Divorzio Uguaglianza

Il Dr. Jack Drescher interverrà alla conferenza, First Comes Love, Then Comes Divorce: lavorare con le famiglie LGBTQ sabato 7 marzo al William A. White Institute. Clicca per registrarti.

John Hovhannes, Used with Permission
Fonte: John Hovhannes, usato con permesso

Di Jack Drescher, MD

È possibile che la Corte Suprema degli Stati Uniti renderà presto l'uguaglianza dei matrimoni la legge della terra. Se è così, i tribunali di 50 stati si occuperanno di divorzi gay. Mentre c'è molta stampa sul matrimonio gay, c'è molto meno segnalazione di divorzi gay.

Diversi anni fa ho trattato un omosessuale di mezza età che aveva da poco rotto con il suo partner a lungo termine. Poiché il matrimonio legale gay non era disponibile al momento, non c'era il divorzio legale. Tuttavia, la rottura, sebbene amichevole, era piuttosto dolorosa.

Nessun incidente particolare li aveva portati a separare: erano semplicemente andati in pezzi. Infatti, un anno prima della scissione, hanno comprato una casa per il weekend insieme. La mia paziente ha ricevuto la proprietà nel suo accordo di separazione e stava avendo problemi a venderlo. Questo derivava principalmente dalla riluttanza a parlare con il suo avvocato o ad affrontare il problema, anche se tenere la casa era una fuga emotiva e finanziaria che gli impediva di andare avanti con la sua vita.

Ho chiesto al paziente cosa potrebbe trattenerlo? Ogni volta che pensava alla casa, sentiva un misto di rabbia, disperazione e ansia che gli faceva pensare che stesse diventando "pazzo". O come diceva lui, "Penso di essere stato psicotico quando abbiamo comprato quella proprietà."

Chiesto di spiegare, ha detto che lui e il suo ex-compagno stavano avendo delle difficoltà di vecchia data quando hanno comprato la casa. Tuttavia, il mio paziente pensava che avere un posto per il fine settimana nel paese potesse essere d'aiuto. "Era pazzesco", ha aggiunto ancora una volta.

Ho chiesto come acquistare una casa per il weekend per salvare una relazione fosse diverso da una coppia eterosessuale che cerca di salvare il loro matrimonio avendo un bambino? Potrebbe essere mal consigliato, ma non era affatto insolito, per non dire psicotico.

La sua ansia diminuì improvvisamente e disse, "Non ci avevo mai pensato." Poi ricordò che quando la sua relazione finì, pensò che era perché "l'omosessualità non funziona".

Ho pensato che fosse terribilmente oneroso credere che la fine della propria relazione rappresentasse un'accusa alla propria sessualità. Mi chiesi ad alta voce se gli eterosessuali, quando divorziassero, sentissero che la dissoluzione dei loro matrimoni significava che l'eterosessualità non funziona. Dato l'alto tasso di divorzi negli Stati Uniti, tali credenze potrebbero significare la fine del sesso come lo conosciamo. Questo lo fece ridere.

Dopo diverse altre sessioni di esplorazione della sua fede irrazionale, iniziò a lavorare per risolvere le sue difficoltà legali. Ha venduto la casa e ha incontrato un nuovo partner. Alla fine hanno comprato una nuova casa insieme e al momento della fine del trattamento, erano ancora insieme.

Il divorzio di Lisa Miller e Janet Jenkins non ha avuto un lieto fine. Due donne della Virginia che si trasferirono nel Vermont nel 2000, entrarono in un'unione civile, una forma di "matrimonio" offerta agli omosessuali in alcuni stati prima che fosse disponibile la piena uguaglianza matrimoniale.

I Miller-Jenkins, come sono venuti a sapere, avevano una figlia, Isabella, nel 2002. Lisa era la madre biologica. L'anno seguente decisero di "sciogliere" la loro unione civile. Sebbene non abbia personalmente esaminato nessuno dei due, il periodo di tempo che intercorre tra la nascita del figlio e lo scioglimento suggerisce che avere un figlio potrebbe essere stato uno sforzo per salvare la loro relazione.

I tribunali del Vermont li trattavano come una coppia sposata e dava loro entrambi i diritti di custodia. Tuttavia, nel 2004 Lisa riportò Isabella in Virginia. Lì ha avuto un cambiamento di mentalità religiosa ed è diventata una "ex-gay". Questo mi fa pensare che forse come la mia paziente, Lisa è anche arrivata alla conclusione che "l'omosessualità non funziona" dopo che la sua relazione è finita. In ogni caso, ha rifiutato di consentire le visite dall'altra mamma di Isabella, Janet, che era ancora gay.

Molte azioni legali sono seguite da rappresentanti di entrambe le parti provenienti da gruppi nazionali che sostengono e si oppongono al matrimonio gay. Alla fine, né la Virginia né le Corti Supreme degli Stati Uniti avrebbero annullato le corti del Vermont e avrebbero sostenuto la posizione di Lisa secondo cui Janet non aveva diritti parentali. Con una mossa senza precedenti, un giudice del Vermont ha concesso l'affidamento esclusivo a Janet dopo che Lisa ha continuato a sfidare i suoi ordini in merito alle visite.

Poco dopo, Lisa fuggì dal paese con Isabella in Nicaragua e si pensa che siano lì fino ad oggi.

Chiaramente, i divorzi gay, come quelli eterosessuali, sono dolorosi. Che siano amichevoli o acrimoniosi, possono provocare sentimenti di dubbio, dispiacere, perdita di autostima, insicurezza finanziaria e risentimento verso un ex partner amoroso. E sfortunatamente, a volte creano titoli sensazionali.

Jack Drescher, MD, è un analista di formazione e supervisione, William Alanson White Institute. Fa parte del gruppo di lavoro dell'Organizzazione Mondiale della Sanità sui disordini sessuali e la salute sessuale che rivede l'ICD-11 e fa parte del gruppo di lavoro DSM-5 sui disordini sessuali e di identità di genere. È un frequente portavoce dei media su questioni di genere e sessualità.

Solutions Collecting From Web of "Divorzio Uguaglianza"