Districarsi dalla dipendenza della persona amata

La scorsa settimana nel gruppo della nostra amata, Lois, che fa volontariato ad Haiti con il suo gruppo di chiesa, ha raccontato questa storia. "Un giorno mentre stavo camminando per la città mentre andavo a mangiare un boccone mi sono imbattuto in una capra aggrovigliata. Ero stanco e non mi andava di occuparmene. Ma mi sentivo per il piccoletto. Così sono andato oltre e ho districato le corde che si attorcigliavano intorno a lui. Pensandoci più tardi, ho riconosciuto che, come la capra, anch'io ero aggrovigliata nell'alcolismo di mio marito. Aggrovigliato in modo preoccupante, controllante, fastidioso e cercando di aggiustarlo. Ora capisco che non importa quanto io ami mio marito, non posso districarlo. Solo lui può farlo. Questo non vuol dire che di tanto in tanto non mi leghi ancora a nodi. Ma lo faccio meno e sto lavorando duramente per liberarmi dall'abilitazione. "Annuiamo in segno di approvazione. Siamo anche "tutti aggrovigliati". E ci identifichiamo con l'obiettivo di Lois di liberarsi dalla co-dipendenza.

Ecco un'altra storia che di solito fa ridere. Un uomo sedeva sotto un albero pieno di piccioni. I piccioni hanno fatto quello che sanno fare meglio. L'uomo urlò loro e si allontanò. Ma poi si rese conto che i piccioni stavano facendo quello che fanno perché erano piccioni e non perché si trovasse sotto l'albero in quel momento. Quelli con disturbi da abuso di sostanze faranno quello che sanno fare meglio: bere e drogarsi. E i cari, come l'uomo seduto sotto l'albero, gridano, tormentano e rimproverano invece di distaccarsi e di togliersi di mezzo. Ancora una volta, ci identifichiamo con la rabbia dell'uomo e riconosciamo la sua esasperazione in questa situazione di non-vittoria. "I piccioni fanno quello che fanno i piccioni", ci ricorda di farsi da parte per proteggerci.

In The Storyteller's Secret, Carmine Gallo scrive: "Se il sé è una storia, allora siamo tutti narratori. Prima lo accettiamo, prima potremo iniziare a lavorare sul modo di plasmare il nostro futuro. "Nel gruppo della mia amata, cerchiamo di modellare un futuro libero dallo stigma della dipendenza e dal peso della co-dipendenza. Coltiviamo relazioni sane basate sulla fiducia. Le storie ci aiutano a costruire la fiducia (che è gravemente carente nelle nostre relazioni con le persone care dipendenti). Inoltre ispirano, persuadono e motivano. Possono aiutarci a guarire.

Ecco parte della mia storia. Mio figlio adulto è andato alla deriva dai margini per molti anni. Dentro e fuori dalla riabilitazione. Dentro e fuori dal recupero. Ad un certo punto ha finito i soldi ed è tornato a casa. "A una sola condizione," dissi. "Devi trovare un lavoro e stare lontano dalle droghe e dalle persone che usano." Concordò. Le cose sono andate bene per alcuni mesi, ma poi ho notato alcuni cambiamenti. Ha avuto un lavoro di fast food e l'ha perso. Mi ha assicurato che cercava attivamente un altro. Lui non era. Alcune notti non è tornato a casa. Ho perso il sonno preoccupandomi di essere stato in un incidente d'auto o peggio. Poi un giorno stavo sferragliando nella mia scatola di gioielli e ho notato che il mio fidanzamento e le mie fedi nuziali mancavano. Dopo molto scherzo da parte mia, alla fine ha ammesso che li avrebbe pegni. Mi sono sentito umiliato quando l'ho trascinato a T and L Pawn Shop per recuperare i miei anelli. Era alto e agiva. Ho cercato di calmarlo. Siamo stati quasi espulsi. Alla fine ho pagato la tassa e siamo partiti. Ha continuato a continuare e quando siamo arrivati ​​a casa, ha guidato via nella sua auto. Quella notte non riuscivo a dormire. La mattina dopo ho fatto i bagagli in sacchetti di plastica, ho inciso una busta con una banconota da venti dollari e il numero di telefono di un rifugio per senzatetto in una borsa, e li ho sistemati sulla veranda. Poi ho chiamato un fabbro per cambiare le serrature nella mia casa. I buddisti definiscono un tale momento di chiarezza "Right View". È un momento in cui ammetti quella verità della tua situazione. Altri potrebbero etichettarlo come "fondo", "l'ultima goccia" o "Ne ho avuto abbastanza". Indipendentemente dall'etichetta, la mia decisione è stata un importante primo passo verso l'auto-cura. Poi di nuovo, mi sono distaccato dalla rabbia, non dall'amore.

Diverse settimane dopo ha chiamato. Gli dissi che lo amavo, che la sua famiglia lo amava e che saremmo lì per lui quando decise di diventare sano e pulito. Anche quando il nostro rapporto è stato più danneggiato, gli ho sempre detto che l'ho amato e incoraggiato a ricevere aiuto. Alla fine, ha avuto il suo momento di chiarezza ed è andato in trattamento e dopo cura. Il nostro è stato un lungo viaggio. Mio figlio è in recupero da tre anni. Non tutte le storie hanno lieto fine e il mio potrebbe ancora andare dall'altra parte.

In Wired for Story , Lisa Crom cita lo psicologo cognitivo Steven Pinker che dice: "Senza un obiettivo tutto è privo di significato". Condividere le nostre storie nel gruppo di persone care può aiutarci a connetterci ed entrare in empatia e muoverci verso l'obiettivo dell'auto-cura. Possiamo imparare come interagire con i nostri cari in modi utili piuttosto che dannosi. Come possiamo impostare i confini, staccarci con amore e comunicare in modo efficace?

Possiamo apprendere queste abilità lavorando con un terapeuta professionista, parlando con un amico fidato, praticando consapevolezza e meditazione, partecipando a gruppi (dodici o più passi), imparando il più possibile sulla dipendenza, leggendo libri, articoli e blog mirati ai propri cari (link). Ho trovato informazioni dal Centro per la motivazione e il cambiamento (link) per essere particolarmente utile. Insegna le capacità di auto-cura, le abilità per aiutare la persona amata a cambiare e i modi per ridurre l'uso di sostanze della persona amata, indipendentemente dal fatto che ottengano o meno un trattamento formale.

Le storie modellano le nostre vite e le vite dei nostri ascoltatori. Le storie di superare gli ostacoli offrono speranza. La speranza è la base della ripresa. Fatti e cifre chiariscono ma le storie aiutano le persone ad agire. Possiamo imparare a districarci dalla presa stretta della dipendenza nelle nostre menti e nei nostri cuori.

Solutions Collecting From Web of "Districarsi dalla dipendenza della persona amata"