Dovrebbero i novelli sposi ottenere tutto il bottino e altre considerazioni scortese

In quale altro luogo puoi leggere sugli sposi ottenendo tutto il bottino e su come combattere il singlismo, con un passo in mezzo per considerare Platone e Cicerone? Benvenuti alla seconda parte della mia intervista a Jaclyn Geller, autore di Here Comes the Bride: Women, Weddings and the Matrimonio Matrimonio. (Puoi leggere la Parte 1 qui e la Parte 3 qui.)

PARTE 2 (di 3) : domande e risposte con Jaclyn Geller

Bella : Nel tuo libro, dai voce a una lamentela che sento spesso da altre persone single – sono tenuti a sovvenzionare tutti i matrimoni e le piogge dei loro amici e parenti sposati, ma le pietre miliari importanti delle loro vite non sono riconosciute allo stesso modo . Ma cosa è una persona da fare? Sembra davvero difficile dire a un'altra persona che ti invita al loro matrimonio: "Ehi, tu e il tuo partner avete già due set di biancheria e due stipendi; perché dovrei sovvenzionare ancora un altro con il mio unico stipendio? "

Jaclyn : Suggerisco che quando ogni persona compie 25 anni ottiene una festa. Il celebrante può registrarsi per articoli di casa, mobili, biancheria. Lui o lei potrebbe anche avere una cerimonia che prevede il coinvolgimento di persone importanti, uno dei quali potrebbe essere un amante. Ma queste ricompense materiali non sarebbero contingenti nel trovare "l'unico". Non ci sarebbe questa mentalità da cacciatore di pazzi. È commovente che la generazione più anziana voglia aiutare la prossima generazione a iniziare nella vita, ma riservare questo sostegno a coloro che sono in coppie amorose è oltraggioso.

Come professore universitario, insegno a ragazze di 18 anni, Bella, e sono molto consapevoli di questo sistema di ricompensa e punizione. A parte la recente crisi economica, il costo della vita è alto in questi giorni. Non tutte, ma molte delle mie studentesse, mentre si avvicinano alla laurea, sembrano distrarsi dai loro studi mentre perseguono quell'elusivo anello di fidanzamento … Gli antropologi Dorothy Holland e Margaret Eisenhart rintracciarono un gruppo di studentesse in un college del sud per un periodo di otto anni. Tutte le scuole iscritte si aspettavano di intraprendere una carriera: la metà diceva che volevano lavorare nelle scienze. Ma sono stati sempre più investiti nella caccia matrimoniale: leggendo la letteratura "come ottenere un uomo" e trascurando i loro studi. Dopo la laurea, più della metà finì in posti di lavoro poco remunerati in quello che i sociologi chiamano "il ghetto rosa" – un lavoro che ha lo scopo di integrare gli stipendi di un marito.

In termini di etichetta, come diminuiamo la mistica del matrimonio senza insultare i nostri amici che stanno facendo il nodo? Ho due suggerimenti. Scrivi un assegno in onore delle nozze dei tuoi amici per il progetto Alternative al matrimonio e scrivi una nota calda che esprima la tua felicità per loro e la tua determinazione a sostenere le diverse strutture familiari e i diritti delle persone non convenzionalmente associate. Oppure, se te lo puoi permettere, compra un regalo di nozze e fornisci un assegno per i fondi corrispondenti al progetto Alternative al matrimonio. Ci sono molte cause meravigliose, ma AtMP è l'unica organizzazione che conosco che esiste per combattere la discriminazione dello stato civile. È un'organizzazione giovane che ha davvero bisogno di supporto.

Bella : ora voglio approfittare della tua esperienza in letteratura. Sono sempre alla ricerca di autori che non sono matrimaniaci e non usano i temi del matrimonio come scorciatoie senza cervello. Chi può scrivere grandi storie basate su amicizie o solitudine o su una qualsiasi delle tante esperienze che rendono la vita significativa?

Jaclyn : da dove comincio? Questo sarà molto difficile perché c'è così tanto. C'è molta buona scrittura nell'antichità. Inviterei tutti a leggere il Simposio di Platone. È un breve dialogo sul significato dell'amore – probabilmente il più grande pezzo di letteratura occidentale sull'argomento. Non menziona il matrimonio. Incoraggerei tutti a leggere il breve saggio di Cicerone sull'amicizia; è nella sua collezione, On the Good Life. E il poeta del primo secolo, Orazio, ha bellissimi racconti di amicizia nelle sue Satire. La sua quinta satira, un resoconto di un viaggio su strada che ha attraversato l'Italia rurale con i suoi amici, è la mia preferita, e contiene la frase: "Per me non c'è niente da paragonare alla gioia dell'amicizia".

Bella : Ci sono altri modi in cui possiamo spingere la società a valutare le relazioni importanti, come le amicizie e le esperienze importanti, come la solitudine, che spesso non vengono riconosciute o peggiorano?

