Dimensione del pene: una considerazione di fantasia e realtà

Le dimensioni del pene, un argomento che si parla spesso solo di sussurri o battute, meritano una discussione seria. Non solo molti uomini hanno una grande preoccupazione in merito, ma poiché questa preoccupazione e i mezzi psicodinamici per comprenderla sono raramente discussi nella formazione professionale, pochi psichiatri, psicologi e altri terapeuti sono pronti ad aiutare i loro pazienti maschi a trattare con loro preoccupazioni su questo argomento. Nel corso degli anni, ho osservato che la maggior parte dei miei pazienti maschi si sono preoccupati che i loro peni fossero "più piccoli della media" o "troppo piccoli". Come dovremmo capire questa sfida per il buon senso statistico? E perché gli uomini pensano che le donne siano preoccupate per le loro dimensioni?

La preoccupazione umana per il pene è antica e universale. Gli artefatti di tutto il mondo presentano forme umane con genitali esagerati. I ragazzini di tutte le culture si abituano a toccarsi presto e, se possibile, spesso. Freud aveva torto e ragione sull'invidia del pene. Esiste? Sì. Nelle donne? Di tanto in tanto. Negli uomini? Quasi sempre. Gli uomini temono che un altro ragazzo sia più grande e che le donne si preoccupino. Gli uomini sviluppano affascinanti sigari, penne, automobili, treni, mazze da baseball, coltelli, pistole e salsicce, ma non di solito con frisbee, zuppe, cuscini o valigie. Si esibiscono e si nascondono, e fanno battute interminabili e ansiose sugli spogliatoi. Gli uomini vogliono essere più grandi e allo stesso tempo spesso temono di essere più grandi, sentendo che è pericoloso. Ciò rende la comprensione realistica delle dimensioni sorprendentemente difficile.

Gran parte del pensiero e dei sentimenti su questo argomento sono infusi dalle preoccupazioni dell'infanzia. Nella mente del bambino, e quindi su un certo livello nell'adulto, più grande è sempre meglio. Nei western, il cattivo è sempre più vecchio, vestito con abiti più scuri (non innocenti), alto in sella e sempre con barba o baffi. È potente, il padre, l'antagonista del giovane senza barba che cerca di conquistare la donna che l'uomo più anziano tiene ingiustamente in ostaggio. Devo ancora incontrare un paziente maschio che non ha prodotto una versione odierna di questa lotta perpetua per essere grande come suo padre; grande invece di suo padre; più grande di e con tutti i vantaggi di suo padre (o nonno, zio o chiunque fosse il maschio più primario). Talvolta questi sforzi sono sottili, a volte sono sfacciati, e spesso sono camuffati da sottomissione o autodifesa. Spesso si mostrano ansiosi di raggiungere i privilegi del maschio adulto, come avere rapporti sessuali, avere un buon lavoro o guadagnare una promozione.

I bambini fanno del loro meglio, usando i mezzi a loro disposizione (come la fantasia) per raddrizzare la terribile ingiustizia di essere piccoli. Sono invidiosi, imperiosi e desiderosi, anche se sono anche gentili e amorevoli. Per quanto intelligenti, hanno poco senso della realtà. Pianificare per ottenere ciò che gli adulti hanno – i loro partner, soldi, grandi corpi e grandi peni – si aspettano che gli altri siano all'altezza degli stessi trucchi che sono. Sanno dai propri schemi di fantasia di ottenere i beni dai grandi adulti che è pericoloso essere grandi e avere il tesoro, perché allora sei un bersaglio. Proprio come nei western, qualcuno potrebbe armarsi di te. Quindi giocano difesa oltre che offesa e proteggono i loro preziosi averi.

Proclamare, credendo, che ciò che si ha è troppo piccolo e quindi non vale la pena rubare è uno stratagemma intelligente e conveniente. "Sono solo un bambino" è un grande alibi durante l'infanzia, ma è uno di quelli che molti uomini continuano inconsciamente a usare, molto tempo dopo che è servito ad alleviare l'ansia giovanile. Raggiungono un accordo psicologico: riescono a mantenere le loro attrezzature, ma a costo di sentirsi piccoli e nascondere ciò che hanno. Possono provare vergogna e poco, ma almeno sono al riparo dagli attacchi.

