Diplomatico diplomatico non diplomatico dell'America

"La schietta e sfacciata diplomazia di Hillary Rodham Clinton è stata evidente durante il suo primo viaggio come segretario di stato la scorsa settimana in Asia. Ha messo in discussione l'efficacia delle sanzioni contro la giunta repressiva in Birmania, ha parlato apertamente di una possibile crisi di successione in Corea del Nord e ha ammesso che si aspettava di fare pochi progressi sui diritti umani in Cina "ha scritto il Washington Post. Come riporta il Post, l'onesta onestà di Clinton ha offeso alcuni, specialmente quelli che credono che dobbiamo mantenere la pressione retorica sulla Cina nell'area dei diritti umani.

Tuttavia, la verità è, e questa è stata la verità per molto tempo, l'America non sta per mettere a repentaglio la sua relazione con uno dei nostri principali partner commerciali, specialmente in questi pericolosi periodi economici, per un problema che la Cina semplicemente rifiuta di spostare Normalmente, quando si parla di Cina, l'America parla duramente dei diritti umani, e poi va tranquillamente a lavorare sulle questioni economiche del pane e del burro. Ciò che era insolito era che Clinton fosse abbastanza onesto da riconoscere quale è stata la nostra politica di fatto dopo Nixon. È stato particolarmente sorprendente (e sconvolgente) per alcuni provenienti da Hillary, che è stato schietto difensore dei diritti umani, in particolare i diritti delle donne.

Mentre Hillary ha sviluppato una reputazione nella stampa per essere un intruso, persino un "bugiardo congenito", come lo ha detto il famoso William Safire del New York Times , la verità è l'opposto diametralmente opposto. Lei è sincera per colpa e lo è sempre stata. La sua speciosa reputazione di dissimulatrice crebbe durante l'inchiesta politicamente motivata di Whitewater condotta da Ken Starr. Mentre la maggior parte degli americani ricorda di essere stata trascinata di fronte a un grand jury da Starr, pochi sanno che la relazione finale dei pubblici ministeri ha rivendicato completamente entrambi i Clinton a Whitewater. La verità su Whitewater era esattamente ciò che la Clinton ha sempre sostenuto: hanno dato i loro soldi a un truffatore e sono stati presi, punto.Ma il loro esonero è stato dato tutta l'attenzione di una ritrattazione trovata a pagina 13 di un giornale, dopo anni di facciata storie di pagina sullo scandalo finto.

Se conoscessi Hillary, la sua impolitica onestà non sarebbe stata una sorpresa. Ho intervistato dozzine di persone che conoscono Hillary da decenni. "Lo dice com'è, e lei te lo darà proprio tra gli occhi" mi disse un vecchio amico ridendo e scuotendo la testa. Nelle mie numerose conversazioni c'era un consenso completo su questo punto. Soprattutto in uno stato come l'Arkansas, dove la cortesia è un premio, spicca la sua schiettezza da non prendere prigionieri.

Diversamente da Bill che, a causa del temperamento ipomaniacale, spesso dice ciò che pensa in uno slancio impulsivo di cui poi si pente, Hillary intende dire quello che dice e non si scusa mai per questo. È formidabile, dura e intimidatoria. È anche pragmatica, quindi la sua vera dichiarazione politica sulla Cina. Sono questi buoni tratti nel nostro miglior diplomatico? Non lo so. Lo scopriremo. Ma onestà, forza e pragmatismo sono una combinazione potente. Con Hillary è quello che otterremo se ti piace o no. Nessuna sorpresa.

John Gartner, Ph.D., è l'autore del libro, In Search di Bill Clinton: A Psychological Biography

Solutions Collecting From Web of "Diplomatico diplomatico non diplomatico dell'America"