Diagnosi errata del disturbo bipolare, parte II

Recentemente ho visto un paziente che ha illustrato bene alcuni dei problemi diagnostici discussi nel mio blog intitolato Misdiagnosis of Bipolar Disorder . Il caso aiuta a presentare alcuni dei problemi che spesso conducono a diagnosi errate o addirittura maltrattamenti – abbastanza così, che ho pensato che sarebbe stato utile fare una presentazione del caso con una discussione sui problemi diagnostici. Il paziente ha recentemente completato una valutazione clinica iniziale di due ore e mezzo. Alcuni fatti del caso sono stati modificati per proteggere l'identità dell'individuo. Potrebbe anche essere utile dare un'occhiata al mio blog pubblicato due blog fa.

Instabilità di fondo dell'umore:

Katarina è una donna russa di 28 anni che vive con il fidanzato e lavora come paralegale.

Katarina presenta un'instabilità dell'umore iniziata nei primi anni '20 dopo la laurea. Ricorda che nella sua adolescenza ha avuto periodi di tempo in cui ha esibito un'esuberanza – "un gusto per la vita" – che ha trovato per essere intensamente piacevole, ma notevolmente più grande di quella che era presente per la maggior parte dei suoi coetanei. Ha anche riferito che a intermittenza "sentiva una voce nella sua testa" di una donna di nome Paulina. Katarina dichiarò: "La voce era sempre positiva, più come un super-essere o un angelo che mi guidava". L'allucinazione uditiva cessò dopo alcuni anni e non è più tornata in alcuna altra forma. Mentre Katarina concludeva la sua esperienza era unica, al momento non percepiva nulla di sbagliato. La sua intensità positiva e la sua identificazione con un super-essere era qualcosa che lei identificava semplicemente come una parte per eccellenza della sua identità.

Nei pochi anni che seguirono la laurea Katarina ebbe la fortuna di trovare un impiego in uno studio legale di Chicago. La posizione è stata ben pagata e le ha permesso di diventare autosufficiente per la prima volta nella sua vita, fornendo allo stesso tempo uno stile di vita in cui ha gradito l'esperienza di essere fuori dalla pressione accademica di un'elite universitaria del nord-est. Fare amicizia con gli amici è stata un'esperienza frequente e Katarina ha sempre più scoperto che il suo clubbing con alcol e cocaina avrebbe continuato fino alle prime ore del mattino e lei sarebbe stata in grado di partecipare al lavoro il giorno successivo con poca o nessuna fatica. Katarina ha anche scoperto che i suoi primi anni '20 erano un periodo di crescente energia sessuale. Le sue feste notturne comporterebbero il suo legame con un uomo solo per riconoscere che aveva poco interesse emotivo nel continuare la relazione oltre la mattina successiva. Affermò che a volte sentiva di essere guidata dalla sua intensa energia sessuale e che gli uomini erano come oggetti da usare per aiutarla a scaricare ciò che provava come energia eccessiva e distraente.

Le raffiche di intensità di Katarina sarebbero durate per due o tre giorni al massimo. Di solito si rendeva conto che erano seguiti da un incidente depressivo in cui tutta l'intensità energetica era sparita. Si sentiva impoverita, vuota ed emotivamente appiattita. Percezioni di auto spostato verso inadeguatezza e inutilità. A volte doveva chiamare malata di lavoro perché a malapena aveva abbastanza energia per alzarsi dal letto e affrontare la giornata.

Ai suoi punti più bassi, il suicidio sembrava un'opzione praticabile. Ha avuto due esperienze in cui ha overdoppiato su antidolorifici oppiacei. Entrambi gli episodi erano impulsivi e senza il chiaro intento di uccidersi. Una delle cure necessarie per il pronto soccorso quando un amico la trovò svenuta e insensibile al suo arrivo nell'appartamento di Katarina a prenderla per un appuntamento mattutino. Katarina riferisce che questi episodi depressivi potrebbero durare fino a una settimana. Spesso si schiarivano senza una ragione apparente. Un giorno si sarebbe appena svegliata e avrebbe riconosciuto che si sentiva meglio. Farebbe del suo meglio per riprendere le sue responsabilità di giorno, ripulire qualsiasi disordine creato dalla sua instabilità e ristabilire una parvenza di normalità. Questo potrebbe durare per diverse settimane, anche a volte in primavera o in estate (autunno e inverno erano più difficili), fino a quando le cose non si sono riaccese e la sua intensità energetica avrebbe cominciato a riportarla su.

