Diversità reale significa disaccordo

La diversità è una delle grandi parole d'ordine degli ultimi decenni. Le istituzioni, sia pubbliche che private, spesso si sforzano di sottolineare le loro posizioni inclusive e il cast colorato di uno staff. Da molto tempo, però, ho notato che le manifestazioni della diversità sono piuttosto bizzarre in un aspetto importante: si concentrano quasi sempre sulla diversità nei regni della razza e del genere. Il messaggio alla base di tali dimostrazioni sembrerebbe suggerire che uomini e donne, o membri di diversi gruppi etnici, siano, sotto alcuni aspetti psicologici rilevanti, diversi l'uno dall'altro. La cosa strana di questa idea è che, come molte delle stesse persone potrebbero anche voler sottolineare, c'è meno diversità tra quei gruppi rispetto a loro, mentre altri sono del tutto a disagio con l'affermazione del sesso o delle differenze razziali fin dall'inizio. I sentimenti ambivalenti che molte persone hanno intorno a questo messaggio sono stati ben ripresi dal Principal Skinner su The Simpsons :

"Sono le differenze … di cui … non ce ne sono … che rendono l'identità … eccezionale"

Indipendentemente da come ci si sente su una simile premessa, resta il fatto che la diversità di razza o genere di per sé non è ciò che le persone stanno cercando di massimizzare in molti casi; stanno cercando di aumentare la diversità di pensiero (o, come Maddox ha detto molti anni fa: "le persone che sembrano diverse devono pensare diversamente a causa di ciò, altrimenti perché diavolo abbracciano qualcosa? Perché non dare per scontato che la diversità provenga dall'interno, indipendentemente dal colore della pelle, sesso, età o religione? ")

relooketmoi.com
Affittare quella sedia a rotelle è stato un bel tocco, ma è ora di alzarsi e restituirlo prima di perdere il deposito
Fonte: relooketmoi.com

Se la diversità in prospettiva è ciò che la maggior parte della gente cerca dopo aver parlato della ricerca della diversità, sembra che sarebbe un passo ragionevole per valutare direttamente le prospettive della gente, piuttosto che provare a usare proxy per essa, come razza e genere (o abbigliamento, o acconciature, gusti musicali o …). Se, ad esempio, si assumevano un certo numero di persone per un lavoro che comportava la risoluzione di problemi, è possibile che la persona che fa l'assunzione scelga un gruppo di uomini e donne di razze diverse che finiscono per pensare a cose in allo stesso modo: non solo i dipendenti avrebbero probabilmente lo stesso tipo di background educativo, ma probabilmente avrebbero anche interessi comparabili da quando hanno fatto domanda per lo stesso lavoro. Oltre a questa somiglianza iniziale, la persona che fa le assunzioni potrebbe essere parziale nei confronti di coloro che hanno punti di vista gradevoli. Dopo tutto, perché dovresti assumere qualcuno con una prospettiva che non sei d'accordo? Sembra che quella decisione renderebbe il lavoro molto più spiacevole durante le operazioni quotidiane dell'azienda, anche se non è rilevante per il lavoro che svolgono.

Parlando di aree in cui la diversità di pensiero sembra essere carente sotto certi aspetti, un interessante nuovo documento di Duarte et al (2015) fa emergere la proposizione che la psicologia sociale – come campo – non è tutto ciò che è politicamente diverso, e questo è probabilmente qualcosa di un problema per la qualità della ricerca. Ad esempio, se si può dire che gli psicologi sociali siano un gruppo politicamente piuttosto omogeneo, ciò potrebbe portare a domande particolari (e importanti) che non vengono poste come risultato di quella risposta che potrebbe dare spazio alle immagini dei liberali e dei loro rivali politici. Dopo tutto, se le conclusioni della ricerca psicologica, per una felice coincidenza, tendono a dimostrare che i liberali (e, per estensione, i ricercatori liberali che lo conducono) capita di avere una solida comprensione della realtà, mentre le loro controparti più conservatrici sono irrimediabilmente prevenute e delirante, tanto meglio per l'immagine pubblica del gruppo liberale; Peggio per il valore di verità della ricerca psicologica, tuttavia, se questi risultati si ottengono chiedendo solo degli scenari in cui i conservatori, ma non i liberali, hanno probabilmente un aspetto parziale. Se alcune ipotesi liberali su ciò che è giusto o buono sta modellando la loro ricerca per indicare determinate direzioni, finiremo per fare una serie di conclusioni interpretative ingiustificate.

I problemi potrebbero aumentare ulteriormente se la ricerca che pretende di fornire conclusioni in contrasto con determinati interessi liberali viene riesaminata con importi sproporzionati di controllo, mentre la ricerca a sostegno di tali interessi viene concessa quando i loro metodi sono equivalenti o peggiori. In effetti, Duarte et al (2015) discutono alcune buone ragioni per pensare che questo potrebbe essere lo stato delle cose in psicologia, non ultimo il fatto che un buon numero di psicologi sociali ammetteranno esplicitamente di discriminare coloro che non condividono le loro convinzioni . Quando intervistati sulla loro probabilità di voto autovalutata a favore o contro un noto candidato di lavoro conservatore (quando entrambe le alternative sono ugualmente qualificate per il lavoro), circa l'82% degli psicologi sociali ha indicato che sarebbe almeno un po 'più propenso a votare contro il noleggio conservativo, con circa il 43% che indica un grado abbastanza elevato di certezza (sopra il punto medio della scala). Questo tipo di atteggiamenti potrebbe ben dissuadere i conservatori dal voler entrare in campo, soprattutto considerando che i liberali che probabilmente discriminano contro di loro superano di gran lunga i conservatori di circa 10 a 1.

