Dicendo addio

Alla fine di tutte le cose c'è l'inizio di un'altra. Come il bianco e nero, lo yin e lo yang, l'accoppiamento iniziale e finale è unito nel tempo e nello spazio. Come i confini spaziali della materia, l'inizio e la fine del tempo sembrano essere discreti solo a causa della nostra incapacità di riconoscere la loro natura senza soluzione di continuità.

Come psicologo, gli inizi ei finali temporali che trovo più affascinanti sono in via di sviluppo in corso. Da bambino a adolescente, da adolescente ad adulto, e così via e così via, facilitare le transizioni della vita sono diventate parte integrante del mio lavoro. In questi periodi i cuori sono spezzati, i posti di lavoro sono persi, i bambini nascono e i sogni si realizzano.

Dopo una carriera piena di testimonianze degli inizi e dei finali della vita, ora dovevo lavorare da sola. Lasciando il lavoro, la casa e la famiglia. Rinunciare alla città per il paese, grandi spazi per piccoli spazi, nome dato al nome preso, familiare al nuovo, e single al matrimonio.

Seduto nella cantina dei miei genitori tra i miei effetti personali, ho avuto meno di un mese per setacciare le mie cose, lasciare l'estraneo e prendere il necessario. Questo processo ha amplificato il processo iniziale e finale che mi ha preceduto. La storia, la nostalgia e i ricordi legati ai miei tesori sepolti vennero sollevati come limo in acque agitate.

Il mio esame di questi elementi ha portato a conclusioni emotive, nuove scoperte, risposte a domande, auto-riflessioni e considerazioni future. Era tra lo spazio del principio e della fine in cui si incontravano il mio passato e il presente.

Il processo di smistamento si è concluso all'ingresso del mio armadio. Chiunque dica che l'abbigliamento è frivolo, non ha mai avuto il tempo di guardare attraverso il suo guardaroba. Lì ho trovato le canottiere universitarie, i girocolli a rete scolastica, i tacchi a spillo da bar, i vestiti per interviste, i copricostumi della Florida, gli abiti da prima data, la tuta da corsa e l'abito da sposa presto indossato.

Dove ero stato e dove stavo andando, chi ero e chi dovevo essere erano tutti tessuti nel tessuto. Dimentica collezioni di video, album fotografici o diari, la storia che mi stavo lasciando alle spalle e il nuovo che stavo facendo era posato su pile sul mio pavimento. Dire addio al vecchio e accogliere il nuovo è stato segnato con la chiusura della porta dell'armadio.

Hai mai costruito una cronologia per una lezione di storia o letteratura nella scuola elementare? Quello che è stipato su un cartellone che rivela la storia del Globe Theatre o le principali battaglie della Guerra Civile? Queste scadenze sono create per contrassegnare e collegare punti nel tempo per creare una storia coerente. Quando guardo nel mio armadio o nell'armadio di un cliente, questo è ciò che vedo, una cronologia di una vita.

I nostri abiti nel corso di una vita possono diventare l'incarnazione dei ricordi di flash . Quei ricordi, che sono ricordi vivaci di un momento emotivamente carico. L'abbigliamento non contiene anche memorie flash? Il mio maglione nero argyle indossava la macchina quando il mio ragazzo di cinque anni mi ha lasciato. Il mio vestito rosso del mio primo ballo. Il mio vestito gessato che indossavo al mio primo colloquio di lavoro. Il mio turno di pieghe di seta fucsia che ho indossato quando ho incontrato mio marito. Pantalone color crema, top verde oliva e accessori in pelle intrecciata marrone che ho indossato per incontrare Tim Gunn in un libro firmato a Newport Beach! L'abbottonatura, i jeans attillati e gli stivali da equitazione marroni l'ultima volta che ho visto mio nonno. Solo fette di tessuto senza senso messe insieme … ma molto di più.

Sulla scia dell'ultimo spettacolo di Oprah, sono rimasto colpito dall'importanza dei suoi abiti nell'elaborazione da parte dei suoi spettatori della fine del suo programma. Innanzitutto, ha rivisto quegli elementi che hanno avuto un significato speciale nella sua vita. Quei pezzi di flash che segnalavano ricordi legati ai suoi spettacoli premio, interviste e momenti di massima fiducia. Secondo, questi pezzi contenevano un significato, che i suoi spettatori volevano possedere. Volevano un pezzo del suo armadio perché volevano un pezzo di Oprah e le sue esperienze. Paragono il desiderio di comprarle gli oggetti del suo armadio a coloro che desiderano pezzi di terra da una patria, petali di un importante bouquet o osso di una figura sacra. Possedere questi oggetti significa avvicinarsi alla persona e alla loro grandezza … non è questo ciò che sta accadendo agli oggetti di Oprah mentre dice "arrivederci" ai suoi spettatori? Questo desiderio di acquistare i suoi vestiti non dimostra che l'abbigliamento incarna l'energia, la storia e il potere di chi li indossa? Questi oggetti non servono come reliquie per ricordarci di chi lo indossava una volta? Questi pezzi non contengono la storia di una vita, una storia? E tu dici "sono solo vestiti!"

Solutions Collecting From Web of "Dicendo addio"