Dove la psicoterapia va male

 A Psychologist treating a patient by Jty33, Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0
Fonte: Flicker: uno psicologo che cura un paziente da Jty33, Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0

Nel mio ultimo post, ho discusso qualcosa chiamato l' errore di attribuzione fondamentale . Come descritto da Richard Nisbett e Lee Ross, questo è definito come "l'assunto che il comportamento è causato principalmente dalla disposizione duratura e coerente dell'attore, in contrasto con le particolari caratteristiche della situazione a cui l'attore risponde". come questo errore si traduca spesso in conclusioni errate che derivano da studi su persone con disturbi di personalità.

È anche la ragione principale per cui la psicoterapia non è progredita molto come una scienza negli ultimi 25 anni o giù di lì. Gli anni '80 e i primi anni '90 furono un periodo di straordinaria creatività nel campo, durante il quale nuovi modi di guardare al comportamento umano e nuovi interventi per aiutare a cambiare quel comportamento sembravano venire fuori ogni giorno. In particolare, i pensatori dei sistemi familiari hanno iniziato a rendersi conto che le cause di problemi comportamentali come l'auto-distruttività, così come le cause di sintomi come la disforia cronica e l'ansia, non risiedono interamente nella testa delle persone che vengono in cerca di aiuto.

Alcuni di essi possono essere una risposta normale e adattiva a un ambiente interpersonale molto anormale. La letteratura sull'attaccamento, che è abbastanza forte, mostra che il comportamento dei parenti ha un enorme effetto sulla stabilità psicologica e sulle relazioni di tutti gli esseri umani. Tanto più, dico sempre, che le pastiglie di cibo e le scosse elettriche favorite dai comportamentisti.

Sfortunatamente, le idee sui sistemi familiari sono state lasciate indietro in modo significativo ei terapeuti tornano a guardare alle persone come se i loro problemi fossero "tutti nella loro testa". Questa svolta degli eventi è stata guidata da una combinazione di fattori che hanno portato alla predominanza di un modello di "malattia" per tutti i problemi psicologici: compagnie di assicurazione farmaceutiche gestite e ingorde, esperti ingenui e corrotti, scienza contorta e genitori disperati che vogliono credere che i loro figli abbiano una malattia del cervello per evitare il senso di colpa.

I critici delle idee sui sistemi familiari si sono concentrati in modo disinteressato sulle aree in cui i teorici dei sistemi familiari erano completamente sbagliati – come la genesi di malattie cerebrali reali come la schizofrenia (e sì, l'evidenza che la schizofrenia è davvero una malattia del cervello è schiacciante, quindi risparmiami " mito della malattia mentale "assurdità". Hanno tirato il solito stratagemma di argomentazione basata sul pensiero in bianco e nero: se i teorici dei sistemi familiari avevano torto su alcune cose, allora dovevano aver sbagliato su tutto.

Poiché l'efficacia degli interventi di psicoterapia intesi a modificare il comportamento interpersonale è difficile da dimostrare in uno studio sull'esito del trattamento, anche i sistemi sono stati accusati di non essere scientifici. Come se l'osservazione non fosse il primo passo nel metodo scientifico! (Tanto per gran parte di ciò che sappiamo sull'astronomia). Gli "studi sugli esiti" sono stati reclamizzati come prova definitiva di vari metodi di trattamento, nonostante il fatto che essi siano estremamente limitati nella loro validità complessiva perché esiste un numero quasi infinito di variabili che non possono essere controllate. E non possono essere in doppio cieco. E i terapeuti che stanno partecipando non stanno facendo esattamente la stessa cosa.

E gli studi che vengono propagandati mostrano solo effetti estremamente modesti in quei soggetti che migliorano, oltre a mostrare che una percentuale significativa di soggetti non migliora affatto.

C'è anche questo problema piuttosto grande di ciò che sta realmente succedendo con i pazienti, al contrario di ciò che sta succedendo. Se non pensi che le persone abbiano nascosto secondi fini per il loro comportamento, segreti su se stessi che non vogliono condividere, e manchino di una completa comprensione del comportamento di tutti quelli che li circondano e che influenzano le loro vite, allora temo che tu possa vivono in un universo alternativo.

Tuttavia, i terapeuti osservano le prestazioni del loro cliente e lo confondono con le loro abilità, come descritto in un precedente post. Anche quando i terapeuti guardano a ciò che è fondamentalmente un comportamento interpersonale, fanno questo errore. I terapeuti spesso etichettano il comportamento e il pensiero come "disadattivi". Sicuramente, essi sono disadattivi sotto certi aspetti, ma non servono affatto a nessuno scopo adattivo.

Assumono anche che i pazienti, in particolare quelli con disturbi di personalità, abbiano modelli mentali del loro ambiente e altre persone che sono distorti. Questo si basa interamente sul modo in cui i pazienti rispondono agli altri, ignorando completamente i motivi e le intenzioni su cui si basa tale comportamento. Forse il paziente vuole che gli altri pensino di avere modelli mentali distorti. Perché? Con disturbo di personalità borderline, è perché stanno giocando il ruolo di spoiler. L'errata valutazione da parte dei terapeuti dell'accuratezza dei modelli mentali dei loro pazienti è creata dalle azioni simulate di quel paziente.

Scusa, ma non possiamo leggere le menti. Bisogna considerare sia il comportamento che la storia dei pazienti e di tutti coloro che li hanno coinvolti per lunghi periodi di tempo, e anche allora si può ancora ottenere un'immagine molto distorta. Quindi i terapeuti dovrebbero smettere di accusare i loro pazienti di ciò che stanno facendo loro stessi: distorcendo. Certo, è vero che un terapeuta non può mai essere assolutamente certo di nulla. Per questo, non solo avresti bisogno di una cinepresa con audio su tutti i partecipanti 24 ore al giorno come in The Truman Show , ma questa attrezzatura dovrebbe essere presente durante tutta la vita del paziente sin dalla nascita!

Tuttavia, più terapisti di informazioni possono raccogliere sull'intero quadro, più è probabile che capiranno meglio cosa potrebbe succedere e capiranno cosa può essere fatto per cambiarlo.

Ma prima, devono fermare la loro attenzione miope su ciò che sta accadendo interamente nella testa di un paziente.

Solutions Collecting From Web of "Dove la psicoterapia va male"