Depressione e perdita delle vacanze

Nel mio precedente blog, ho scritto sulle aspettative delle vacanze e su come gestire se la famiglia ha a che fare con un membro con una dipendenza, indipendentemente dal fatto che quella persona sia in recupero o che stia ancora usando. In questo blog voglio affrontare le questioni familiari quando un membro della famiglia è morto o se la famiglia sta affrontando il divorzio.

Ancora una volta, chiediti cosa hai vissuto durante le vacanze in passato e se è successo qualcosa di recente che possa influire sulle tue aspettative. Questi eventi hanno reso più difficile? Speri che le cose potrebbero andare meglio? Come dovresti rispondere?

Quando una famiglia sta affrontando le vacanze dopo la morte di una persona cara, il lutto è inevitabile, ma non significa necessariamente che tutti debbano sentirsi depressi. Il lutto può essere difficile quando le persone vogliono che tu sia allegro, ma chiunque abbia vissuto questa esperienza sa che il lutto arriva in onde che sono forti all'inizio e gradualmente, nel tempo, diminuiscono di intensità, frequenza e durata. Cercare di non provare tristezza lo blocca temporaneamente ma non lo elimina. Piuttosto il dolore cresce quando non è espresso.

  • Consenti al dolore. Se hai perso un membro della famiglia, preparati alla possibilità che verrai travolto dal dolore. Ma sappi anche che passerà e sarai in grado di andare avanti. Se la persona che amavi è morta di recente, sarà più difficile. Ma anche se la tua amata è scomparsa 11 mesi fa, questa è ancora la prima stagione di vacanze senza quella persona così tante cose sembreranno diverse. Se sei sopraffatto dalle lacrime, piangi. Se desideri che quella persona sia con te, dillo ad alta voce. Senti il ​​permesso di riconoscere la presenza di quella persona nel tuo cuore e nei tuoi pensieri.
  • Lutto non significa che non puoi provare il piacere della tua attuale compagnia. A volte quelli che si addolorano trovano incongruente che possano ridere e godersi un momento, solo per sentirsi tristi il ​​giorno dopo. Una delle verità su tutti gli stati emotivi è che vanno e vengono. Se non lottate contro la tristezza, non lottare nemmeno contro la gioia. Non è un tradimento della persona amata provare piacere anche se quella persona non è con te

  • Prenditi del tempo per ricordare la persona che è morta. Parla con gli altri dei momenti piacevoli che hai condiviso. Conoscere ciò che il vostro genitore o fratello o partner avrebbe apprezzato della vacanza e riconoscere come alcune cose che state facendo sarebbero state divertenti per quella persona. O forse ricorderai qualche parte della festa che il membro della famiglia avrebbe riso o incasinato. Ricordare onora la relazione e allevia la tristezza.

  • Non devi far sentire meglio gli altri se sono tristi. È un grande dono che date quando permettete agli altri di esprimere tristezza o perdita senza cercare di cambiare il modo in cui si sentono. Quando chi ti circonda riesce a essere se stesso e passa ad altri argomenti senza incorrere in perdite errate o inaccettabili, può renderlo più facile da sopportare. Non è il tuo obbligo di rallegrare una persona in lutto. È più facile per te esprimere comprensione e semplicemente riconoscere come si sentono gli altri, anche se non condividi la profondità del dolore.

  • Pianifica un po 'di tempo per pensare a quella persona e cosa ti manca di loro. Potrebbe essere necessario prendere l'iniziativa su questo, e, senza essere malizioso, potrebbe implicare che i membri della famiglia sopravvissuti abbiano un momento specifico per ricordare quella persona. Un esempio potrebbe essere quello di condividere alcune parole di ricordo all'inizio di un pasto o di condividere un brindisi con quella persona.

    Ma cosa succede se la perdita è un divorzio? Non sembra mai così semplice come il dolore, anche se è una perdita. E la famiglia potrebbe avere sentimenti molto diversi riguardo alla situazione. I bambini più piccoli possono essere pieni di lacrime o irritabili senza poter esprimere la propria perdita e altri membri della famiglia possono avere paura di menzionare il genitore assente nei loro confronti per paura di peggiorarla o rendere il genitore presente triste o colpevole. Linee guida simili che si applicano al dolore si applicano qui quando si tratta di consentire alle persone tristi di essere tristi, ma alcuni punti aggiuntivi possono aiutare a pianificare di gestire le vacanze in una famiglia in cui una coppia ha divorziato.

  • Indipendentemente dal partner che sostieni, una regola di "non parlare male" l'altro genitore di fronte ai bambini è un'idea saggia. Questo è vero, non importa quanto tempo è passato dal divorzio o quanti anni hanno i bambini. Anche se i bambini adulti conoscono le basi della ragione del divorzio, raramente vogliono sentire il genitore assente insultato da altri membri della loro famiglia.

  • Assicurati che i piani per trascorrere del tempo con un genitore o l'altro siano ben definiti prima del tempo, in modo che l'incertezza non aumenti l'ansia sul tempo di divisione tra le famiglie.

  • Anche le coppie ancora sposate non sono d'accordo su quanto spendere o cosa compreranno i suoceri. È anche più probabile che ci siano problemi tra i genitori divorziati, le cui situazioni finanziarie possono essere piuttosto disparate o che potrebbero provare a lenire la colpa offrendo regali ai bambini. Non trascinare i bambini nella discussione raccontando loro le tue delusioni o disaccordi con il genitore assente. È davvero difficile non trasmettere queste lamentele di fronte ai bambini, ma a lungo termine la tua restrizione sarà sempre redditizia.

  • Se un genitore non è in grado di presentarsi o presentarsi in tempo, assicurati che il genitore che è con i bambini sia preparato ad essere allegro e abbia in mente alcune attività che possono riempire minuti, ore o persino un giorno.

  • Se il divorzio è di per sé una novità e i bambini sono più grandi, consenti a quei bambini più grandi di essere parte attiva di qualsiasi decisione su come trascorrere il loro tempo di vacanza. Se sono adulti e tu sei il genitore divorziato, è essenziale per l'armonia familiare che tu non faccia pressione sui tuoi figli. Sai cosa vuoi dalla vacanza. Quali tempi vuoi condividere in particolare con loro? Estendi gli inviti a loro e chiedi loro di decidere in tempo sufficiente affinché tu ti adegui a ciò di cui hanno bisogno. Se stai andando a casa loro (s) allora allo stesso modo sapere cosa hanno in mente per come condividere il loro tempo. In un mondo ideale, una famiglia con un divorzio può riunirsi in alcune occasioni, ma se ciò è improbabile nella tua famiglia, puoi ridurre la tua depressione in anticipo e in modo intenzionale.

Il punto principale è gestire i piani di vacanza con franchezza e gentilezza. Se sei la persona rattristata dal divorzio, questo può essere estremamente difficile, e questa è la situazione per appoggiarsi ad amici o altra famiglia ma non ai bambini. Può essere difficile da ricordare, ma i bambini possono capire la differenza tra i genitori e imparare su cosa ognuno può contare. Il significato di "virtù è la propria ricompensa" in questo contesto è che quando non carichi i bambini durante le vacanze con la tua rabbia o tristezza per le azioni di uno dei loro genitori, potrebbe non sapere in quel preciso istante quanto sforzo hai richiede moderazione, ma tu sì. Stai aiutando a creare vacanze che non sono deludenti o deprimenti. Lo fai per loro, e i ricordi felici che riescono a costruire, non turbati dall'angoscia, è il miglior regalo che tu possa dare.

Solutions Collecting From Web of "Depressione e perdita delle vacanze"