Di cosa hai così paura?

Samantha Villagran/FreeImages
Fonte: Samantha Villagran / FreeImages

"Penso che sia una cosa introversa", ha detto il mio amico quando stavamo discutendo di una situazione di disagio correlata al lavoro di cui era preoccupata. "Ho paura di sembrare sciocco."

Ho annuito. Sì. Mi riferisco sicuramente. Ho anche paura di sembrare sciocco. Terrorizzato.

Che in realtà è un po 'sciocco. Devo chiedermi: cosa potrebbe impedirmi di compiere questa paura della follia? Personalmente e professionalmente?

Con questo in mente, ho aperto il fantastico libro del nuovo allenatore Beth Buelow, The Introvert Entrepreneur: Amplify Your Strengths e Crea il successo a modo tuo e salta direttamente al capitolo "Paura, dubbio e altre cose oscure".

In esso, Beth descrive la partecipazione alla fiera aziendale di tutti i giorni. "Con il passare del tempo", ha scritto, "ho notato un tema comune tra molti dei relatori: Sii senza paura! … Quando abbiamo discusso quel giorno ciò che è più necessario negli affari la risposta era di essere senza paura! Quando i dubbi si insinuano, dovremmo essere senza paura! E il modo migliore per superare le nostre paure è di essere senza paura!

Beth non lo compra, paragonandolo a "uno slogan pep-rally che accende le mie energie giusto in tempo per il grande gioco, ma poi mi lascia bloccato alla fine".

Infatti. Va benissimo dire di essere senza paura, ma è anche possibile? Le emozioni non sono sotto il nostro controllo. Sentiamo ciò che sentiamo.

Ma ciò che controlliamo è come rispondiamo a queste paure. Oppure, come autore Susan Jeffers ha intitolato il suo classico libro di auto-aiuto del 1987: Feel the Fear and Do It Anyway.

"Senti la paura e fallo comunque riconosce che la paura esiste", scrive Beth. "La frase ci aiuta a muoverci attraverso il nostro desiderio introverso di volare da soli, limitare il networking al minimo indispensabile, rimanere calmi quando dovremmo parlare. Quando permettiamo alla paura di essere vista e ascoltata, siamo anche più veloci a notare quando stiamo inventando delle scuse (incluso giocare la carta introversa). "

Piuttosto che fingere di essere senza paura o di permettere alla paura di limitarci, Beth ci consiglia di tuffarci a capofitto nella paura, per conoscerla, per guardare sotto, dietro, dentro di esso.

Alcuni dei suggerimenti di Beth per farlo:

  • Identifica ciò che la paura sta proteggendo. È molto probabilmente qualcosa di importante per te, come una relazione; la tua identità personale (non sono una persona folle!); una credenza profondamente radicata; la redditività della tua attività. Prova a sfruttare quel valore amato per vedere come può parlare della paura. L'amore che provi per quello che è, può rassicurare la paura che lo senti, ma può gestire qualsiasi cosa accada?
  • Cerca i tuoi FUD. FUD è l'acronimo di paura, incertezza e dubbio. Alcuni dei FUD che Beth ha identificato tra gli introversi:

    Non posso gestire il rifiuto.

    Non sono un buon schmoozer e sono terribile alle vendite.

    Mi sto mostrando in tutti i posti giusti e non sta succedendo nulla.

    Non ho l'energia per continuare a mettermi là fuori.

    Fai un controllo di realtà, preferibilmente parlando dei tuoi FUD con qualcuno saggio.

    "È trasformativo sperimentare la forza e la chiarezza che derivano dal fatto che siamo in grado di estrarre i FUD dalla ruota del criceto della nostra elaborazione interna e dalla luce, dove raramente resistono all'esame accurato", scrive Beth.

    Qualche volta mi si tira fuori il collo e il rischio di sembrare sciocco mi rende una persona sciocca? Quando lo guardo nella dura luce della realtà. No certo che no. E anche se alcune persone mi vedono come un pazzo, altri mi vedranno come coraggioso. E mi piace l'idea di essere considerato coraggioso.