Jaclyn : È difficile. Il matrimonio è una vacca sacra. Le persone sposate tendono a voler preservare i loro privilegi; le persone non sposate spesso desiderano accedere a tali privilegi aderendo al club coniugale. E mentre abbiamo assistito a una grande diversificazione nei rapporti e nelle strutture familiari, c'è stata anche una terribile reazione. Negli ultimi vent'anni ha visto la nascita di un movimento pro-matrimonio, con un programma per preservare diritti speciali per le coppie sposate. In termini di assicurazione sanitaria, agevolazioni fiscali, privilegi di immigrazione – tutti i tipi di benefici – vogliono che il matrimonio sia la linea di demarcazione tra chi è "dentro" e chi è "fuori", perché pensano che le coppie sposate siano superiori. Organizzazioni politiche come la Eagle Foundation, Protect the Family e il Gruppo Arlington, affermano questa dottrina senza scuse. I loro membri sono ossessivamente, istericamente favorevoli al matrimonio. Danno la colpa a una varietà di mali sociali sul divorzio e sul gran numero di americani che ora godono di un'esistenza non sposata. Sono inclini a una sorta di pensiero magico, attribuendo la colpa a qualsiasi cosa, dal crimine alla malattia, sulla soglia della non sposata, piuttosto che esaminare cause profonde più profonde e complesse. Chiedono ancora più incentivi al matrimonio e ostacoli legali al divorzio.

Forse la cosa migliore che possiamo fare è mantenere viva la conversazione – non lasciare che il soggetto della discriminazione sullo status del matrimonio venga sepolto tra altri problemi, apparentemente più urgenti. Ho avuto un'esperienza recente interessante. La mia amica Lisa Ehrlich è un ragioniere pubblico certificato. È una delle persone veramente significative della mia vita, e qualche tempo fa siamo stati coautori di un saggio per l'aggiornamento del progetto Alternative al matrimonio intitolato "Riflessioni su politica, morte e tasse". Per coloro che potrebbero voler dare un'occhiata a è pubblicato negli archivi delle newsletter del sito web del progetto Alternative to Marriage Project. L'esperienza finanziaria di Lisa le permise di dettagliare i pregiudizi del codice fiscale americano nei confronti delle persone non sposate. Per esempio, una coppia sposata non deve pagare le tasse sulle plusvalenze sul primo aumento di valore di 500.000 dollari in una casa che viene venduta. Una persona non sposata – vivere da sola, con gli amici, in una partnership senza licenza che potrebbe non essere monogama – può escludere solo 250.000 del guadagno. Questo è un margine incredibile.

Quindi, abbiamo pubblicato il pezzo. E ho ricevuto un'e-mail di ringraziamento dalla mamma della mia maggiore amica, un'assistente sociale sposata che vive a New York. Ha scritto che il saggio ha davvero aperto i suoi occhi. Non si era resa conto dei privilegi legali e finanziari di cui godeva come moglie. Ora, questa è una delle donne più brillanti e più articolate che conosca. Ha lavorato nel settore delle politiche pubbliche e legge il giornale in modo compulsivo. Sta firmando dichiarazioni fiscali comuni per 45 anni. Ma lei non aveva un quadro completo del sistema che stava perpetuando. Penso che sia un piccolo aneddoto indicativo; la discriminazione dello status matrimoniale è alquanto invisibile. I dibattiti sulle questioni razziali, sulla politica estera o su argomenti caldi come l'ambiente sono di dominio pubblico. Ma la discriminazione nello stato civile va in gran parte incontrollata. Non è sugli schermi radar della maggior parte delle persone. Quindi quelli di noi che hanno pensato ai problemi devono essere mantenuti in vita: stampati, in conversazione. Questo non ci rende guru o modelli di comportamento di alcun tipo – solo persone con una forte coscienza storica ed etica.

  • Le voglie di cocaina possono essere bloccate, stiamo battendo la dipendenza?
  • Come l'effetto What the Hell influenza la tua forza di volontà
  • Sopravvivere all'Incubo di Weeknight Cooking
  • Invecchiamento: un'esperienza universale ma personale
  • Il principe Harry rivela come affrontare la perdita?
  • Dieci carriere con alti tassi di depressione
  • Controllo
  • Coercizione nelle relazioni intime
  • La vergogna per il corpo non è un programma dietetico
  • Come sono arrivato con un argomento di articolo per 932 giorni consecutivi
  • giorno dei veterani
  • The New Army of Depth Healers
  • Cosa fa una faccia sana?
  • Meglio non è abbastanza buono: il benessere è l'obiettivo
  • Brain Breaks Elude Me
  • Come i radicali liberi di ossigeno accelerano la nostra invecchiamento
  • Perché lavoriamo
  • Quattro messaggi che avremmo voluto dalla nuova donna magica
  • Sei soldi Hacks per tagliare il grasso dal budget
  • Lo stress e il tuo cuore
  • Tecnologia progettata per la dipendenza
  • 10 modi Mindfulness e Meditation promuovono il benessere
  • "L'omofobia interiorizzata" ha ancora importanza?
  • Che ricordi sono fatti di ...
  • Fattori genetici nel disturbo bipolare: nessun motivo di cui vergognarsi
  • ATTENZIONE! Gli esperti non sanno tutto
  • 52 modi per dimostrare che ti amo: dare
  • Una guida di sopravvivenza all'era di Trump: abbraccia l'incertezza
  • Pensando in scala
  • Mi aspettavo di essere ricco, famoso e felice? Pensa di nuovo!
  • Connettività faccia a faccia, ossitocina e il tuo nervo vago
  • Psicologia positiva Down Under: The Maori
  • Dopo Fukushima: siamo preoccupati per le cose sbagliate?
  • Depressione in New Mothers
  • 5 tecniche di rilassamento per dormire meglio
  • The Dumbing Down of America, Parte 2