Una parte interessante della storia di Katarina è la sua descrizione della presenza contro l'assenza di fattori scatenanti che potrebbero attivare il suo ciclo energetico. A volte il suo umore aumentava perché riceveva delle buone notizie – di solito qualcosa come il suo capo che le diceva che aveva fatto un buon lavoro, o che stava pianificando di fare qualcosa di nuovo ed eccitante con gli amici. Afferma che "è come se tutto diventasse meraviglioso e penserei che ho avuto la migliore vita al mondo".

Lo stesso tipo di elevazione potrebbe verificarsi senza una buona ragione. "Sarebbe solo arrivato, ma sembrerebbe anche venire dal nulla". In altre parole, non ci sono stati precipitatori situazionali identificabili. L'energia e il comportamento sarebbero simili ma c'è stata un'eccezione notevole. Quando l'innalzamento dell'umore di Katarina era sensibile agli eventi stimolanti o al piacere anticipatore, si sentiva civettuola e desiderosa dell'attenzione degli uomini, ma era decisamente interessata a "avere qualcuno che mostrava interesse per lei". Avrebbe fantasticato di avere un fidanzato in corso. Ma durante quei momenti in cui la sua energia sarebbe aumentata senza alcun precipitant chiaro, era molto più fisica e sessuale in natura. Sicuramente voleva il sesso e lo specifico individuo con cui l'aveva fatto non era poi così importante, il che era molto diverso dal volere un fidanzato! Katarina non aveva davvero riflettuto su questa distinzione tra i suoi stati energetici fino alle domande di valutazione che le erano state poste durante le nostre riunioni iniziali.

Un simile tipo di distinzione era presente con gli stati depressi di Katarina. Quando le sue elevazioni erano legate a qualcosa di specifico accaduto nella sua vita, le sue successive depressioni assunsero un tono di solitudine, tristezza, perdita e bisogno insoddisfatto. Odiava questa esperienza e talvolta si tagliava o bruciava anche per interrompere la sua consapevolezza del suo dolore. Tuttavia, quando il suo umore depresso sembrava uscito dal nulla, il conseguente declino di umore di molti giorni aveva più la sensazione di esaurimento, piattezza e vuoto. Non era che Katarina desiderasse l'adempimento che era assente, ma più che non le importava di niente.

Il taglio e / o il bruciore di Katarina erano una strategia di intervento che temporaneamente funzionava per lei e lei riferisce che a volte ricorre ancora all'autolesionismo quando i suoi altri sforzi per gestire le emozioni depressive non hanno successo.

Dalla metà degli anni '20, Katarina aveva iniziato a frequentare un analista di sistemi maschile che aveva qualche anno più di lei. Si sono trasferiti insieme dopo circa un anno e hanno intenzione di sposarsi nella primavera del 2016. I primi anni della relazione sono stati buoni. Si divertivano a socializzare con gli amici e Katarina generalmente trovava che il suo umore fosse più agevole. Notò alcuni brevi picchi di uno o due giorni, ma li ha semplicemente etichettati come "il suo essere eccentrico". Verso il 3 ° anno, Katarina notò che, insieme ad una certa eccitazione per la relazione, cominciò a sentirsi irragionevolmente gelosa nei confronti degli altri amiche o conoscenti del suo fidanzato. Era convinta che il suo fidanzato fosse annoiato da lei. Inoltre, quando ha dovuto viaggiare come parte del suo impiego, si è ritrovata a "mancarlo disperatamente" e ossessionata da quello che avrebbe potuto fare con altre donne mentre era lontano da lei.

Quando Katarina aveva 25 anni, lei e il suo fidanzato si trasferirono a Charlottesville, in Virginia, a causa di un cambio di assetto del fidanzato. Era anche in grado di ottenere una nuova posizione come paralegal. A Katarina piaceva l'atmosfera cittadina più piccola di Charlottesville, ma rappresentava anche una forte perdita della sua comunità di amici di Chicago. Ha scoperto che le nuove amicizie erano più lente da sviluppare rispetto a quello che aveva vissuto durante i suoi primi anni '20 in un contesto più urbano.

