Dovresti fingere di essere felice?

Nessuno aspira a essere falso, o si ritrova in una relazione in cui non possono essere reali. Sicuramente nessuna finzione può sostituire le connessioni con le persone premurose con le quali puoi approfondire e perfezionare le verità che dici di te stesso nel tempo.

Ma è anche vero che il fatto di deprimersi e di dispiacersi per se stessi – sebbene possa essere assolutamente necessario in un dato momento – può portare a qualcosa di più. E semplicemente sorridere può aiutare.

Il monaco buddista Thich Nhat Hanh, un leader spirituale e attivista per la pace, ci incoraggia a sorridere spesso e osserva che l'atto di sorridere ha rilassato i muscoli del viso e ha molti vantaggi. Il suo lavoro ha ispirato molte persone a sorridere come parte di una pratica spirituale.

A volte incoraggio i miei clienti a impegnarsi in atti creativi di fingere, non di allontanarsi dalla verità, ma piuttosto di scoprire nuove verità. Fingere la gioia o la felicità può essere una profezia che si autoavvera, aiutandoci a scoprire o migliorare la nostra capacità di questi sentimenti positivi.

Considera di fare un esperimento per dieci giorni. Fai finta che ti senti bene, anche felice. Osserva i risultati del tuo stesso esperimento. Vedrai se alla fine proverai un maggiore senso di gioia e più potere di agire per conto tuo, oppure no.

PS Se sei una persona che sembra averlo sempre insieme e che non condivide problemi o vulnerabilità, ignora questo consiglio. Potrebbe essere necessario sperimentare il contrario. L'autenticità e la buona autostima richiedono che possiamo condividere i nostri punti di forza e competenza e le nostre vulnerabilità e debolezze (tutti abbiamo entrambi) in modo equilibrato.

Solutions Collecting From Web of "Dovresti fingere di essere felice?"