  • Impara la differenza tra paura e disagio. "Il disagio è una sensazione di disagio o di angoscia. Spesso è solo l'ickiness residuo che la paura lascia indietro, e l'unico modo per eliminarlo è entrare in azione ", scrive Beth." Se li facciamo a pezzi, c'è una grande differenza tra qualcosa che causa disagio e qualcosa che è pericoloso o cattivo . Non c'è pericolo nel prendere il telefono o partecipare all'evento. Nessun grande male emergerà se parlerai di fronte al gruppo o inizi il contatto con un potenziale cliente. "

    Adoro questa pepita di saggezza. Ovviamente. Proprio come le persone spesso confondono l'introversione e la timidezza, spesso confondiamo anche la paura e il disagio. E rinunciare a qualsiasi cosa vogliamo veramente nella vita per evitare il semplice disagio … che sciocco è?

    La mia spiegazione preferita della differenza tra timidezza e introversione è che la timidezza è paura (voglio interagire con le persone ma ho paura) e l'introversione è la motivazione (non mi interessa davvero interagire con le persone). Il guaio è che, con la socializzazione, il networking, il prendere il telefono e mille altre cose, discernere tra paura e motivazione non è facile. Può richiedere uno sforzo concentrato e un pensiero serio. Questa è una buona notizia, perché il pensiero serio è, naturalmente, una delle cose che gli introversi fanno meglio.

Quindi di cosa hai paura? Sei sicuro?

Dai un'occhiata ai miei libri, Introverts in Love: The Quiet Way to Happily Ever After; The Introverts Way: vivere una vita tranquilla in un mondo rumoroso; e 100 posti negli Stati Uniti Ogni donna dovrebbe andare.

Nota che tutto ciò che acquisti facendo clic da questo post sul blog o sul mio sito web mi farà guadagnare qualche centesimo. Oppure puoi supportare la tua libreria indipendente locale; clicca qui per trovarne uno vicino a te.

Vuoi uscire con un gruppo di simpatici introversi? Unisciti a noi sulla mia pagina Facebook. Puoi anche seguirmi su Twitter e Instagram.

  • I pericoli della dipendenza dal sesso
  • Vita, libertà e ricerca della felicità - e tutti al lavoro
  • Trovare nuove parti della personalità
  • Preoccupante nei rapporti: 3 abitudini che invitano l'ansia
  • Leggi che regolano l'uso dei bagni pubblici
  • Sei troppo timido per guidare?
  • 3 elementi vitali dell'attrazione
  • Talk Therapy funziona davvero?
  • I cani possono predire i tratti della personalità umana
  • Le persone da evitare
  • Giornata internazionale della donna: il mio desiderio per le donne
  • Innamorarsi di nuovo
  • Costruire la fiducia e l'autostima
  • Chi è "l'animale" in una data? Il badboy o la vita del partito?
  • The Sweetie Search Part II: Making a Connection
  • I pericoli della separazione dei bambini dai genitori
  • Analizzando e gestendo il tuo capo
  • Come il dolore e la malattia cronici agitano le fiamme dell'incertezza
  • Non chiamarmi nevrotico (a meno che non sia)
  • Colpa Versus Perdono Redux
  • 7 modi per dire "No" se sei introverso o timido
  • Kim Kardashian aveva una psicosi ad anello di nozze?
  • Cinque motivi per non prendere gli SSRI
  • Come dire di no a un capo
  • Costruire la fiducia e l'autostima
  • Manliness e salute mentale
  • Eva Weaver su 'Back to Sex'
  • Quando un adolescente deve mettere i genitori al loro posto
  • I veri drogati dell'adrenalina
  • Quanto sarebbe meglio la vita senza emozioni
  • Domande frequenti sui test di personalità
  • Imparare dai nostri figli
  • Usa il nuovo linguaggio del corpo per sconfiggere la tua nemesi in ufficio
  • Cobblers Sindrome dei bambini sul posto di lavoro
  • Come rendersi felici dal modo in cui tratti gli altri
  • Per i bambini con dolore, la scuola può aiutare