Disgustoso, disonesto, dannoso: Newsweek ti chiama "The John Next Door"

Se non hai mai pagato una prostituta per sesso, potresti essere sorpreso di leggere che Newsweek si riferisce a te come un "John accanto" – un "uomo che compra sesso". Dovresti assolutamente dare un'occhiata a questo articolo disonesto sulla ricerca ingannevole .

Per il suo studio, il lavoro sessuale auto-descritto "abolizionista" e nemico della pornografia, Melissa Farley, ha intervistato 201 uomini, tentando di mostrare i tratti contrastanti degli uomini che "comprano sesso" e quelli che non lo fanno. Ma le sue categorie sono definite in modi che distorcono i risultati e supportano il suo programma ideologico.

Gli "acquirenti del sesso" sono definiti come uomini che "hanno comprato" sesso da prostitute, escort, massaggiatori o prostitute (anche una volta, un miliardo di anni fa), o chiunque abbia scambiato "qualcosa di valore" per un atto sessuale . Quindi, questa categoria è piuttosto debole.

Ancora più importante, i "non-sex buyer" non sono semplicemente uomini che non hanno comprato sesso, come la definisce Farley in precedenza. Piuttosto, per qualificarsi per questa categoria, un uomo deve anche "non avere acquistato sesso telefonico", non è andato a uno strip club più di una volta nell'ultimo anno, non ha comprato una lap dance e non ha usato la pornografia più di una volta nella scorsa settimana. Farley nota che anche solo quest'ultimo criterio – quello che lei chiama "uso raro del porno" – sostanzialmente la sua categoria.

Quindi Farley non sta confrontando gli uomini che "comprano sesso" con uomini che non "comprano sesso". Invece, sta confrontando gli uomini che "comperano sesso" (o forse sono usciti estesamente nel mondo reale) con uomini che sono molto meno interessati praticamente a tutti gli aspetti dell'intrattenimento sessuale, e in alcuni casi presumibilmente anche alla masturbazione (come si evince dal loro "raro" o non uso del porno).

Non sorprende che Farley scopra che gli uomini meno coinvolti in tutti gli aspetti dell'intrattenimento sessuale, meno interessati al porno e, in alcuni casi, presumibilmente si masturbano di meno, hanno meno probabilità di vedere le donne sessualmente, hanno meno probabilità di avere molti partner sessuali, meno probabilità avere un conflitto sessuale con le donne, ecc. È l'equivalente di scoprire che le persone che vanno in chiesa hanno più probabilità di credere in Dio che le persone che non vanno in chiesa.

Con tutti i sociologi e sessuologi in America, l'articolo non ne cita uno solo. In qualche modo, le uniche persone qualificate per parlare della realtà e dell'impatto della prostituzione sono quelle che dedicano le loro vite alla fine. Com'è per "giusto ed equilibrato?" Newsweek chiama questa "notizia della ricerca attuale". La chiamo propaganda avvilente.

Quindi, l'articolo di quattro pagine si concentra su un singolo studio che contrappone uomini che hanno comprato o scambiato per sesso con uomini che usano raramente o mai l'intrattenimento sessuale, compresa la pornografia. Lo studio conclude che gli uomini che "acquistano sesso" sono criminali violenti che disumanizzano le donne, le osservano con rabbia e disprezzo e apprezzano la loro capacità di ferirle. Questo sarà una sorpresa se tu o il tuo coniuge guardate porno o andate in strip club. Sei tu o il tuo compagno davvero Jack The Ripper?

L'articolo di Newsweek è il loro ultimo contributo al febbrile panico sessuale americano. Vuoi altre prove? Dopo aver condannato tutte le forme legali di intrattenimento sessuale per adulti, compresa la singola forma più comune di espressione sessuale – l'uso del porno – l'articolo porta le pistole pesanti: il temibile "Sex Trafficking". Sì, un articolo che inizia a lamentare il livello di prostituzione americano. uso, e la malvagia mentalità sadica del cliente medio, passa quindi alla "tratta di esseri umani". Da lì è solo un piccolo passo verso il "traffico di minorenni".

