Diagnosticare l'alcolismo in una fase iniziale

L'alcolismo è definito solitamente come abuso di alcol nella misura in cui interferisce in misura diversa con la salute fisica e con gli aspetti sociali della vita, incluso il lavoro. È compulsivo e potenzialmente avvincente. Può presentarsi in modi diversi. Alcuni individui non bevano mai durante il giorno, ma bevono ogni sera fino al punto di dimenticarsi. Altri binge bevono solo occasionalmente, ma severamente, al punto in cui non riescono più a ricordare come si sono comportati quando stavano bevendo. Altri bevono regolarmente durante i pasti o la sera. Se viaggiano in ambienti in cui è comune bere alcolici in eccesso, potrebbero non considerarsi alcolizzati. E, dopo tutto, in certi contesti, come il college, praticamente tutti hanno bevuto fino al punto di ammalarsi una o due volte senza essere alcolizzati.

Qualcuno che beve eccessivamente per molti anni può subire una serie di complicazioni fisiche che vanno dalla gastrite alla cirrosi epatica a un gran numero di complicanze neurologiche, inclusa, più comunemente, una neuropatia periferica, ma anche disturbi del sistema nervoso centrale, compresa la psicosi. Quando l'alcolismo è grave, è devastante per la carriera e per la vita familiare. Può costituire una vera dipendenza in modo che il ritiro improvviso sia pericoloso per la vita. È considerato dalla maggior parte delle persone che hanno familiarità con la condizione di rappresentare una malattia che dura tutta la vita. Per questo motivo, i membri di Alcolisti Anonimi, si considerano "in fase di recupero", anche se potrebbero non aver avuto niente da bere per vent'anni o più. Essere astinenti da molto tempo non significa che un alcolizzato possa sentirsi sicuro contro la ricaduta. L'esperienza dimostra il contrario. Anche se il pensiero di bere può svanire dall'attenzione in molti alcolizzati che sono stati sobri per anni, la possibilità di bere compulsivamente ancora una volta è reale e "solo una bevanda".

L'immagine di un alcolizzato come un derelitto è fuorviante. La maggior parte degli alcolizzati si trova in una fase di consumo in cui il loro problema non è facilmente riconosciuto. Possono partecipare alla vita familiare e possono lavorare. La maggior parte delle complicazioni fisiche della condizione compaiono solo dopo anni di consumo. Sfortunatamente, la maggior parte degli alcolizzati non è d'accordo sul fatto che abbiano la condizione finché non si trovano più nei guai ripetutamente a causa del loro bere, non insolitamente perché sono stati arrestati per aver guidato mentre erano ubriachi. Dal momento che richiede un certo grado di convincimento per loro di entrare in terapia, sarebbe vantaggioso per loro di contemplare in una fase precedente la possibilità di avere il problema.

Tratto i pazienti per un numero qualsiasi di diverse condizioni emotive. A volte, nonostante possano venire da me con una depressione o un disturbo d'ansia, è chiaro che anche loro stanno bevendo troppo. Spesso sono la prima persona a suggerire che potrebbero essere alcolisti. A volte sono solo anni dopo che arrivano ad essere d'accordo. In effetti, penso che sia spesso possibile diagnosticare l'alcolismo nell'adolescenza anche quando quella persona ha bevuto solo per poco tempo.

È generalmente accettato che vi sia un ereditario, cioè genetico, componente dell'alcolismo. L'alcolismo funziona in famiglia, anche se non sempre. Anche quando i bambini sono cresciuti nascosti da un genitore alcolizzato violento e anche nascondendo le condizioni dei genitori agli amici, scopriranno con loro sgomento che anche loro stanno bevendo in modo incontrollabile. Per questo motivo, è ragionevole avere un alto indice di sospetto che un bambino di un alcolizzato possa diventare un alcolizzato. Certo, non tutti coloro che hanno una vulnerabilità all'alcolismo diventeranno alcolizzati. In effetti, vi è una maggiore incidenza di astemi tra le famiglie di alcolisti, probabilmente perché alcuni di questi bambini adulti sono abbastanza spaventati da non provare a bere. Tuttavia, cerco i primi segni di alcolismo quando un genitore ha questa condizione.

Non sono sicuro che ci sia un accordo generale tra i professionisti su ciò che sto per dire qui, ma ci sono alcuni studi a sostegno della mia idea; ed è coerente con la mia esperienza: gli alcolisti metabolizzano l'alcol in modo diverso rispetto ad altre persone, e il risultato è evidente solo dopo alcune bevande. Una persona normale che ha un drink diventa più rilassato e meno inibito. Questo è il motivo per cui le persone bevono. Dopo un secondo drink o birra, lui o lei inizia a sentirsi un po 'assonnato. E una terza o quarta bevanda è sgradevole perché la sensazione di sonno diventa opprimente. La ragione per cui la maggior parte delle persone può resistere al bere in eccesso è che l'esperienza è spiacevole, anche quando non sono andati oltre e diventano inequivocabilmente ubriachi e malati.

Coloro che sono geneticamente predisposti all'alcolismo, tuttavia, non si addormentano bevendo troppo. È probabile che continuino a bere finché non svengono. Quindi, un giovane o una donna che riesce a bere sette o otto birre, anche solo occasionalmente, è probabile che abbia una vulnerabilità all'alcolismo. Se lo faccio notare a uno studente universitario, è probabile che quel ragazzo rifiuti di bere più di chiunque altro nel suo gruppo sociale. Prima di tutto, questa affermazione non è verosimile. Di solito, guardando più attentamente, si scopre che lui o lei sta bevendo più degli altri. Ma è anche vero che alcuni degli altri studenti, infatti, stanno bevendo altrettanto. L'alcolismo, purtroppo, è un disturbo comune.

Può darsi che ci siano alcuni che, da adulti, bevono dieci o dodici bevande solo in rare occasioni e non dovrebbero, quindi, essere considerati alcolizzati; ma sono pochi. Una tale persona potrebbe non desiderare di considerarsi se stessa o vulnerabile a questa condizione; ma dovrebbero considerare questa possibilità prima che si trovino a bere frequentemente in quella misura. (c) Fredric Neuman Autore del romanzo "Come One, Come All." Segui il blog del Dr. Neuman su fredricneumanmd.com/blog/

Solutions Collecting From Web of "Diagnosticare l'alcolismo in una fase iniziale"