Dove è andata la gioia dell'apprendimento?

flickr common
Fonte: flickr comune

Riaccendere l' entusiasmo di tuo figlio per la scuola

Connetti i tuoi figli a ciò che apprendono a scuola attraverso i loro interessi e le passate esperienze positive, in modo che VUOI imparare ciò che DEVONO apprendere.

Dove è finita la gioia dell'apprendimento?

flickr common
Fonte: flickr comune

Quando la scuola smette di essere divertente, troppo spesso, l'apprendimento si ferma. Aiuta il tuo bambino a mantenere vivo l'entusiasmo dell'asilo di abbracciare ogni giorno con la gioia dell'apprendimento.

I bambini che sembrano pigri, oppositivi, disattenti, dispersi, immotivati ​​o inseparabili dai loro social media potrebbero non fare scelte volontarie. Il loro cervello potrebbe rispondere allo stress di una noia prolungata o frequente.

Sappiamo che per la maggior parte dei bambini, la scuola materna è anticipata con timore ed entusiasmo, specialmente quando uno o più fratelli sono già a scuola. Ci possono certamente essere ansietà, ma ruotano attorno alla paura di lasciare un genitore o alla sicurezza dell'ambiente domestico. L'idea di essere uno studente è eccitante. La maggior parte degli alunni dell'asilo o della prima elementare parlano appassionatamente di ciò che apprendono e fanno a scuola. Quindi, man mano che gli anni progrediscono, la memorizzazione onerosa e la preparazione dei test sono enfatizzate al costo di una scoperta, un'inchiesta e un apprendimento basati sui progetti. Quando la scuola smette di coinvolgere l'immaginazione dei bambini, la noia e la frustrazione sostituiscono la gioia e l'apprendimento si ferma.

Gli studenti attualmente nelle scuole pubbliche negli Stati Uniti hanno più probabilità di abbandonare che mai. Quando vengono esaminati i motivi dell'abbandono, quasi l'80% degli studenti riferisce che il motivo principale è la noia. Alla domanda su cosa li annoia, le risposte più frequenti sono che il materiale che viene insegnato non è interessante o non ha rilevanza per le loro vite.

Lo stress dei blocchi di noia Brain Traffic Flow

flickr common
Fonte: flickr comune

Neuroimaging e altri strumenti di ricerca continuano a fornire più dati sulla risposta del cervello allo stress tra cui la noia sostenuta o frequente. Questo arriva in un momento in cui la noia è sempre più problematica; poiché i finanziamenti delle scuole e le valutazioni delle prestazioni degli insegnanti sono sempre più legati alle prestazioni dei test. Di conseguenza, vi è più tempo dedicato alla ripetizione, all'esercitazione e alla verifica di fatti che non hanno una chiara rilevanza personale o valore per i bambini.

La ricerca all'avanguardia sulla neuroimaging rivela significativi disturbi nei circuiti di elaborazione delle informazioni del cervello in ambienti di apprendimento stressanti. La comunicazione delle informazioni è bloccata in questi stati di stress e il nuovo apprendimento non può passare all'archiviazione della memoria. Il cervello superiore "pensante, riflessivo" non può regolarsi verso il basso per dirigere i comportamenti, che poi diventano involontari.

Ecco cosa succede. Le amigdale sono stazioni di commutazione nel profondo del sistema limbico emotivo del cervello che sono stress-reattive. Nello stato di stress, come nel caso di noia prolungata o frequente, l'attività metabolica di questi filtri emotivi aumenta. Quando ciò accade, la capacità dell'amigdala di dirigere l'input da o verso il cervello pensante e riflessivo, la corteccia prefrontale (PFC) è limitata.

Nello stato normale, senza stress elevato, l'amigdala permette l'input dai sensi (ciò che ascoltiamo, vediamo, sentiamo, sperimentiamo) per raggiungere il PFC dove può diventare memoria a lungo termine. Il PFC è anche il centro di controllo che, nello stato di non-stress, invia comunicazioni verso il resto del cervello per indirizzare consapevolmente e attentamente le nostre risposte, scelte e comportamenti.

Durante lo stress elevato, l'amigdala blocca la comunicazione con il PFC e invia l'input al cervello reattivo inferiore, dove la memoria non è costruita e le risposte comportamentali non sono più in controllo volontario. Questa è la risposta involontaria al congelamento della lotta contro il volo per lo stress o la paura in tutti i mammiferi – negli umani: l'atto, l'esclusione, l'abbandono delle reazioni comportamentali.