Katarina ha ricominciato a bere, più che solo casualmente. Ha anche sviluppato una crescente frequenza delle difficoltà del sonno poiché i suoi pensieri ansiosi e insicuri spesso interferivano con la sua capacità di addormentarsi. Ritornò all'ampio schema di instabilità che era più caratteristico dei suoi primi anni '20, ma solo ora la sua consapevolezza di sentirsi fuori controllo non era così facilmente mascherata dallo stile di vita festivo della sua giovane età.

L'energia elevata di Katarina e la sua accresciuta libido (desiderio sessuale / energia sessuale) continuavano a verificarsi a intermittenza, solo ora indirizzava la sua energia sessuale verso il suo fidanzato. Mentre amava la loro sessualità, ha anche lottato con l'incoerenza dell'umore di Katarina e l'intensa rabbia che sentiva ogni volta che doveva lasciarla o quando percepiva di essere attratto da altre donne.

A volte, quando Katarina era "su", spendeva in modo eccessivo e impulsivo, spesso rivelando vestiti e accessori scintillanti. Ha detto che l'impulsività tendeva ad accompagnare quelle volte in cui la sua libido era elevata. Riferisce che sia la sessualità sia la spesa sono state determinate dal suo bisogno di scaricare l'energia per diminuire la sua esperienza di pressione interna. Se era elevata e il suo fidanzato era fuori per lavoro, la spesa divenne la sua gratificazione sostitutiva. Ammette anche che in diverse occasioni si è avvicinata ad essere sessuale con conoscenze occasionali o addirittura con estranei. Ha affermato: "A volte quando sono sveglio, mi sento posseduto da una specie di forza molto fisica, edonistica e spaventosa".

C'erano anche momenti in cui le elevazioni di Katarina erano così evidenti che il suo comportamento diventava relativo a quelli sul suo posto di lavoro. Un giorno il suo manager dello studio legale in cui lavorava ha dato il suo feedback che sembrava inopportunamente agitata e rumorosa con i suoi colleghi di lavoro. Le suggerì di prendersi qualche giorno di riposo per rimettersi insieme. Due settimane dopo quell'incidente ha perso tre giorni di lavoro a causa di un episodio di depressione prolungata. Nel complesso, lei percepisce che la sua depressione era presente da circa 10 giorni a due settimane.

Durante gli ultimi mesi Katarina è diventata consapevole di un aumento dell'umore ciclico. Prima degli ultimi due mesi ha probabilmente avuto 7 o 8 aumenti dell'umore negli ultimi due anni. Ora capisce che il suo umore si sta spostando su base settimanale, a volte anche più rapidamente. Ora riferisce anche episodi più frequenti in cui si sveglierà alle 2:00 o alle 3:00 del mattino e non sarà in grado di tornare a dormire. Quando ciò accade, spesso non è affaticato il giorno successivo.

Prima di cercare un trattamento, Katarina aveva fatto alcune letture sui sintomi del disturbo bipolare. Stava ora cercando di determinare se i suoi sintomi potessero adattarsi alla diagnosi. Inoltre non capiva la sua intensa gelosia e le difficoltà che aveva quando la sua fidanzata era fuori per lavoro. Ha dichiarato che era preoccupata che stesse rovinando la relazione e che fosse spaventata da quello che poteva essersi sbagliato in lei.

Problemi di deficit di attenzione:

Quando Katarina aveva 10 anni, fu diagnosticata da uno psicologo scolastico come affetto da deficit di attenzione, tipo non iperattivo. I suoi genitori non volevano che fosse messa in medicina. In classe ha avuto difficoltà a rimanere in argomento. Si allontanava, sognava a occhi aperti e non faceva terminare i compiti. Di solito era la fonte di conflitto tra lei e suo padre. Era una persona che imparava lentamente, nonostante le forti prestazioni nei test standardizzati. Katarina ha iniziato a sviluppare un senso di sé come un "underachiever che non ha provato abbastanza duro".

