Dove cadi sul Burnout Continuum?

Il burnout è diventato un termine così familiare che è normale sentire le persone dire casualmente: "Oh, sono così bruciato", quando si riferiscono semplicemente a una brutta giornata o una brutta settimana. Ma per quelli che sono veramente bruciati, è molto più di una brutta giornata o una brutta settimana. È un problema che interferisce in modo significativo con la salute, la felicità e la qualità generale della vita. Sfortunatamente, poche vittime del burnout lo vedono arrivare fino a quando non è troppo tardi. La buona notizia è che non deve arrivare a quel punto. Se si identificano i segni di burnout abbastanza presto, è possibile invertire la spirale verso il basso. Quindi la domanda è …

Dove cadi sul continuum del burnout?

Segni di Burnout

Il burnout è definito come uno stato di stress cronico e frustrazione che porta a:

• esaurimento fisico ed emotivo;
• sentimenti di cinismo e distacco; e
• un senso di inefficacia e mancanza di risultati.

Insieme, questi sintomi portano all'incapacità di funzionare con successo a livello personale e professionale.

Sebbene alcuni dei sintomi all'interno di queste tre aree si sovrappongano, ciascuno presenta segni e sintomi caratteristici. Come vedrai, molti sono uguali o simili a quelli associati allo stress. Questo perché la differenza tra stress e burnout è una questione di grado, quindi il modo migliore per prevenire il burnout è identificare i sintomi il più vicino possibile alla parte meno grave di questi continui perché i sintomi meno severi, più sono facili per alleviare.

Segni associati all'esaurimento fisico ed emotivo

Fatica cronica : nelle prime fasi del burnout, potresti ritrovarti senza energia e sentirti stanco spesso. Potresti andare a letto presto, ma ti svegli ancora stanco. Puoi muoverti più lentamente e scoprire che hai bisogno di più tempo per prepararti e uscire dalla porta. Al suo peggio, la fatica diventa uno stato di esaurimento fisico e psicologico. Ti senti svuotato. Tutto richiede uno sforzo concertato. Non hai energia, quindi fai il meno possibile per sopravvivere. Hai difficoltà a alzarti dal letto e potresti persino ammalarti nei giorni in cui senti che semplicemente non puoi alzarti dal letto. Questo tipo di estrema stanchezza si traduce spesso in un senso di terrore per ciò che si trova davanti a te in un dato giorno.

Insonnia: nelle prime fasi del burnout, l'insonnia può essere un problema solo una o poche notti ogni settimana. Anche se ti senti stanco, potrebbe essere difficile addormentarsi; o se ti addormenti, potrebbe essere disturbato il sonno; oppure puoi svegliarti nel bel mezzo della notte o prima del dovuto. Spesso, questo disturbo del sonno si riferisce a pensieri persistenti sulla quantità insormontabile di lavoro che devi fare e se sarai in grado di farlo. Nelle fasi successive, l'insonnia può diventare un calvario notturno. Per quanto sfiniti ti senti, potrebbero esserci notti in cui non riesci a dormire affatto.

Concentrazione compromessa e attenzione: l'esaurimento fisico e mentale porta a una serie di problemi cognitivi, ma i più comuni sono concentrazione, difficoltà di attenzione e dimenticanza. Potresti trovarti a dover rileggere le cose o chiedere ai colleghi di ripetersi. Poiché non puoi mettere a fuoco, ci vuole più tempo per completare il tuo lavoro, quindi le cose iniziano ad accumularsi, causando più stress. Al peggio, questi sintomi ti impediscono di fare qualcosa e semplicemente non riesci a tenere il passo.

Sintomi fisici: tutti i sintomi fisici gravi, in particolare i dolori al petto o difficoltà respiratorie, devono essere prima valutati da un medico per escludere qualsiasi spiegazione medica. Ma non è raro trovare che la maggior parte dei sintomi fisici vissuti dalle vittime di burnout sono causati dallo stress. Questi sintomi possono includere dolori al petto, palpitazioni cardiache, vertigini, svenimenti, mal di testa da tensione, emicrania, mancanza di respiro e mal di stomaco, che possono interferire nel funzionamento quotidiano, rendendo difficile andare al lavoro o lavorare fatto quando sei lì.

Malattia aumentata: poiché lo stress cronico esaurisce e indebolisce il proprio corpo, le vittime del burnout sono più vulnerabili a infezioni, raffreddori, influenze e altri disturbi del sistema immunitario. Peggio è il burnout, più è probabile che tu sia vulnerabile e più a lungo è probabile che ti porti a riprenderti da semplici infezioni, come un comune raffreddore.

Perdita di appetito: nelle prime fasi del burnout, potresti non sentirti affamato un po 'di tempo e saltare i pasti come risultato. Nelle fasi successive, questo può peggiorare per una completa perdita di appetito e una significativa perdita di peso.