I cervelli tengono traccia dello sforzo che non ripaga

Fonte: flickr comune

Per molti bambini, la risposta allo stress per la noia e la scarsa rilevanza personale si costruisce anno dopo anno quando non trovano l'apprendimento interessante o pertinente. Quando il cervello dei bambini sviluppa la negatività a scuola, lo stato di stress limita il loro controllo volontario per sostenere l'attenzione in classe, fare i compiti con attenzione e perseverare nel difficile lavoro di gruppo.

Il loro cervello impara a resistere automaticamente mettendo lo sforzo mentale in attività che hanno vissuto come noiose o irrilevanti.

Questa è spesso la situazione in cui i bambini che sono abbastanza intelligenti hanno difficoltà con la memorizzazione a memoria. Poiché la memorizzazione è spesso ciò che viene testato, viene percepito in modo inaccurato dai bambini come misura della loro intelligenza. Sviluppano la convinzione che il loro fallimento nell'ottenere voti alti su test di memoria meccanica significa che non hanno la capacità di avere successo. Quella mentalità non è solo imprecisa, ma quando viene presa da tuo figlio, significa che i loro cervelli entrano nella mentalità fissa di evitare sfide e perdita di motivazione a perseverare attraverso battute d'arresto.

Rendi l'apprendimento personale pertinente

flickr common
Fonte: flickr comune

Puoi aiutare i tuoi figli a tenere il cervello fuori dallo stato di stress involontario e inefficiente. Mantienili impegnati e motivati ​​a impegnarsi nell'apprendimento a scuola collegando i loro studi in classe ai loro interessi. Connettendoli attraverso la rilevanza personale per gli argomenti che studiano si ottiene meno noia e l'apertura dei percorsi neuronali attraverso le loro amigdale ai loro cervelli intelligenti e superiori, dove avviene il vero apprendimento e il pensiero creativo.

Puoi usare le strategie in modo che vogliano imparare ciò che DEVONO apprendere. Collega il loro cervello agli argomenti che studieranno a scuola guardando con loro foto o video di viaggi di famiglia, collegando gli oggetti che possiedono ai paesi che studiano, leggendo storie che riguardano argomenti di scienza, storia e matematica.

La curiosità suscitata dai tuoi ricordi delle esperienze passate e degli interessi attuali diventa un ponte cerebrale pronto a collegarsi con le informazioni che devono imparare a scuola. Il velcro per attaccare nuove informazioni è in attesa nel loro cervello per i loro circuiti neurali per impegnarsi nell'apprendimento attraverso connessioni positive.

Domande come aumenti di curiosità

flickr common
Fonte: flickr comune

Preriscalderai ulteriormente il loro interesse nei compiti scolastici quando chiedi ai tuoi figli domande che li aiutino a collegarsi personalmente agli argomenti della scuola attuali o imminenti. I loro cervelli rimangono attenti perché sono personalmente interessati, e quindi curiosi, alla risposta alla domanda.

Le discussioni che promuovi per collegare i tuoi figli ai loro compiti scolastici serviranno anche come cemento di memoria più forte se sei un ascoltatore attivo e attento quando esprimono le loro opinioni sulle tue domande mentre imparano di più sull'argomento a scuola. Questo non è il momento di dividere la tua attenzione. Per mantenerli motivati, i tuoi figli devono sapere che sei veramente interessato alle loro idee e opinioni.

I risultati saranno più che compensare la pianificazione e i preparativi. I sorrisi sostituiranno i gemiti e gli sguardi degli occhi mentre usi la neuroscienza per restituire a tuo figlio le gioie dell'apprendimento.

La negatività si trasforma in motivazione!

flickr common
Fonte: flickr comune

I tuoi interventi aiuteranno i tuoi figli ad evitare che l'apprendimento passi alle sfide del curriculum di fatto pesante di oggi e limitate opportunità di curiosità e scoperta. Li aiuterai a costruire i circuiti cerebrali per diventare discenti per tutta la vita che possono trasferire e applicare ciò che imparano nelle situazioni del mondo reale.

Risponderanno all'apprendimento in modo più efficiente e memorizzeranno ciò che apprendono nel loro tempo e nella memoria. Assicureranno l'apprendimento disponibile non solo per il recupero del test, ma anche per affrontare le sfide e le opportunità uniche che li attendono nel 21 ° secolo.

Solutions Collecting From Web of "Dove è andata la gioia dell'apprendimento?"