Disoccupazione e crimini commessi contro i nostri figli

La scorsa settimana, il Dipartimento del lavoro ha riferito che 11,1 milioni di americani sono disoccupati, il 50% in più rispetto a un anno fa.

Potresti non aspettarti che questa statistica governativa venga riportata da Psychology Today, ma è di vitale importanza per i padri, le madri e il futuro dei nostri figli.

Il New York Times, per fare un esempio conveniente, ha estratto a fondo le cifre del Dipartimento del lavoro nella sua storia in prima pagina. Se si includono i lavoratori part-time che sono alla ricerca di lavoro a tempo pieno, il tasso di disoccupazione a dicembre era del 13,5 per cento, quasi uno su sette lavoratori. Ogni settore, ad eccezione dell'assistenza sanitaria e dell'istruzione, ha tagliato i suoi libri paga dei dipendenti. [Interessante a parte: le due eccezioni, l'assistenza sanitaria e l'istruzione, rappresentano due parti dell'economia che riguardano direttamente i nostri figli.]

Il Times continua con tabelle di cifre che spiegano le cifre, ma ignora l'unico punto cruciale di interesse per quelli di noi che si preoccupano delle famiglie: ogni lavoro perduto, ogni lavoratore scoraggiato incapace di trovare un lavoro e ogni part-time alla disperata ricerca di il lavoro a tempo pieno rappresenta potenzialmente una famiglia che sta per sprofondare nella povertà.

Le devastanti conseguenze della povertà sui bambini sono state ben documentate. I bambini poveri hanno maggiori probabilità di abbandonare la scuola, essere coinvolti in reati, abusare di droghe o alcool e finire in prigione.

E nuovi rapporti compaiono tutto il tempo. Proprio il mese scorso, Robert Knight dell'Università della California, Berkeley e colleghi hanno riferito che il cervello dei poveri di 9 e 10 anni assomigliava al cervello dei sopravvissuti all'ictus. Test elettrofisiologici sui bambini poveri e confronti con i bambini più ricchi hanno rivelato che i bambini poveri presentavano deficit dell'attenzione simili a quelli dei pazienti con danno cerebrale prefrontale alla corteccia cerebrale.

Mentre il Times analizza l'industria al dettaglio e beni e servizi non agricoli, potremmo dare un'occhiata più da vicino alle famiglie quando si considera l'economia vacillante.

Ci penso in questo modo: ogni lavoro perso potrebbe rappresentare una famiglia che sta per cadere in povertà. Ogni lavoro smarrito ha un effetto potenzialmente paralizzante sul futuro dei nostri figli.

Gli avidi finanzieri di Wall Street e criminali agenti immobiliari e istituti di credito che hanno creato questa crisi portano la responsabilità per la vita di questi bambini. Così fanno i regolatori governativi corrotti che avrebbero dovuto fermarli.

La truffa da 50 miliardi di dollari di Bernie Madoff non è nulla in confronto ai crimini commessi contro i nostri figli.

Solutions Collecting From Web of "Disoccupazione e crimini commessi contro i nostri figli"