Nel suo secondo anno in HS ha convinto il padre a consentirle di provare una prescrizione di farmaci per vedere se ha fatto la differenza nel suo rendimento scolastico. Il padre ha accettato e il suo pediatra ha prescritto Adderall 10 mg, mattina e metà pomeriggio. Nel mezzo del secondo anno di Katarina è stata inserita nelle classi AP dove stava conseguendo As. Katarina non usa più Adderall su base regolare. La frequenza del suo uso di psicostimolante è diminuita significativamente dopo la laurea e il suo avanzamento nel suo attuale percorso di carriera. Prende il farmaco ogni tanto quando il suo carico di lavoro è alto. Ha anche alcune preoccupazioni, basate sul materiale che ha letto, che il suo uso di Adderall potrebbe contribuire alla sua instabilità.

Social / Developmental Background:

Katarina è nata in Unione Sovietica e si è trasferita negli Stati Uniti con i genitori quando aveva quattro anni. Lei è la più grande di due con un fratello, due anni più giovane. Ha trascorso gli anni della scuola elementare nel Midwest dove suo padre stava completando la sua laurea in chimica.

La famiglia di Katarina ha lottato economicamente durante i primi cinque anni negli Stati Uniti, poiché le entrate della famiglia derivavano esclusivamente dallo stipendio di ricerca del padre. Percepisce che la sua famiglia ha impiegato un po 'di tempo per adattarsi alle norme culturali statunitensi. Il distretto scolastico per la scuola elementare di Katarina proveniva da una base di popolazione socioeconomica più alta e durante la scuola elementare, Katarina si sentiva come se non fosse adatta. Mentre Katarina stava per entrare in Jr. High, suo padre ottenne una posizione come assistente professore e il la famiglia si trasferì in una città universitaria nel nord-est. Mentre Katarina era diventata più acculturata e a suo agio con le norme americane, era ancora imparentata con "il nuovo bambino" con uno sfondo un po 'esotico. Percepisce che non è stato fino al liceo che ha trovato un gruppo di pari dove si sentiva come se fosse finalmente appartenuta.

Il padre di Katarina era imprevedibilmente arrabbiato. Il padre è "caldo e freddo – non ha un'area grigia". Egli sperimenta una grande variabilità dell'umore e può diventare volatile con pochi avvertimenti. Spesso era fisicamente violento con Katarina durante l'infanzia fino alla prima adolescenza. Riferisce che non era raro che sarebbe stata schiaffeggiata in faccia, più volte alla settimana. Ha continuamente fatto pressione su Katarina e sua sorella sulla loro performance accademica e non poteva accettare niente di meno della performance "A" senza arrabbiarsi.

Katarina percepisce che la madre non ha fornito una protezione adeguata da parte del padre. Ha affermato "mia madre sembrava avere paura di lui come noi". Lei percepisce sua madre come generalmente ansiosa: "Ha paura della vita, non ama uscire di casa ed è molto dipendente da mio padre." Katarina non ricorda molte volte da bambino quando si sentiva semplicemente felice e sicura. Sperimentando contatti non frequenti con la sua famiglia allargata in Russia, riferisce che le famiglie di entrambe le parti non sono molto aperte su questioni personali e non c'è molta comprensione o accettazione culturale delle diagnosi di salute mentale. La maggior parte della famiglia allargata non ha ricevuto cure per identificate difficoltà di salute mentale, ma trae il senso da storie familiari che la depressione, l'ansia e l'abuso di sostanze sono aspetti forti della sua storia familiare. Non riporta alcuna storia familiare specifica che coinvolge disturbo bipolare sebbene le sue descrizioni di padre sollevino la questione se possa avere un disturbo dell'umore non diagnosticato.

Uso di fondo di fondo:

Katarina non socializzava molto al liceo. Quando andava all'università ha iniziato a bere occasionalmente con i coetanei durante i fine settimana, ma non ha bevuto eccessivamente fino al primo anno di scuola quando ha iniziato a fare baldoria durante i fine settimana e, a volte, anche nei giorni feriali. Ha anche usato la cocaina con i coetanei. Non è tornata da questa droga dalla sua metà degli anni '20.

L'uso di alcol di Katarina si è placato quando ha iniziato la sua relazione impegnata con la sua fidanzata. Tuttavia, lei segnala un aumento dell'uso di alcol negli ultimi mesi, proporzionato alla sua crescente instabilità dell'umore. Lei stima di essere stata ubriaca circa tre o quattro volte al mese nell'ultimo mezzo anno.

