Disumanizzazione e somiglianza tra uomo e uomo

Le nostre relazioni con altri animali sono complesse, frustranti, provocatorie e si diffondono dappertutto. Ho scritto su questo in molti saggi diversi. È chiaro che abbiamo bisogno di un ampio programma di ricerca per arrivare a una comprensione più completa di chi siamo e di chi "loro" sono altri animali.

Recentemente ho parlato con Katherine Schrieber, una redattrice dello staff di Psychology Today, sul campo in rapida crescita degli studi sugli animali umani (vedi anche) e mi ha chiesto se avevo sentito della ricerca di Gordon Hodson e dei suoi colleghi all'Università di Brock in Santa Caterina, Ontario, Canada e io non avevamo (vedi anche). Katherine mi ha inviato una copia di un lavoro di Kimberly Costello e il professor Hodson intitolato "Esplorare le radici della disumanizzazione: il ruolo della somiglianza animale-umana nella promozione dell'umanizzazione degli immigrati" e ha aperto un nuovo mondo di idee per studiare non solo l'uomo-animale relazioni ma anche relazioni umano-umane. Sappiamo ancora poco delle origini della disumanizzazione, sebbene sia piuttosto diffusa sui miei fronti.

Un abstract di questo articolo può essere visto qui e sono certo che il Professor Hodson (ghodson@brocku.ca) invierebbe un PDF dell'intero saggio su richiesta.

In poche parole, Costello e Hodson erano interessati a quali fattori portarono all'umanizzazione degli immigrati e scoprirono che "le credenze che gli animali e gli umani sono relativamente simili erano associate a una maggiore umanizzazione degli immigrati, che a sua volta predisse atteggiamenti immigrati più favorevoli … Sottolineando gli animali come simile agli umani (rispetto agli umani come agli animali, o alla divisione uomo-animale) ha portato a una maggiore umanizzazione degli immigrati (anche tra le persone altamente prevenute). "(la mia enfasi)

Scrivono anche (pagina 19): "Riconoscendo che l'accresciuta deumanizzazione e il pregiudizio immigrato derivano da una spaccatura esagerata tra uomo e animale, diventa ora imperativo determinare quando e come si sviluppano le convinzioni sulla superiorità umana o sull'inferiorità animale. I bambini sono socializzati ad approvare le percezioni della superiorità umana rispetto ad altri animali attraverso l'influenza dei genitori, insegnamenti religiosi, tradizioni culturali e / o esperienze con industrie che condonano lo sfruttamento di animali non umani. Queste pratiche di socializzazione presumibilmente portano i bambini ad approvare la "legittimità" culturale di dominare, vittimizzare o ignorare la difficile situazione degli animali non umani. "

Riumanizzare e riaprire

Gli autori scrivono anche sull'importanza di outgroup "reumanizzanti". Ho scritto sulla falsità dell'eccezionalismo umano altrove e le loro intuizioni mi sono molto utili mentre medito su come possiamo e dobbiamo risistemare i nostri cuori e ricollegarci con altri animali (spesso pensati come outgroups come gli immigrati) e la natura nel complesso.

Non vedo l'ora di fare molte più ricerche in quest'area impegnativa.

Nota: un altro saggio estende la ricerca di Hodson e dei suoi colleghi. Nell'abstract di questo articolo scrivono: "Paragonare gli animali all'uomo espande la preoccupazione morale e riduce lo specismo; tuttavia, confrontare gli umani con gli animali non sembra produrre questi stessi effetti. "

Solutions Collecting From Web of "Disumanizzazione e somiglianza tra uomo e uomo"