 chiama la violenza domestica in Nuova Zelanda" un'epidemia "mentre un altro saggio pubblicato il 21 marzo 2017 note che mentre in Nuova Zelanda c'è molto di cui andare fieri, il fatto è che la Nuova Zelanda ha "i più alti tassi di violenza familiare nel mondo sviluppato".

Mettere una pietra al link: Speriamo che la gentilezza e la compassione verso gli animali genereranno gentilezza e compassione per tutti

"Gli abusi sugli animali non conducono inevitabilmente alla violenza interpersonale, ma dobbiamo arrivare a una migliore comprensione delle circostanze in cui agisce, sia per gli animali che per le persone." (Frank Ascione)

Lasciami essere molto chiaro. Non sto dicendo che l'abuso di animali sia necessariamente o sempre causa di violenza domestica. E, né le persone che mi hanno scritto né io stiamo dicendo che esiste una relazione 1: 1 tra insegnare ai giovani che uccidere altri animali va bene e che i giovani che si dedicano a queste attività continueranno a dedicarsi alla violenza domestica. Il dott. Frank Ascione, uno dei leader mondiali nello studio del "collegamento", è d'accordo, e osserva come sia gli animali che le persone trarranno beneficio dall'apprenderne di più (potete leggere di più sul dott. Ascione e sui suoi numerosi libri e saggi qui ). Nondimeno, ci sono dati convincenti che dimostrano che esiste una forte associazione tra l'abuso di animali e quello umano.

Con ciò che si sa sull'estensione degli abusi domestici in Nuova Zelanda (e altrove), è estremamente importante prestare seria attenzione a come l'addestramento precoce che incoraggia l'uccisione di animali non umani potrebbe continuare a essere visualizzato quando questi o altri giovani diventano adulti, e come uccidere altri animali, sanciti dagli educatori e dai sistemi scolastici, si svilupperà e sarà trasmesso alle generazioni future che potrebbero adottare questi valori perversi.

Mentre alcune persone insistono che il massacro di questi animali deve essere umano, e alcuni sostengono che le folli omicidi saranno condotte con compassione per gli animali, non c'è modo che tutti i milioni e milioni di animali saranno uccisi con rispetto per i quali essi sono, in particolare, esseri senzienti e sensibili che si preoccupano di ciò che accade loro, della loro famiglia e dei loro amici. Ci sarà anche quello che alcuni chiamano "danno collaterale", il che è inevitabile perché i metodi usati danneggeranno e uccideranno individui di specie che non sono specificamente mirati. Il dolore, la sofferenza e la morte di ogni singolo individuo sono importanti per loro, e dovrebbe essere importante per noi (per ulteriori discussioni sull'importanza di prestare attenzione ai singoli animali, si prega di vedere anche "Crepacuore animale: i sentimenti di ogni individuo contano su di loro" e L'agenda degli animali: libertà, compassione e convivenza nell'era umana).

Dati provenienti da tutto il mondo che supportano "il collegamento" sono di grande preoccupazione per numerose persone, come dovrebbe essere. È una relazione a cui vale la pena prestare molta attenzione. Incoraggiando il rispetto per gli altri animali il più presto possibile nella vita, potremmo assistere a un declino nel rapporto tra la violenza verso i non umani e la successiva violenza verso gli umani. Insegnare ai bambini che si sbagliano può avere conseguenze devastanti. Insegnarli correttamente potrebbe sicuramente correggere molti dei torti. Un eccellente libro su questo argomento è AG Rud and Jim Garrison's Teaching with Reverence: Reviving an Ancient Virtue for Today's Schools.

Se facciamo tutto il possibile per suscitare gentilezza e compassione per gli animali non umani che iniziano con i giovani, forse potremmo mettere una pietra nel legame e sperare che bontà e compassione genereranno gentilezza e compassione. Questo sicuramente sarebbe un vantaggio per tutti, sia per gli animali che per le persone. Questo è un obiettivo a cui tutti dovremmo iscriverci, e tutto può iniziare concentrandosi sui giovani e le loro relazioni con altri animali. Iniziamo adesso.

Ulteriori informazioni su Possum hunting and killing

Compassione e rispetto, seguendo la guida della dott.ssa Jane Goodall

Lettera al Ministro della Pubblica istruzione della Nuova Zelanda

Petizione per porre fine all'uccisione di possum (proposta da Lynley Tulloch, Starfish Sanctuary)

Informazioni sull'uso del veleno 1080 da SAFE New Zealand

Riferimenti

Ascione, FR, Weber, CV, & Wood, DS (1997). Abuso di animali e violenza domestica: un'indagine nazionale sui rifugi per le donne che sono maltrattate. Società e animali , 5 (3), 205-218.

Volant, AM, Johnson, JA, Gullone, E., & Coleman, G. J. (2008). La relazione tra violenza domestica e abuso di animali: uno studio australiano. Journal of Interpersonal Violence , 23, 1277-1295.

Gli ultimi libri di Marc Bekoff sono Jasper's Story: Saving Moon Bears (con Jill Robinson); Ignorando la natura non di più: il caso di conservazione compassionevole; Perché i cani e le api si deprimono: l'affascinante scienza dell'intelligenza, delle emozioni, dell'amicizia e della conservazione degli animali; Rinnegare i nostri cuori: costruire percorsi di compassione e convivenza; The Jane Effect: Celebrando Jane Goodall (edita con Dale Peterson); e The Animals 'Agenda: libertà, compassione e convivenza nell'era umana (con Jessica Pierce). Canine Confidential: Perché i cani fanno ciò che fanno saranno pubblicati all'inizio del 2018. Ulteriori informazioni su marcbekoff.com.

Solutions Collecting From Web of "Effetti a lungo termine della violenza verso gli animali da parte dei giovani"