Katarina riferisce di uso occasionale di cannabis, in genere quando è intorno ai coetanei che stanno diventando alti. Lei afferma che la droga la rende spesso leggermente paranoica e scomoda.

Discussione sui problemi diagnostici:

Katrina presenta un interessante mix di influenze evolutive, sintomi attuali e il corso della loro progressione. La questione diagnostica saliente è come possiamo comprendere le cause della sua instabilità dell'umore? I suoi sintomi potrebbero essere indicativi di una malattia neuropsichiatrica come il disturbo bipolare? I suoi sintomi sono di natura più evolutiva e psicologica – forse qualcosa sulla falsariga di un disturbo borderline di personalità? Che ruolo hanno i fattori di situazione e di uso di sostanze nelle attuali lotte di Katarina? Inoltre, quale peso dovrebbe essere data la diagnosi ADD nella sua attuale presentazione?

Quando si cerca di risolvere questo tipo di domande, è importante esaminare la storia dello sviluppo e chiedere che ci siano prove sufficienti per supportare la possibilità di un disturbo della personalità come il disturbo borderline. La risposta qui è affermativa. È cresciuta in una casa in cui suo padre era instabile con rabbia volatile e la madre era piuttosto paurosa e ansiosa. Ha pochi ricordi di esperienze positive durante i suoi primi anni. Inoltre, Katarina aveva quattro anni quando i suoi genitori andarono negli Stati Uniti per gli studi universitari del padre. Ciò significa che è nata quando i genitori erano in tarda adolescenza. Data la descrizione di Katarina dei genitori durante i suoi anni d'infanzia, è ragionevole chiedersi se abbia ricevuto un'adeguata sintonizzazione emotiva e la coerenza dell'attaccamento positivo durante i suoi primi anni di sviluppo. Tali aree di deficit sono comuni per qualcuno con disturbo borderline, rendendo difficile per l'individuo sviluppare rappresentazioni interne stabili di sé e degli altri.

Quali sono gli altri elementi di questo caso che supportano una diagnosi borderline di disturbo della personalità? Katrina lotta con la regolazione degli affetti. Nella sua esperienza depressiva la sua emozione è a volte intollerabile nella misura in cui ricorre al taglio o al bruciore come mezzo per diminuire il suo dolore interno. In sostanza sostituisce il dolore somatico per il dolore psichico. Il dolore somatico è più tollerabile e le sue azioni autodistruttive aiutano a restituirle la sensazione di avere il controllo. Questi metodi per far fronte alle emozioni dolorose riflettono che durante periodi di forte stress emotivo, lei scompensa e ricorre a processi difensivi più primitivi.

Vediamo anche che Katarina è spesso afflitta da sentimenti di perdita e vuoto, che sono caratteristiche caratteristiche degli aspetti depressivi del disturbo borderline. Ha un attaccamento molto insicuro alla sua fidanzata e scopre che le sue percezioni negative di sé attivano timori di perdita e intensa gelosia o sospetto sul suo interesse per altre donne. Se il fidanzato ha bisogno di viaggiare per affari, le sue azioni evocano rapidamente la rabbia di Katarina come se le sue scelte relative all'occupazione fossero interpretate come prova del suo rifiuto e abbandono. L'intensità dei suoi bisogni di attaccamento e le sue paure di perdita precipitano potenti influenze che non è in grado di modulare con successo attraverso un pensiero più basato sulla realtà. Questi tipi di difficoltà sono comunemente visti in individui con un'organizzazione di personalità borderline.

Quindi, per quanto riguarda la domanda di instabilità dell'umore bipolare? C'è abbastanza per supportare la diagnosi del disturbo di personalità e mettere da parte le preoccupazioni sul disturbo bipolare? No, non ho potuto sostenere comodamente questa conclusione.