Tutti sono d'accordo sul fatto che non ci sono dati attendibili su quanto sia grave il "traffico sessuale" negli Stati Uniti (che di per sé è un indizio della sua rarità), così gli attivisti semplicemente li inventano. La cifra più comunemente citata è "da 100.000 a 300.000", e anche il ragazzo che ha inventato questo non starà dietro di esso.

Dal New York Times a Salon.com, da Wikipedia a Newsweek, questa è la cifra citata – non 150.000, non 250.000, ma sempre "100.000-300.000" bambini americani venduti alla prostituzione ogni anno.

Ma quando i professori della University of Pennsylvania, Richard Estes e Neil Weiner, hanno inventato la cifra "100.000-300.000", non si riferivano alla prostituzione o alla tratta ACTUAL; hanno detto che i numeri "stimano il numero di bambini a rischio per lo sfruttamento sessuale commerciale".

E chi è "a rischio?" Quasi tutti tranne Beaver Cleaver: solitari, membri di una gang femmina, bambini che scappano per 24 ore, bambini transgender, bambini che vivono vicino ai confini internazionali e altri.

In risposta a una recente intervista a Village Voice, Estes dice "bambini che vengono rapiti e venduti in schiavitù? Quel numero sarebbe molto piccolo … poche centinaia di persone. "I funzionari delle forze dell'ordine americane stimano che la cifra sia inferiore a 1.000. Certamente, ciò non impedisce ai crociati professionisti e ai celebrità del fare bene come Ashton Kutcher di terrorizzare genitori, Congresso e bambini stessi con descrizioni di pericolo completamente inventate.

È troppo aspettarsi che Newsweek chieda un singolo studio che sostenga effettivamente la sua straordinaria rivendicazione sul traffico sessuale di bambini americani?

* * *

L'articolo di Newsweek è disseminato di non sequencer, contraddizioni ed emozioni presentati come fatti:
* Afferma che c'è una "domanda crescente" per la prostituzione, senza citare alcuna prova.
* Presenta comuni eccezioni bizzarre: ad esempio, una madre che commercia il corpo di sua figlia di 4 anni per droga.
* Dice "Quasi il 100% degli uomini nello studio ha detto che i minori erano sempre disponibili per l'acquisto a Boston". Poiché metà degli intervistati ha affermato di non aver mai visto una lap dance o una prostituta, come avrebbero potuto saperlo? È questo che pensi della TUA città – che "i minori sono sempre disponibili per l'acquisto"?

L'articolo di Newsweek termina con l'aspirante domanda straziante: "le persone dovrebbero avere il diritto di acquistare altri esseri umani per la gratificazione sessuale?"

E mentre il lettore è pronto a rispondere – a gridare – "NO!" E ad entrare in azione, nel mondo reale praticamente nessuno suggerisce niente sulla gente comune che "compra altri esseri umani" per qualcosa.

Nel mondo del sesso commerciale americano, le persone (alcune con meno scelte rispetto ad altre) stanno vendendo servizi, accesso e tempo (principalmente ai clienti che sono soli o che si sentono impacciati dei loro desideri). Non si può essere d'accordo sul fatto che sia un prodotto ragionevole per le persone vendere, ma è ben diverso da "acquistare altri esseri umani".

Secondo la logica dell'articolo, stiamo anche comprando esseri umani per la nostra gratificazione quando paghiamo per guardare atleti e intrattenitori. Ma sappiamo tutti che non li compreremo. Stiamo comprando il loro tempo e l'accesso alle loro esibizioni.

Con le sue distorsioni e il suo attaccamento alla paura, questo articolo è parte del problema, non della prostituzione, ma dell'analfabetismo sessuale, del panico sessuale e di una guerra generale sul sesso non vaniglia. Tutto ciò che accomuna la prostituzione, la pornografia e il traffico sessuale è una propaganda ideologica.

Sei John Next Door, o il suo compagno? Newsweek pensa che tu sia; peggio, Newsweek pensa che tu voglia odiare le donne, o sei una donna che odia se stessa. Dovresti sentirti insultato.

Solutions Collecting From Web of "Disgustoso, disonesto, dannoso: Newsweek ti chiama "The John Next Door""