Dove sei diretto?

Kamal Joshi/Free Image Stock
Fonte: Kamal Joshi / Immagine gratuita

Dove sei diretto?

La pratica:
Trova la tua stella polare.

Perché?

Ho fatto un ritiro di meditazione (a Spirit Rock, posto meraviglioso, anche per workshop). Una sera, mentre uscivamo dalla sala dopo l'ultima seduta, mi sentivo scossa e disarticolata. (Uno dei benefici di una ritirata – sebbene possa essere scomodo – è che suscita i sedimenti della tua psiche, che può infangare le tue acque mentali per un po '.)

Alzai gli occhi verso le stelle che brillavano luminose nella fredda e limpida notte e presto notai l'Orsa Maggiore. I miei occhi seguirono il suo puntamento verso Polaris, la stella polare, e un'onda di allentamento mi venne sopra. La stella si sentiva stabile e rassicurante, qualcosa su cui poter contare. E 'collegato Penso che con una parte giovane di me che amava la vita all'aria aperta e ho imparato a credere che fino a quando riusciva a localizzare la Stella Polare, riusciva a trovare la strada per uscire dai boschi aggrovigliati e tornare in salvo.

Guardando Polaris, mi sono chiesto: "Qual è la mia stella polare?" Una risposta mi è arrivata immediatamente, e un'altra solo pochi secondi dopo. Immediatamente mi sentivo meglio. Più calmo e più risoluto.

Ti dirò cosa mi è successo nella sezione Come di seguito. Proprio qui voglio rendere i punti che è la domanda che conta di più – e che la risposta (o le risposte) sarà diversa per persone diverse.

Quando trovi la tua stella polare, sai dove sei diretto. Questo da solo sembra buono. Inoltre, la tua stella polare è (presumibilmente) salubre e vitale, quindi puntare verso di essa porterà sempre più felicità e benefici a te stesso e agli altri. E puoi sognare sogni più grandi e avere più possibilità nella vita poiché se perdi la tua strada, hai un faro per tornare a casa.

La vita di tutti i giorni è impigliata. È così facile farsi coinvolgere in routine e obblighi che gradualmente prendono il sopravvento per impostare il corso della tua vita. Potrebbe sembrare un obiettivo: preparare la colazione, portare i bambini a scuola, andare al lavoro, tornare a casa, preparare la cena, andare a letto, ripetere il giorno dopo, ma sappiamo che non c'è uno scopo profondo, non è fondamentale scopo che dà chiarezza, significato e ricchezza. Poi la vita inizia a sentirsi vuota, più a proposito di come arrivare che a raggiungere.

Qual è la luce che ti guiderà fuori dai tuoi stessi boschi aggrovigliati – sia i boschi "là fuori" nel mondo sia quelli "qui dentro", nella tua stessa mente?

Come?

Trova un momento e un luogo che sia significativo per te. Forse seduto tranquillamente a casa con una tazza di tè, o in una casa di preghiera, o – come me – sotto il cielo notturno. Aiuta la tua mente a stabilirsi e a crescere più silenziosa. Quindi chiedi semplicemente, senza parole o ad alta voce, "Qual è la mia stella polare?" Forse provi altri modi per porre questa domanda, ad esempio: "Qual è la cosa più importante?" "Con che cosa dovrei impostare il corso della mia vita?"

Potresti anche solo tenere la domanda nella parte posteriore della tua mente nel corso della giornata e vedere cosa ti viene in mente. Oppure mentre svolgi un compito piacevole con le tue mani (come fare giardinaggio, lavorare a maglia o accarezzare un gatto), poni la domanda e osserva cosa succede.

La risposta potrebbe essere morbida; potresti dover ascoltare attentamente per ascoltarlo. Può venire con la voce di un bambino interiore o di un insegnante o con una semplice chiarezza visceralmente persuasiva. La risposta che è venuta da me è stata la sola parola, la Verità, seguita dall'Amore, ma la tua risposta potrebbe venire sotto forma di conoscenza senza parole, un'immagine, una sensazione corporea o un ricordo.

Alcune persone (me compreso) hanno diverse stelle del nord, anche se di solito sono allineate nella stessa direzione, quindi non c'è conflitto tra loro. E a volte una persona ha una stella polare, un obiettivo, un principio, che riunisce tutti i fili della sua vita.

È OK per il tuo North Star (s) per cambiare nel tempo. Ma qualunque cosa sia adesso, lascia che ti guidi.

Questo significa tenerlo a mente – magari con un giallo appiccicoso sul frigorifero, o annotandolo (magari in modo codificato, per la tua privacy) in cima alla tua lista "da fare" per il giorno. Oppure potresti (come faccio io) ricominciare spesso con le tue luci guida quando ti svegli.

Nota o immagina i premi che fanno o verranno a te e agli altri dal seguire la tua stella polare. Che guai ti manterrà fuori? Quali gioie e vantaggi porteranno a te e agli altri? Continua a lasciarti affliggere da questi buoni sentimenti e conoscenze, collegati nella tua mente alla tua Stella.

Quando sei turbato o aggrovigliato, chiedi a te stesso: "Come può la mia North Star guidarmi con questo? Alla sua luce, qual è la priorità qui e ora? "Prova ad accettare questa guida; datti da fare.

Momento dopo momento, siamo sempre diretti in una direzione o nell'altra. Man mano che si sommano, diventano il corso, nel bene o nel male, della vita di una persona.

Possa il corso della tua vita essere mirato alla tua Stella Polare.

Rick Hanson, Ph.D. , è uno psicologo, Senior Fellow del Greater Good Science Center di UC Berkeley, e autore del best-seller del New York Times . I suoi libri sono disponibili in 26 lingue e includono Hardwiring Happiness , Buddha's Brain , Just One Thing e Mother Nurture . Edita il Wise Brain Bulletin e ha numerosi programmi audio. Laureato con lode alla UCLA e fondatore del Wellspring Institute for Neuroscience e Contemplative Wisdom, è stato invitato come relatore alla NASA, Oxford, Stanford, Harvard e altre importanti università e ha insegnato nei centri di meditazione in tutto il mondo. Il suo lavoro è stato presentato su BBC, CBS e NPR, e offre la newsletter gratuita di Just One Thing con oltre 120.000 abbonati, oltre al programma online Foundations of Well-Being in neuroplasticità positiva che chiunque abbia esigenze finanziarie può fare gratuitamente.

Solutions Collecting From Web of "Dove sei diretto?"