Oltre all'attaccatura insicura, alle percezioni di sé e dell'altro che si spostano rapidamente e alle difficoltà di regolazione degli affetti, Katarina mostra i seguenti sintomi: episodi di elevazione dell'umore e / o depressione che non hanno un precipitante precipitante. Quando il suo umore è elevato, sperimenta un'energia elevata, una libido elevata, una socievolezza interpersonale, una spesa impulsiva e intensi sentimenti di ottimismo che si verificano in tandem con il bisogno di dormire diminuito. Nei suoi primi anni '20, insieme ai suoi aumenti di umore, ha anche sperimentato allucinazioni uditive e una grandiosa delusione che coinvolge un super-essere, (un aspetto della sua stessa auto-rappresentazione) che l'ha guidata attraverso la vita.

Ci sono tre aspetti dei sintomi di cui sopra che indicano che non possono essere facilmente attribuiti a problemi di personalità borderline:

1) Katrina descrive un sottoinsieme dei suoi episodi di umore come "venuta fuori dal nulla". La psicopatologia borderline è radicata nei paradigmi relazionali. Esperienze di intense emozioni positive e / o negative sono quasi sempre basate all'interno di contesti interpersonali e quando osserviamo la destabilizzazione dell'umore senza precipitatori identificabili, allora siamo lasciati a comprendere questi come eventi principalmente neurochimici.

2) L' energia elevata è quasi sempre osservata insieme all'aumento dell'umore bipolare. Ciò può anche verificarsi insieme a emozioni più intense all'interno del regno borderline. Ma con l'elevazione dell'umore borderline, è raro vedere un bisogno diminuito di sonno. Si può essere in ritardo a causa della sua intensità emotiva, ma il giorno dopo l'individuo è solitamente stanco. Katarina manifesta chiaramente una minore necessità di dormire durante i suoi episodi di umore elevato, in particolare quelli senza precipitanti esterni.

3) Insieme all'elevazione dell'umore bipolare spesso vediamo aumentare l'energia sessuale. Ancora una volta abbiamo una sovrapposizione con problemi borderline in quanto la sessualità per l'individuo borderline può essere utilizzata al servizio del soddisfacimento dei bisogni emotivi. Katarina identifica due diversi tipi di desiderio sessuale. Il primo si verifica in relazione ai suoi bisogni di amore e attenzione. È un modo di attirare l'attenzione su di lei per affermare la sua desiderabilità e per alleviare temporaneamente i suoi dolorosi sentimenti di solitudine. In contrasto con questo, Katarina a volte trova che la sua energia sessuale può essere elevata quasi fino al punto di disagio. Non è necessariamente accompagnato da forti bisogni emotivi, ma è molto più legato agli aspetti sessuali dell'energia fisica. Essenzialmente quando Katarina sperimenta una libido elevata in tandem con altri sintomi bipolari caratteristici, stiamo vedendo che la sua connessione con il maschio (fidanzato o altro) è più al servizio della scarica energetica che al soddisfacimento del bisogno emotivo.

L'altra prova rimanente che ci informa sulla probabile presenza di disturbo bipolare comporta il corso dei suoi sintomi in evoluzione. Il disturbo bipolare emerge tipicamente tra la metà degli anni dell'adolescenza fino alla metà degli anni '20. Inoltre, se non trattata, il decorso del disturbo bipolare spesso rivela una traiettoria di peggioramento dei sintomi che comporta alti e bassi più acuti e un più frequente spostamento dell'umore. Questo schema si adatta perfettamente alla presentazione di Katarina. La sua frequenza di spostamento dell'umore è passata da sette o otto episodi in un periodo di due anni all'attuale umore ciclico rapido con cambiamenti che si verificano su base settimanale.

Piuttosto che essere in grado di identificare il disturbo borderline o bipolare come le ragioni principali delle lotte di Katarina, è davvero più una questione di entrambe le diagnosi che contribuiscono al quadro clinico attuale. Ognuna la colpisce in modo diverso in momenti diversi anche se ci sono anche momenti in cui può essere nel bel mezzo di turbolenze perché entrambe si verificano e potenzialmente si stanno addirittura esacerbando.