Un aspetto di questo nascondimento può essere individuato nel comportamento pubblico. Ai concerti e ai giochi con la palla, le donne spesso vanno in bagno in compagnia di altre donne. Al contrario, molti uomini, senza mai discuterne, mantengono un accordo segreto per andare da soli, o senza che nessuno lo sappia. Meglio che nessuno possa dare un'occhiata alla loro anatomia, prendere la loro misura, trovarli (come loro immaginano) vergognosamente piccoli, o lasciare che il malocchio guardi il loro tesoro in modo pericoloso. Per proteggersi dal pericolo immaginato, gli uomini a volte urinano nelle bancarelle dei gabinetti invece degli orinatoi, sacrificando collettivamente grandi quantità di acqua alla loro ansia.

Alcuni uomini cercano di rimettere in ordine la sicurezza per auto-riduzione. Avendo protetto se stessi dalla predazione, insistendo sul fatto che sono piccoli (come i Billy Goats Gruff), e provando vergogna per la loro presunta piccolezza, allora vogliono qualcosa di fisico per aumentare le dimensioni che hanno mentalmente diminuito. Le preoccupazioni per le dimensioni di alcuni uomini sono amplificate da un sentimento duraturo fin dalla fanciullezza della piccolezza in relazione alle loro madri grandi, che le ha escluse dalle questioni private con grandi uomini adulti; sono quindi inclini a credere che le donne possano vederle così piccole e continuare a rifiutarle a causa loro. Il desiderio conseguente di una soluzione fisica a un problema emotivo ha generato il diffuso settore dell'ingrandimento del pene, un precoce e noto fornitore di spam su Internet, nonché di annunci nelle ultime pagine di alcune riviste. (Le donne, ovviamente, fanno qualcosa di simile, cercando invano di risolvere problemi di bassa autostima e difetti immaginari attraverso le ormai comuni mutilazioni rituali della chirurgia plastica).

Ironia della sorte, mentre gli uomini sono impegnati a immaginare che le donne vogliono che abbiano peni più grandi, le donne preferirebbero che gli uomini fossero abbastanza sicuri di sé da non preoccuparsi delle dimensioni del pene. Raramente ho sentito una paziente lamentarsi delle dimensioni del pene del suo partner, ma le donne si preoccupano molto di sapere se i loro partner sono fiduciosi, decenti e possono difendersi da soli e dagli altri. (Sì, c'è un gioco di parole lì.) Infatti, nelle poche volte in cui ho sentito una donna avventurarsi in un pensiero sulle dimensioni del pene del suo partner, la preoccupazione più frequente era che sarebbe stato troppo grande, contribuendo a una fantasia di lesioni.

Quindi le dimensioni del pene sono importanti? Quello che possiamo vedere è che le dimensioni non lo fanno, ma i sentimenti e le fantasie lo fanno. Gli uomini si preoccupano e continueranno a farlo. Il passato è presente Le scimmie maschi minori vogliono avere accesso alle femmine possedute dai loro anziani; David combatte ancora Goliath; Mosè continua ad opporsi al faraone; e ogni giorno in giro per il mondo Luke Skywalker affronta Darth Vader con una sciabola leggera da 3 piedi. Finché amano le loro madri, i ragazzi saranno certi che più grande è meglio. Anche se il ragazzo rimane presente nell'uomo, cresce anche lui. Anche così, per passare dalle residue preoccupazioni infantili a un maggior numero di adulti, molti uomini hanno bisogno della terapia psicoanalitica per aiutare a separare la fantasia infantile dalla realtà adulta. Quando sono in grado di trasformare i loro sforzi infantili fino al punteggio con i giganti per lavorare bene nel mondo e prendersi cura degli altri, si sentono più soddisfatti di se stessi e anche i loro partner sono più felici con loro.

(Questo articolo è stato pubblicato nel numero di dicembre 2012 di Psychiatric Times.)

www.lawrenceblum.com

Solutions Collecting From Web of "Dimensione del pene: una considerazione di fantasia e realtà"