Dipendenza da rottura

Affrontiamolo; trattamento della dipendenza non ha avuto molto successo. Ma c'è una ragione chiara per questo: non abbiamo capito come funziona. Una volta che lo capisci, però, ci sono alcuni passaggi critici che puoi prendere per romperlo. Nel mio nuovo libro , Breaking Addiction: Un manuale in 7 fasi per porre fine a qualsiasi dipendenza (HarperCollins, 2011), descrivo questi passaggi.

Come sanno i lettori precedenti di questo blog, la vera dipendenza (rispetto alla semplice dipendenza fisica) non è né più né meno una soluzione emotiva per gestire sentimenti di impotenza intollerabile. Quando le persone si sentono completamente intrappolate devono fare qualcosa, e se sentono di non poter agire direttamente per uscire dalla trappola, allora devono fare qualcos'altro. Il "qualcos'altro" è un'azione sostitutiva o spostamento. È questa azione dislocata che chiamiamo una dipendenza.

Ad esempio, Ron era seduto alla sua scrivania all'una del pomeriggio quando una pila di nuovi lavori fu scaricata sulla sua scrivania. Si sentiva già sopraffatto da tutto ciò che doveva fare, e aveva promesso ai suoi figli che sarebbe tornato a casa e li avrebbe aiutati a costruire un forte quella sera. Inoltre, aveva detto a sua moglie che stasera, per un cambiamento, sarebbe tornato a casa presto. Era intrappolato.

Ma Ron soffriva di alcolismo, quindi in quel momento in cui si sentiva impotente di fronte al lavoro che era ammucchiato sulla sua scrivania, decise che, per Dio, stava per bere qualcosa quando si trovò senza lavoro. Significativamente, non appena ha preso questa decisione si sentiva meno sotto pressione. Poteva e avrebbe fatto qualcosa che sapeva avrebbe fatto sentire meglio. Aveva invertito la sua impotenza. E la sua soluzione, bevendo, era guidata dall'intensità furiosa che chiunque sente quando è completamente intrappolato. Tuttavia, la sua decisione di bere non era una risposta diretta al reale problema del lavoro. Non andò a lamentarsi con il suo capo, né stabilì che avrebbe svolto un lavoro meno accurato con i suoi nuovi compiti. Il suo bere (o anche solo la sua decisione di bere) era un'attività sostitutiva guidata da tutta l'intensità di una persona intrappolata in una caverna. Abbiamo un nome per azioni sostitutive così intensamente guidate: "dipendenze".

Una volta capito, questo è il modo in cui funzionano le dipendenze, quindi ci sono dei passi da fare per combattere il processo. Prima di tutto, notate che l'inizio del percorso di Ron verso il bere era ore prima che bevesse davvero, quando inizialmente pensò di bere qualcosa. Lo chiamo il "momento chiave" della dipendenza, ed è cruciale essere in grado di identificarlo. A volte farlo è abbastanza facile, come nel caso di Ron. Ma il momento chiave può essere più difficile da individuare, a causa delle tue stesse difese. Ad esempio, in un altro caso nel libro descrivo una donna che è diventata confusa proprio quando si sentiva più sopraffatta. Ciò le rendeva impossibile riconoscere quando si sentiva ansiosa e scoraggiata, solo i momenti che portavano sempre al suo comportamento di dipendenza. Riconoscere il tuo stile difensivo è un altro dei passi del mio libro.

Ma cosa puoi fare quando la spinta additiva ti colpisce? L'idea di base è abbastanza semplice e la descrivo nel libro al punto 6, "Strategie a breve termine per affrontare la dipendenza". Se le dipendenze sono solo azioni spostate – sostituti per fare qualcosa per affrontare direttamente la trappola – allora è solo necessario per annullare questa sostituzione e intraprendere un'azione più diretta. Per esempio, una donna con dipendenza da cibo andava regolarmente a casa e si abbuffava di cibo spazzatura quando si sentiva trascurata e senza importanza, come spesso le accadeva in contesti sociali. Dopo aver appreso come funzionava la sua dipendenza, è stata in grado di gestire il prossimo incontro del suo gruppo di ceramiche in modo molto diverso. Non doveva fare nulla di straordinario; ha appena parlato un po 'delle sue preoccupazioni come nuovo membro del gruppo, e quando è tornata a casa non ha avuto bisogno di mangiare. Aveva appreso cosa le aveva causato la dipendenza e l'aveva affrontata direttamente.

Un'altra donna (che ho descritto in precedenza) sentiva di dover soddisfare le richieste del marito per creare una cena per molti ospiti con breve preavviso. Di solito accettava docilmente queste richieste e poi prendeva i suoi Percodans. Ma quando è stata in grado di trovare una soluzione più diretta ("So che avrei dovuto dirgli di fare la sua dannata cena, ma almeno ho trovato un'altra via d'uscita"), e ho ordinato del cibo cinese da portar via, il suo entusiasmo avvincente svanì! Non c'era magia qui. Aveva appena intrapreso un'azione più diretta per affrontare la sua trappola di impotenza, quindi non aveva bisogno del suo atto di dipendenza.

A volte, tuttavia, trovare l'azione più diretta è più complicata, ad esempio quando non esiste un'azione chiara che risolva il problema. Nel libro descrivo un uomo il cui bisogno di usare l'eroina divenne quasi travolgente quando si rese conto che la sua ragazza stava per rompere con lui. Qui, non c'era una chiara azione diretta che potesse prendere per invertire l'impotenza che sentiva. Aveva bisogno di pensare alla sua trappola di impotenza in un modo diverso: dal punto di vista di ciò che questa perdita significava per lui, piuttosto che solo la perdita della sua ragazza. Descrivo come procedere per concentrare l'attenzione sui tuoi sentimenti, piuttosto che solo sulla realtà esterna, nel Capitolo 6.

Il passo 7 in Breaking Addiction descrive le strategie a lungo termine. Ciò implica non solo sapere come identificare il momento chiave nel percorso verso la dipendenza e come gestire gli stimoli quando si verificano, ma come anticipare quando si verificheranno e quindi evitare di dover raggiungere anche lo stadio di sentimenti intensi. Quando hai raggiunto quel punto, la dipendenza è rotta.

C'è stato un grande pessimismo riguardo alla rottura della dipendenza. Ma stiamo iniziando una nuova era per comprendere e trattare questo problema molto comune. Ora c'è una buona ragione per sperare.

Solutions Collecting From Web of "Dipendenza da rottura"