Ansia: l' ansia cronica è comune nei casi di burnout. All'inizio, l'ansia può essere vissuta come fastidiosi sentimenti di tensione, preoccupazione e nervosismo, che possono interferire con la tua capacità di partecipare e concentrarsi. Fisicamente, il tuo cuore potrebbe battere forte e i tuoi muscoli potrebbero sentirsi stretti. Nel corso del tempo, l'ansia può diventare così grave da interferire con la tua capacità di andare a lavorare o di prendersi cura delle tue responsabilità a casa. I sentimenti di apprensione e paura sono comuni. In alcuni casi, l'ansia può diventare così grave da provocare attacchi di panico.

Depressione:

Anche se sentirsi tristi di tanto in tanto è normale, in caso di esaurimento, la depressione è più di una semplice tristezza temporanea. Nelle prime fasi del burnout, potresti notare che stai avendo più brutti che bei giorni. Potresti anche sentire di non avere energia, o potresti sentirti irritabile e irrequieto. Senso di colpa e sentimenti di inutilità sono comuni e potresti avere difficoltà a concentrarti e concentrarti. È la sua forma più grave, potresti sentirti intrappolato o pensare che il mondo sarebbe meglio senza di te. A volte, puoi preoccuparti della morte o della morte o avere pensieri suicidi. Ovviamente, se la depressione arriva al punto in cui stai pensando di farti del male, dovresti cercare un aiuto professionale immediato.

Rabbia: poiché le vittime del burnout spesso si sentono come un fallimento e provano un sacco di sensi di colpa, non è raro che questi sentimenti si trasformino in rabbia e risentimento mentre lo stress continua e ti senti come se non avessi alcun controllo su di esso. All'inizio, la rabbia può assumere la forma di tensione interpersonale con colleghi, familiari o amici. Mentre il burnout diventa più severo, la rabbia può intensificarsi e provocare esplosioni arrabbiate e discussioni serie a casa e sul posto di lavoro. Potresti avere pensieri di violenza verso i colleghi o la famiglia, e al suo estremo, questo può tagliare la linea alla violenza effettiva. Quando la rabbia arriva al punto in cui si inizia a pensare di ferire qualcun altro o si attraversa la linea e si entra in un alterco fisico, cercare immediatamente l'assistenza professionale per evitare che qualcuno si faccia male, incluso te.

Segni associati a sentimenti di distacco e cinismo

Perdita di godimento : nelle prime fasi del burnout, la perdita di divertimento che senti potrebbe essere solo per lavoro. Non ti piace andare e quando arrivi lì, non vedi l'ora di andartene. Con lo stress aumenta, la perdita di divertimento può estendersi a tutte le aree della tua vita, compreso il tempo che passi con la famiglia e gli amici. Al lavoro, puoi preoccuparti dei pensieri su come evitare i progetti o su come puoi evadere del tutto dal lavoro.

Pessimismo: il burnout ti fa sentire che niente andrà bene. Mentre una volta potresti essere una persona che vede il "bicchiere mezzo pieno", il burnout potrebbe farti sentire come se il "bicchiere fosse mezzo vuoto" o, in alcuni casi, completamente vuoto. È probabile che questo tipo di negatività si traduca in un "parlare di sé" negativo, come sentimenti di inutilità e assenza di speranza. Può anche trasmettere ad altri, sentendosi come se a nessuno importa o che ognuno sia fuori per se stesso. Questo può portare a una mancanza di fiducia nei confronti di colleghi, familiari e amici, aumentando la tensione a casa e sul posto di lavoro e separandoti dalle fonti di supporto sociale che una volta potevano servire da cuscinetto al tuo stress.

Isolamento: l' isolamento può iniziare come una leggera resistenza alla socializzazione, come non voler andare a pranzo con un collega o un amico. Mentre il burnout peggiora, puoi iniziare a sentirti sempre più simile all'essere da solo. I colleghi che passano a salutare possono diventare un fastidio e potresti ritrovarti a chiudere la porta per tenere lontane le persone. Fai delle scuse per non uscire a pranzo o cerchi modi per uscire dagli incontri. Nei casi più gravi, potresti arrabbiarti con le persone che ti si avvicinano. Potresti persino chiudere la porta per tenere lontane le persone, o entrare presto o uscire tardi per evitare interazioni con i colleghi e forse anche con i familiari.

Distacco: nel burnout, il distacco è un senso generale di sentirsi scollegati dalle persone e dal proprio ambiente. Questo può assumere la forma dei comportamenti isolativi descritti sopra. In alcune situazioni, può sembrare una rabbia nei confronti degli altri. Ma può anche assumere la forma di distacco emotivo e fisico dal tuo lavoro e dalle tue responsabilità. Ad esempio, è possibile iniziare a chiamare più spesso malato, gli appuntamenti mancanti, essere cronicamente in ritardo o non restituire chiamate o e-mail.

Segni associati a un senso di inefficacia e mancanza di realizzazione

Sentimenti di apatia, impotenza e disperazione: all'inizio, i sentimenti di apatia, impotenza e disperazione possono sembrare che nulla sta andando bene o un senso di "a cosa serve?" Col passare del tempo, questi sentimenti potrebbero diventare immobilizzanti, rendendo sembra che non valga la pena di fare nulla, come se non avesse senso nemmeno alzarsi dal letto.

