Dogtologia: un nuovo libro sulla nostra ossessione con i cani

Qualche settimana fa ho ricevuto alcune e-mail su un nuovo libro di Jeff Lazarus intitolato Dogtology: Live. Abbaiare. Credi Non ne avevo mai sentito parlare prima, quindi essendo un amante dei cani ossessionato e avido studioso di antropologia (lo studio delle relazioni uomo-animale), l'ho ordinato e non vedevo l'ora di leggerlo. Ecco una breve descrizione di questo libro divertente e stimolante.

Cos'è la dogtologia?

Dog · tol · o · gy è un sostantivo che ha due componenti:
1. La credenza nel cane.
2. Il sistema di rituali, pratiche e comportamenti assunti dai dogtologi.

La descrizione del libro recita: " Mastica su questo . Come esseri umani, abbiamo un profondo bisogno di credere. . . un bisogno di relazionarsi con qualcosa di più grande e più ideale di noi stessi. Forse è per questo che così tanti milioni credono in Dog. La devozione dell'uomo a Cane è arrivata a rivaleggiare con i grandi -ismi e le -ologie del mondo. Questo è andato ben oltre un hobby. Non adoriamo letteralmente i cani, ma veniamo paurosamente vicini. Questa rabbiosa riverenza per Rover ha un nome: si chiama Dogtology . La dogtologia è per l'amante dei cani che ha messo in libertà un appuntamento perché non volevano che Twinkles fosse lasciato a casa da solo, per l'umano il cui cane possiede un guardaroba più festivo di quello che fa, coloro i cui cuccioli cenano con hamburger di bisonte all'aperto mentre vivono di ramen, o i cui smartphone hanno più foto del loro cane che degli umani nella loro famiglia. Vivere. Abbaiare. Credi La dogtologia è un'esplorazione umoristica della devozione fanatica dell'uomo a Dog. In questo libro, Lazarus afferma che la dogtologia è diventata un sistema di credenze ossa-a-fide alla pari delle grandi filosofie e religioni del mondo. "

Il tuo cane è su Whizzbook?

In tutta la dogtologia ci sono numerose frasi "carine" come quella sopra – "pawfully close" – e la sezione terminologica alla fine si chiama "Furminology". Qui vediamo voci come "barktism", "Book of Fleas", "Dog-ma", "Dogtologist", "pawspective", "storypeeing" e "Whizzbook". Whizzbook è "il vero social network per cani su cui i cani" postano commenti quotidiani tramite storypeeing "(p 171).

I cani non sono delle liste vuote: non sono amanti incondizionati né vivono nel momento

Sono felice di aver letto Dogtology, ma, a mio modesto parere, è un miscuglio. È una lettura divertente e sicuramente mi sono ritrovato a ridacchiare qua e là ea pensare alla mia ossessione per i tanti cani con cui ho condiviso la mia casa e la mia vita. Queste sono esperienze che non scambierei per gli altri.

Tuttavia, perché è essenziale presentare i cani come esseri che sono veramente e, poiché ho studiato i cani per decenni e ho letto ossessivamente quello che altri ricercatori scrivono sui cani, ci sono state alcune affermazioni che mi hanno fatto rabbrividire. Come ho sottolineato in un precedente saggio intitolato "Butts and Noses: Secrets and Lessons from Dog Parks", molti -molti miti sui cani prevalgono e si perpetuano in saggi e libri popolari su questi esseri straordinari.

Così, ad esempio, nel capitolo intitolato "IL LIBRO DELLE OSSA", scrive Lazarus, "Quando ci pensi, le cose che riceviamo ogni giorno da Dog sono le stesse cose che in genere cerchiamo attraverso la credenza spirituale o metafisica: l'amore , accettazione incondizionata, non giudizio, lealtà, un sentimento di collaborazione nella vita, ispirazione, coraggio, costanza e gioia. "(pagina 16)

Sono d'accordo che molte persone prendono molte di queste cose dai cani, tuttavia, i cani non accettano incondizionatamente gli umani. In effetti, sono piuttosto selettivi e snub significa persone. Discutono tra gli umani proprio come discriminiamo tra i cani. Il signor Lazarus scrive anche: "Il cane ama incondizionatamente" (p.19). Anche se i cani potrebbero a volte amare "troppo", sono molto attenti a chi aprono. Chiunque abbia salvato un cane abusato sa quanto può essere selettiva. Pensare ai cani come a liste vuote e come "amanti incondizionati" travisa chi sono realmente.

