Ecstasy by the Numbers: 869.000 nuovi utenti su un farmaco impuro

Secondo l'indagine nazionale sull'uso e la salute delle droghe del 2012, circa 16 milioni di persone hanno usato l'ecstasy a un certo punto della loro vita e durante l'anno 2012, 869.000 persone hanno usato l'ecstasy per la prima volta, molto più del numero di nuovi LSD e Utenti PCP combinati. Il numero di nuovi utenti di ecstasy è anche maggiore del numero di nuovi utenti di cocaina, stimolanti e inalanti. La percentuale di persone che useranno l'ecstasy a volte nella loro vita è compresa tra il 2% e il 3,5%. L'età media per gli utenti per la prima volta era di 20,3 anni, a metà tra gli anni dell'università.

L'ecstasy è stata e rimane principalmente una droga del college. Non solo è una droga del college, è una droga del partito del college. È un allucinogeno e gli utenti segnalano un aumento di energia e sentimenti di connessione con gli altri.

Un articolo del Suffolk Journal riporta uno studente, Steve, che dice: "È tutto. Nella tua testa, sei felice della posizione in cui ti trovi. Fisicamente, le cose intorno a te si sentono bene, familiari. Senti ciò che è e divertiti. "

Perfetto per una festa, giusto?

Secondo una scheda del The Higher Education Center for Alcohol and Other Drug Abuse and Violence Prevention, l'ecstasy crea anche effetti a breve termine che includono ansia grave, paranoia, serraggio dei denti e sudorazione. Gli effetti a più lungo termine includono impulsività e danno alle aree del cervello coinvolte nel pensiero e nella memoria. Ulteriori pericoli includono la frequente combinazione di ecstasy con altri farmaci tra cui eroina e metamfetamine, che possono causare danni fisici alla salute generale a lungo termine.

Nel 2001, ci sono stati 76 decessi attribuiti all'ecstasy, la maggior parte a causa del colpo di calore associato alla danza fino alla disidratazione e all'esaurimento. Ulteriori morti sono attribuite all'iponatremia – bere troppa acqua senza sali di accompagnamento, a causa della paura del colpo di calore durante l'assunzione di ecstasy.

I rischi del farmaco si estendono al passato utilizzo del farmaco stesso. L'ecstasy è comunemente nota come "droga d'amore" e le conseguenze di questo farmaco d'amore includono tutto quello che ci si potrebbe aspettare quando i giovani fanno sesso senza l'uso del loro miglior giudizio, da gravidanze non pianificate alla diffusione di malattie sessualmente trasmissibili a problemi legali a causa della non chiara consenso. Gli utenti di ecstasy in età universitaria hanno più probabilità di avere rapporti sessuali non protetti. Questa popolazione ha anche un più alto tasso di malattie sessualmente trasmissibili tra cui l'HIV / AIDS e l'herpes. Infine, l'uso di ecstasy porta ad un più alto tasso di rapporti sessuali non desiderati, specialmente nelle giovani donne che assumono il farmaco.

Inoltre, l'uso di ecstasy aumenta il rischio di suicidio. Citato anche nell'articolo del Suffolk Journal, uno studente di nome Ryan dice: "Ti dà una sensazione di euforia per quattro o cinque ore, ma poi ti senti una merda quando è finita. Ti senti depresso. Non dovresti prenderlo se sei già depresso. Ti sentirai solo peggio. "Uno studio del National Institutes of Health conferma questa osservazione, trovando quasi il doppio del rischio di suicidio nei giovani adulti che avevano usato il farmaco nell'ultimo anno e scrivendo che" gli utenti di estasi adolescenziale potrebbero aver bisogno di migliorare prevenzione del suicidio e sforzi di intervento ".

Non importa il suo nome – estasi, X, E, molly o altri come droga d'amore, scarpe da ballo, birilli o fagioli il fatto è che si tratta di un imprevedibile mix di sostanze chimiche di laboratorio prodotte in laboratori incontrollati in tutto il mondo, probabilmente progettato per stimolazione e allucinazione. Con l'estasi, semplicemente non sai cosa stai ricevendo e quindi non puoi prevederne l'effetto. Ogni volta che prendi l'estasi è un lancio di dadi. Ne vale davvero la pena?

Richard Taite è fondatore e CEO di Cliffside Malibu, offrendo un trattamento individualizzato basato sull'evidenza basato sulle prove del modello Stages of Change. È anche coautore di Constance Scharff del libro Ending Addiction for Good.

Solutions Collecting From Web of "Ecstasy by the Numbers: 869.000 nuovi utenti su un farmaco impuro"