L'ultimo pezzo non ancora affrontato è l'ADD di Katarina. La prima domanda importante da porsi è se effettivamente esiste. È stato diagnosticato per la prima volta da uno psicologo all'età di 10 anni. Ora non abbiamo accesso al lavoro diagnostico iniziale e con cose come ADD che di solito implicano sintomi morbidi (meno acuti), dovremmo sempre chiederci – era la diagnosi precedente corretta? L'evidenza che presta all'affermazione della diagnosi è che Katarina fa fatica a essere in grado di sostenere l'attenzione focalizzata. In modo funzionale, lei ha un deficit. La sua prestazione accademica è notevolmente migliorata quando ha iniziato a essere trattata con uno psicostimolante nel suo secondo anno di scuola superiore. A volte questo può essere visto come una prova di fatto di una condizione di ADD sottostante.

Ma … la verità è che molte persone imparano meglio se usano gli psicostimolanti. Quando qualcuno non è in deficit di attenzione e prendono un farmaco come Adderall, possono sperimentare effetti collaterali di nervosismo / irrequietezza, appetito ridotto e difficoltà a dormire. Katarina non ha esperienza di questi effetti collaterali in un modo molto evidente. Tuttavia, riconosciamo che aspetti di ciò che può sembrare essere effetti collaterali psicostimolanti possono anche essere parte del set di sintomi bipolari. Katarina è sicuramente AGGIUNGERE? Le cose non sono abbastanza chiare a questo punto per essere definitive sulla diagnosi. Penso che la risposta sia "probabilmente", ma un'ulteriore valutazione è giustificata.

Riepilogo diagnostica:

  1. Katarina soddisfa i criteri per il disturbo bipolare II. Nell'ampio continuum di disabilità funzionale l'acuità del suo disturbo è relativamente bassa, anche se sembra peggiorare negli ultimi mesi.
  2. Katarina soddisfa i criteri per il disturbo borderline della personalità. A causa del fatto che lei mantiene una rete intatta di amicizie durature, possiamo supporre che, come i suoi sintomi bipolari, si trovi all'estremità inferiore del continuum per quanto riguarda l'acuità dei sintomi e il deterioramento funzionale.
  3. Katarina può avere Disturbo da deficit di attenzione. Le prove per ADD non sono conclusive e richiedono ulteriori valutazioni.
  4. Katarina soddisfa i criteri per Disturbo dell'uso di alcol – Acidità lieve. Non è un problema di primaria importanza per lei, ma è presente fin dai suoi primi anni '20 e il suo uso continuato di alcol probabilmente esacerba le sue difficoltà bipolari / borderline.

Raccomandazioni terapeutiche:

  1. Katarina sarà indirizzata da uno psichiatra per un secondo parere diagnostico e per una valutazione dei farmaci. Il suo quadro diagnostico è complesso con sovrapposizioni di comorbilità. Un secondo parere sarà utile, anche se il risultato è una conferma delle conclusioni diagnostiche già raggiunte. Supponendo che la diagnosi bipolare sia accurata, Katarina è piaciuta su uno stabilizzatore dell'umore. Potrebbe anche aver bisogno di ricevere farmaci per assicurare un sonno stabile che è fondamentale per la gestione dei sintomi bipolari. Un ulteriore problema che richiede input psichiatrici è l'uso di Adderall da parte di Katarina. Non è raro che uno psicostimolante possa attivare o peggiorare i sintomi bipolari. La domanda chiave qui è se il beneficio che Katarina deriva da Adderall valga i potenziali effetti negativi dello psicostimolante sul suo disturbo bipolare.
  2. Katarina sarà indirizzata a un neuropsicologo per la valutazione del possibile Disturbo da Deficit di Attenzione
  3. Si raccomanda che Katarina inizi la psicoterapia settimanale. L'obiettivo del trattamento riguarderà: A) l'adeguamento e l'accettazione della diagnosi bipolare, B) l'assistenza con modifiche dello stile di vita, compreso l'uso di alcool, C) l'identificazione e la modifica di modelli disadattivi relativi alla personalità borderline. Quest'ultimo pezzo sarà il lavoro di una psicoterapia approfondita a lungo termine.
  4. Referral a ogni altro gruppo di supporto settimanale per professionisti adulti con disturbo bipolare. Un rimando di questa natura aiuterà Katarina ad accettare e ad adattarsi alla sua malattia bipolare incontrandosi regolarmente con altri individui relativamente alti che lottano con sintomi simili a lei.

Solutions Collecting From Web of "Diagnosi errata del disturbo bipolare, parte II"