Un'altra esagerazione in Dogtologia può essere trovata nella sezione chiamata "Le dieci qualità nobili del cane". Qui, il signor Lazarus scrive, "Dog Lives in the Moment", (17), prosegue dicendo: "Esiste un cane nell'ora . Non nei cinque minuti fa. Non nel domani. L' ora . "Tuttavia, non è così. Come ho scritto in "Butts and Noses", il passato influenza chiaramente il comportamento di un cane, basta chiedere a chiunque abbia salvato un cane maltrattato. E pensano al futuro – guardano un cane correre verso la porta d'ingresso quando il loro umano dice qualcosa del tipo "Wanna walk?" O un cane che aspetta un frisbee o una palla da lanciare e guarda loro tracciare la traiettoria, anche se il monitoraggio potrebbe non essere cosciente, anche negli umani. Nulla è davvero perso per il carattere fantastico di molti cani, riconoscendo che la vita di un cane, come la nostra, è influenzata dal suo passato e da cosa pensano del futuro.

Infine, mentre comprendo perché l'autore usa la parola "cane" piuttosto che "cani", l'uso del "cane" ignora le singole personalità dei cani, un tratto che molti trovano così affascinante. Parlare di "cane" può spesso essere fuorviante e pericoloso. Un cane non è un cane non è un cane … Tuttavia, ancora una volta, riconoscere le differenze individuali tra i cani non diminuisce in alcun modo il loro fascino. Possiamo ancora essere "religiosi" riguardo a questi esseri affascinanti.

Sicuramente, i cani condividono apertamente con noi molte cose su ciò che sanno e su ciò che pensano e sentono, e dobbiamo solo essere abbastanza acuti e abbastanza pazienti da capire tutto. Sicuramente possiamo imparare molto dalla gentilezza dei cani (vedi "La gentilezza dei cani: il nuovo libro spiega perché Cesar's Gotta Go").

I cani sono anche dei meravigliosi catalizzatori sociali e magneti sociali, e questi tratti possono anche aiutarci a imparare molto su noi stessi. E, sì, il signor Lazarus ha ragione sul punto di notare che possiamo soffrire di "deprivazione dei cagnolini" (pag.148) e che numerose persone sono totalmente prese con i cani e interagiscono con loro con zelo religioso, spesso a detrimento delle loro relazioni con altri umani.

Anche i "The Seven Dudly Sins" di Lazarus (p.153) sono piuttosto interessanti. Questi includono: "Rinnegando la promessa di una passeggiata, rimuovendo il cane che dorme da un letto o da un divano, non lasciando cadere deliberatamente gli scarti durante la preparazione del cibo, usando l'aspirapolvere, sempre, in qualsiasi momento, fermando lo scozzone di un cane mentre è in corso- specialmente quando i visitatori sono nella stanza, comprando una lettiera coperta (cioè a prova di snack), e facendo la palla finta. "Se i cani non pensassero al futuro, perché" Reneging on a promise of a walk " o "Fare il lancio di una palla finta" sono dei peccati impertinenti?

Come ho scritto sopra, mi è piaciuto Dogtology . Il mio suggerimento è per i lettori di divertirsi con i cani e riflettere su ciò che i cani significano per loro. Anche se alcuni dei tratti su cui il signor Lazarus scrive non sono universali per tutti i cani, questo non significa che i cani significino meno per i milioni di persone che hanno la fortuna di condividere le loro vite con questi meravigliosi animali. So che i molti cani con cui ho condiviso la mia vita hanno reso molto meglio di quanto sarebbe stato assente la loro compagnia. Li ringrazio con tutto il cuore per aver condiviso le loro vite con me.

Gli ultimi libri di Marc Bekoff sono la storia di Jasper: salvare gli orsi della luna (con Jill Robinson), ignorare la natura non di più: il caso della conservazione compassionevole , perché i cani gobba e le api si deprimono e risveglia i nostri cuori: costruire percorsi di compassione e convivenza. L'effetto Jane: la celebrazione di Jane Goodall (edita con Dale Peterson) è stata recentemente pubblicata. (marcbekoff.com; @MarcBekoff)

Solutions Collecting From Web of "Dogtologia: un nuovo libro sulla nostra ossessione con i cani"