christovfx.com
"Non preoccuparti, amico; puoi prenderli '
Fonte: christovfx.com

Non mettere troppo in risalto su di esso, ma se questi indici fossero scoperti altrove – diciamo, un rapporto 10: 1 tra uomini e donne in un campo, e circa la metà degli uomini afferma esplicitamente che voterebbero contro l'assunzione di donne – I immagina che molti psicologi sociali inciamperanno su se stessi per cercare di iniettare giustizia e indignazione morale nel mix. Rispetto ad altre esplicite tendenze razziste (il 4% degli intervistati non voterebbe per un candidato presidenziale nero), o sessisti (il 5% non voterebbe per una donna), c'è un po 'di un abisso nella discriminazione. Mentre il modo in cui viene posta la domanda non è esattamente la stessa, gli psicologi sociali potrebbero avere la stessa probabilità di voler votare per il candidato di lavoro conservatore dato che gli americani devono votare per un musulmano o un ateo se assumiamo l'equivalenza (che è dire "non molto").

È almeno promettente, quindi, vedere che le reazioni a questo documento sono state abbastanza universali, almeno riconoscendo che potrebbe esserci qualcosa di un problema di diversità politica in psicologia, sia in termini di esistenza che di possibili conseguenze. C'era più disaccordo riguardo alla causa di questo problema di diversità e se includere menti più conservatrici aumenterebbe la qualità della ricerca, ma c'è da aspettarselo. Io – come gli autori – sono abbastanza felice che persino gli psicologi sociali, in generale, sembrano accettare che la psicologia sociale non è tutto ciò che è politicamente diverso e che una tale situazione è probabile – o almeno potenzialmente – dannosa per la ricerca in alcuni rispetta (ancora un altro esempio in cui gli stereotipi sembrano seguire bene la realtà).

Detto questo, c'è un altro punto a cui voglio attirare l'attenzione. Come ho detto all'inizio, cercare la diversità per amore della diversità è un'iniziativa inutile, e certamente non è garantito il miglioramento della qualità del lavoro prodotto. Questo è il caso indipendentemente dai criteri in base ai quali vengono selezionati i candidati, siano essi fisici, politici o qualcos'altro. Ad esempio, i dipartimenti di psicologia potrebbero cercare di assumere persone appartenenti a una varietà di diversi gruppi culturali o etnici, ma a meno che quelle nuove assunzioni siano migliori nel fare psicologia , questa diversità non migliorerà i loro prodotti. Allo stesso modo, i dipartimenti di psicologia potrebbero cercare di assumere persone in possesso di laurea in altri campi, come l'informatica, la chimica e le belle arti; questo probabilmente aumenterebbe la diversità di pensiero in psicologia, ma poiché ci sono molti più modi di fare psicologia povera di quanto non ci sia di fare una buona psicologia, questa diversità di background non sarebbe necessariamente desiderabile.

pinterest.com
Dì "Ciao" ai tuoi nuovi collaboratori
Fonte: pinterest.com

In parole povere, non vorrei che la gente iniziasse a ingaggiare quelli di gruppi non liberali in numero maggiore e credono che questo, di fatto, migliorerà la qualità della loro ricerca. Più in particolare, mentre una maggiore diversità politica potrebbe, in una certa misura, ridurre il numero di progetti di cattiva ricerca diluendo o controllando i pregiudizi liberali esistenti, non so che aumenterebbe sostanzialmente il numero di buoni articoli; i numeri relativi potrebbero cambiare, ma sono più interessato agli assoluti, in quanto un campo che non riesce a produrre ricerca di qualità in quantità sufficienti non sta dimostrando molto valore (proprio come il ragazzo senza un particolare fallimento non offre necessariamente molto come una prospettiva di incontri). Nella mia visione umile (e senza dubbio distorta, ma non necessariamente errata), esiste una dimensione importante del pensiero, sulla quale non desidero che gli psicologi differiscano, e cioè nella loro applicazione della teoria evolutiva come base guida per il loro lavoro. La teoria evolutiva non solo consente di trovare aspetti precedentemente non apprezzati del funzionamento psicologico attraverso considerazioni di valore adattativo, ma consente anche di costruire sulla ricerca precedente in modo significativo e per sradicare efficacemente le assunzioni sottostanti problematiche. In questo senso, anche i progetti di ricerca falliti possono contribuire in modo più significativo se inquadrati in una prospettiva evolutiva, rispetto a progetti falliti che ne mancano uno.

La teoria evoluzionistica non è affatto un toccasana per il problema del pregiudizio; le persone a volte rimangono intrappolate nel tentativo di razionalizzare comportamenti o preferenze che approvano moralmente – come l'omosessualità – come adattivi, per esempio. Nonostante ciò, non spero particolarmente di vedere una diversità di prospettive in psicologia riguardo al linguaggio teorico che tutti dovremmo parlare a questo punto. Ci sono molti altri modi di pensare alla psicologia in modo improduttivo rispetto a quello di farlo bene, e una maggiore diversità in questi aspetti renderà una scienza molto più debole.

Riferimenti: Duarte, J., Crawford, J., Stern, C., Haidt, J., Jussim, L., e Tetlock, P. (2015). La diversità politica migliorerà la scienza psicologica sociale. Behavioral & Brain Sciences, 38 , 1-58.

Solutions Collecting From Web of "Diversità reale significa disaccordo"