Aumento dell'irritabilità: in caso di esaurimento, l'irritabilità è spesso il risultato di frustrazione per la sensazione di inefficacia e inutilità, e delusione per la diminuzione della produttività, il peggioramento delle prestazioni e una sensazione generale che non si è in grado di fare cose come le abitudini. Potresti attaccare le persone e reagire in modo eccessivo a cose minori. Nelle prime fasi, l'irritabilità può creare una frattura nelle relazioni professionali e personali. Nelle fasi successive, può distruggere una carriera così come i matrimoni e le collaborazioni.

Mancanza di produttività e scarse prestazioni: nonostante le lunghe ore di lavoro, i sintomi del burnout ti impediscono di essere in grado di produrre il modo in cui sei abituato, il che si traduce in progetti incompleti e in una pila di lavoro che continua a accumularsi. Spesso sembra che più lavori, più perdi. E prova come potresti, non puoi arrampicarti da sotto la pila.

In breve, il burnout può togliere la vita come la conosci o una volta lo sapeva. Può farti perdere il lavoro, la famiglia, i tuoi amici, il tuo senso del valore e la tua identità. Quindi, se sei su quel percorso, è importante che tu lo riconosca in modo da poter fare qualcosa al riguardo.

SONO BRUCIATO?

Ormai, dovresti avere un buon senso se sei bruciato o no, e se lo sei, quanto è grave. Tuttavia, se non sei sicuro, ci sono alcuni "test" che puoi fare.

Il primo è impegnarsi a regalarsi un weekend rilassante e senza stress (non è necessario essere un weekend se lavori per un lavoro in cui hai altri due giorni consecutivi di riposo). Non puoi fare alcun lavoro. Non puoi rispondere a chiamate relative al lavoro o rispondere a email o testi relativi al lavoro. Se la tua famiglia è fonte di stress, cerca di allontanarti da loro per il weekend. Fondamentalmente, il tuo compito è quello di rimuovere il maggior numero possibile di fonti di stress dalla tua vita e di infondere nella tua vita tutti gli elementi che riducono lo stress (per lo più sotto forma di riposo) per due giorni e mezzo.

Cerca di dormire in entrambi i giorni. Mangia bene. Occupati del tempo con attività rilassanti che raramente ti permetti di goderti. Se ti piace leggere, leggi. Se ti piace cucinare, cucinare. Se ti piace scrivere, scrivi. Se non ti piace fare nulla, non fare nulla. Non esporti a stress per due giorni e mezzo.

Se il lunedì mattina ti svegli stanchi e temi la tua giornata, probabilmente stai soffrendo per il burnout. Se vuoi determinarne la gravità, puoi fare un secondo "test". Ma fai un respiro profondo perché ti coinvolgerà prendendo parte di quel periodo di vacanza che probabilmente non hai resistito o ti sei convinto che non hai tempo per prendi tutti questi anni

Ecco il test: prendi due settimane di pausa. Le stesse regole valgono per il primo test. Rimuovere i fattori di stress. Aggiungi riduttori di stress. Non fare nulla di troppo fisico o emotivamente estenuante. Cerca di dormire almeno otto ore ogni notte e di mangiare almeno tre pasti al giorno, preferibilmente sani.

Dopo due settimane, se non ti senti come se avessi recuperato gran parte della tua forza e vitalità, i tuoi problemi sono molto probabilmente gravi e dovresti prendere in considerazione di apportare alcuni cambiamenti significativi nel tuo stile di vita per darti la possibilità di recuperare. Se non lo fai, il tuo corpo e la tua mente alla fine lo faranno per te e non avrai scelta in merito. Nessuno può correre vuoto per sempre.

RISCOPERTA

Se i test non si sono rivelati come speravate, è normale sentirsi sconvolti. A nessuno piace sentire che lei / lui è bruciato. Ma la buona notizia è che il burnout non è una malattia terminale. Sì, dovrai apportare modifiche al modo in cui vivi e lavori, e sì, a quei cambiamenti, all'inizio, potrebbe essere piuttosto difficile abituarsi. La cosa importante da tenere a mente è che sei sempre la stessa persona che eri quando hai iniziato, forse un po 'più saggio nei modi del mondo, forse un po' più grande. Ma al centro, tu sei la stessa cosa. La tua guida, il tuo entusiasmo, la tua passione e la tua energia potrebbero essere stati sepolti sotto il peso dello stress che hai portato in giro, ma quelle qualità e tutte le altre buone sono ancora dentro di te. Hai solo bisogno di trovare i modi per arrivare dentro e trovare le scintille che hanno innescato i tuoi interessi e la tua passione in modo da poterti riscoprire, solo questa volta con nuove conoscenze sui modi per controllare meglio i tuoi livelli di stress in modo che il burnout non si faccia strada la tua vita di nuovo.

Molto di questo articolo è un estratto di High Octane Women: How Superachievers Can Avoid Burnout (Prometheus Books, 2011).

© 2012 Sherrie Bourg Carter, tutti i diritti riservati

Segui Dr. Bourg Carter su Facebook e Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Dove cadi sul Burnout Continuum?"