Domino contro arcobaleni

Neil Farber
Fonte: Neil Farber

Recentemente ho scritto delle scelte e riconosco quanto delle nostre vite sono sotto il nostro controllo. Il riconoscimento di questo potere è fantastico e stimolante. Ci consente di superare gli ostacoli, affrontare nuove sfide, accettare i cambiamenti, rinnovare le relazioni e abbandonare il gioco della colpa.

In modo simile, mi piacerebbe parlare delle scelte in termini di speranze, sogni e obiettivi. Il Buddha ha detto, "è meglio viaggiare bene, piuttosto che arrivare". Diventare orientati al viaggio, piuttosto che orientati al risultato è essenziale per creare la nostra realtà positiva in modo mindfully spirituale. Propongo una teoria del "domino" che fissa l'obiettivo e ti esorto a rinunciare al piatto d'oro alla fine dell'arcobaleno. Sì, puoi ancora credere nella fatina dei denti …

wikimedia - copyright free
Fonte: wikimedia – senza copyright

The Rainbow : Sin dalla tenera età, siamo stati fuorviati a credere che ci sia una pentola d'oro alla fine dell'arcobaleno (le mie scuse se mi sono appena sbarazzato delle tue speranze). Sebbene questo arcobaleno / vaso di fantasia d'oro suoni come se fosse un'influenza positiva, in realtà danneggia le nostre possibilità di successo ed è pieno di probabilità di delusione. Questo "vaso d'oro" è sfuggente e qualcosa che dobbiamo cercare come il nostro "luogo felice". Né la pentola, né l'oro fanno parte dell'arcobaleno e non c'è nemmeno un percorso per la pentola d'oro. Mentre il piatto dell'obiettivo può essere il nostro obiettivo, il viaggio non è mai definito o chiaro per noi. In realtà non percorriamo l'arcobaleno per trovare la pentola d'oro, perché sarebbe impraticabile e inutile. Tutto quello che dobbiamo fare è presentarsi in qualche modo al luogo in cui l'arcobaleno incontra il terreno. Il fatto che ciò sia impossibile rende irrealistico il raggiungimento degli obiettivi. Questo tipo di pensiero è responsabile per l'assenza di mente. Diventiamo orientati al prodotto e ai risultati. La nostra felicità dipende dall'individuazione del vaso e dalla speranza che sia effettivamente riempito con il tipo di oro che ci porterà salute e felicità.

wikimedia - with permission
Fonte: wikimedia – con permesso

Domino : lasciami proporre qualcosa di nuovo. Ognuno di noi ha molti obiettivi, speranze, sogni e aspirazioni nella vita. Ognuno di questi è rappresentato da un domino. Il viaggio verso ogni obiettivo è rappresentato da un percorso di domini tutti posizionati in stretta vicinanza l'uno all'altro. Il domino finale è ciò che normalmente consideriamo il nostro obiettivo finale. "Essere scrittore", "essere medico", "laurearsi al college", "comprare una nuova Mercedes", "scalare il Monte. Kilimanjaro "," essere un buon padre ", ecc. È nostra responsabilità identificare quale viaggio dovremmo percorrere per raggiungere questo obiettivo: quali domino devono essere installati lungo il percorso. Una volta stabilito un percorso domino, dobbiamo ora riconoscere che ognuno di questi domino non è un problema, un ostacolo o addirittura una sfida. Sono obiettivi aggiuntivi. Sono cose che vogliamo raggiungere lungo il cammino verso il nostro obiettivo finale. Tutti i domino si assomigliano perché sono tutti obiettivi. L'ultimo obiettivo non è più grande o migliore degli altri obiettivi lungo la strada. I domino sono intimamente interconnessi e ogni volta che un domino viene rovesciato, abbiamo imparato, sviluppato, sviluppato e migliorato in modo tangibile. Se, durante i nostri viaggi, siamo deragliati, incapaci di abbattere un domino, o decidere consapevolmente che il nostro obiettivo è cambiato, il viaggio non è stato una perdita di tempo.

Raggiungere l'ultimo domino non è tutto ciò che è importante; abbiamo ancora beneficiato del nostro percorso. Si tratta di un approccio consapevole e guidato dal processo verso l'impostazione degli obiettivi, mentre apprezziamo il viaggio, non solo il risultato.

Questo tipo di pensiero è responsabile del vecchio adagio, "non è il vertice, ma il viaggio su per la montagna che è importante".

I domino in una forma o nell'altra sono in circolazione da secoli. Il nome "domino" deriva dalla somiglianza dei pezzi con le maschere del carnevale veneziano. Queste maschere erano conosciute come domini, che erano bianche con macchie nere. Queste maschere, a loro volta, furono chiamate perché assomigliavano ai cappucci invernali dei sacerdoti francesi, che erano neri all'esterno e bianchi all'interno. Il nome deriva in definitiva dalla parola latina dominus, che significa "signore" o "maestro".

Sosterrò che non è molto difficile credere e forse non è nemmeno una coincidenza che quando prendi la responsabilità dei viaggi della tua vita stabilendo i tuoi obiettivi e creando i tuoi domino, diventi il ​​signore e il padrone, il dominus, di il tuo destino.

Francamente amo gli arcobaleni e mai nei miei sogni più sfrenati ho mai pensato che avrei scelto il domino sugli arcobaleni. Tuttavia, questa è davvero la mia scelta.

I prossimi articoli si concentreranno maggiormente su questa teoria del domino, sul processo e su come sviluppare i tuoi obiettivi in ​​modo centrato sui principi per migliorare il tuo senso di spiritualità e di autorealizzazione.
Rimanete sintonizzati…

Mi piacerebbe che tu mi seguissi su Twitter Seguimi su instagram @ Neil.Farber
Come la mia pagina Facebook The Key to Achieve
Dai un'occhiata al mio libro più nuovo, The No Blaming Zone
Dai un'occhiata al mio libro, Making Lemonade: 101 Recipes to Convert Negatives in Positives.
Si prega di consultare il mio sito web www.NeilFarber.com

Solutions Collecting From Web of "Domino contro arcobaleni"