Davvero non voglio sapere

Alcuni di voi potrebbero riconoscere il titolo di questo articolo come il nome di una canzone popolare che ha avuto inizio negli anni '50. So che molti di voi non sono cresciuti ascoltando musica allora, ma se avete qualche interesse per le radici della cultura popolare, questo piccolo pezzo di storia musicale potrebbe interessarvi.

Anche se non ti importa meno delle radici della musica pop, i sentimenti di quella canzone rimangono un problema che molti di noi portano con noi oggi. Lasciatemi citare alcuni dei testi per vedere cosa intendo.

" Quante braccia ti hanno tenuto?

E odiato per lasciarti andare

Mi chiedo, mi chiedo, mi chiedo

Ma davvero non voglio saperlo.

Quante labbra ti hanno baciato?

E rasserena la tua anima

Mi chiedo, mi chiedo, mi chiedo

Ma davvero non voglio saperlo.

Hai capito il succo? Anche allora, più di mezzo secolo fa, la maggior parte delle persone non ha vissuto la vita, incontrando vergini, innamorandosi e legandosi per la vita. Certo, c'erano casi in cui gli innamorati delle scuole superiori si innamoravano, si sposavano e trascorrevano le loro vite insieme, ma tali casi – sebbene fossero idealizzati – erano relativamente rari. La maggior parte delle persone allora, come oggi, aveva qualche miglia su di loro nel momento in cui le loro vite amorose erano finite. Usando il linguaggio educato degli anni '50 della canzone, le loro anime erano già state accese da più di poche labbra.

Questo è semplicemente un fatto della vita. La domanda affrontata da questo articolo è: come ci sentiamo riguardo a quelle altre labbra che il nostro partner ha baciato? Abbiamo bisogno di sapere quanti ce ne sono stati? E quanti sono un numero accettabile? Quanto è profondo il nostro disagio quando viene superato quel numero e cosa possiamo fare al riguardo?

La canzone in questione ha continuato a fornire un suggerimento su come questo disagio potrebbe essere affrontato.

" Quindi fammi sempre meravigliare

Fammi sempre indovinare

E anche se te lo chiedo

Tesoro non confessare. "

Quel messaggio è abbastanza chiaro. Forse muoio dalla voglia di sapere, ma non ho bisogno della risposta. Potrebbe persino peggiorare le cose per me. Cosa succede se il numero è più alto di quello nella mia mente? Forse l'ignoranza è veramente felicità.

Come puoi immaginare, il nostro disagio intorno a questi argomenti è in gran parte influenzato da tre fattori: genere, cultura e personalità. In primo luogo, i maschi tendono ad essere (ricorda che nessuna di queste affermazioni è assoluta!) Più influenzate dall'esperienza precedente del loro partner rispetto alle femmine. Questo è vero non solo per la nostra specie, ma attraverso la scala filogenica. In effetti, in molte specie le femmine selezionano specificamente i compagni che conoscono per essere vissuti. I maschi, d'altra parte, fanno il contrario.

Il punto è che non siamo l'unica specie in cui i maschi sono più preoccupati delle femmine riguardo a questo problema. È una tendenza evolutiva / biologica radicata in preoccupazioni più ampie sulla paternità e le risorse. Potrebbe non sembrare così quando parli con la gente, ma questo rimane un principio fondamentale della biologia evolutiva. È anche una buona ragione per cui le interviste – nonostante la nostra dipendenza da esse nelle scienze sociali – non rivelano sempre il quadro completo quando si tratta di comprendere la motivazione.

Il secondo fattore che influenza la nostra risposta è la cultura. Se fai parte della vita occidentale contemporanea, questo intero argomento può sembrare piuttosto singolare per te. Abbastanza corretto, purché tu sappia che all'interno di altre regioni culturali del pianeta, le donne vengono lapidate a morte per il tipo di comportamento di cui stiamo discutendo. In realtà, possono essere messi a morte per sospetto di ciò. Se sei un membro di quella cultura, ti adegui semplicemente alle regole e consenti loro di guidare il tuo comportamento di conseguenza. Ci sono poche alternative a tua disposizione oltre a defecare in un'altra parte del pianeta (quasi impensabile) o la morte.

All'interno del mondo occidentale giudeo-cristiano ci sono ancora sub-culture che non accettano gentilmente lo sfruttamento o il maltrattamento dei membri della famiglia. Le immagini di padri che incontrano giovani uomini con fucili da caccia o fratelli con vendetta nei loro occhi in attesa di appuntamenti troppo amorosi sono un caposaldo della narrativa popolare (e della non-fiction). Proteggere il nome di famiglia contro la disgrazia (e quale modo migliore per disonorare una famiglia che impregnare una figlia non sposata?) È una giustificazione per il caos. In definitiva, questo rientra nella categoria della reputazione, un altro tema importante nella psicologia evolutiva. Si lega anche direttamente alle preoccupazioni su tutte quelle precedenti "labbra".

Il terzo fattore che influenza la nostra risposta ai precedenti amanti è il meno prevedibile di tutti e il più variabile. L'ho chiamato "personalità", un termine vivamente ammesso. Copre una serie di domande come "sicuro" sei? Quanto è incline alla "gelosia?" Le risposte a queste domande ti inducono a pensare a quanto tu possa essere disturbato dal numero di volte in cui l'anima del tuo partner è stata accesa prima di entrare in scena.

Il fatto che io davvero non volessi sapere è stato un grande successo ed è stato registrato da più di una dozzina di artisti a metà degli anni '50 (e anche di più da allora) sottolinea la profondità di tali sentimenti tra di noi. I testi della canzone hanno colpito un nervo ampio. "Ho così tanta paura di conoscere la tua esperienza sessuale passata che non voglio nemmeno chiedere." E vale la pena notare che la canzone non si rivolge solo agli uomini gelosi, il target di riferimento stereotipato per tali preoccupazioni. Les Paul e Mary Ford, un duo molto popolare nel mondo della musica nei primi anni '50, hanno goduto di una delle versioni di maggior successo della canzone. La loro esibizione è stata eseguita dalla voce di Mary Ford. Ha rassicurato il mondo che una donna che sperimentava questa forma di "gelosia" era perfettamente normale.

Alcuni di voi potrebbero pensare che questa non è "gelosia" nel senso convenzionale. Non ci sono pretendenti rivali di cui preoccuparsi. Quelle altre labbra hanno fatto il loro bacio in passato. A meno che alcuni di loro siano ancora in giro, stiamo guardando qualcosa di diverso dalla convenzionale gelosia. Qualunque cosa sia, è abbastanza diffusa da alimentare una canzone popolare.

Forse l'antidoto più sano a questi sentimenti è offerto nei testi di una canzone di collina – anche un grande successo – del 1955. Ciò è particolarmente notevole perché la cultura della musica country (almeno negli anni '50) non era la più illuminata o liberale. Tuttavia sembrava assolutamente progressista su questo tema di cui stiamo discutendo. Per citare il disco di Webb Pierce, I Do not Care:

" Beh, non mi interessa

Se non sono il primo amore che hai conosciuto

Solo così sarò l'ultimo.

E non mi interessa

Se non sono il primo che hai baciato

Tesoro, non lo chiederò mai. "

Il rilascio della canzone chiarisce ulteriormente il messaggio:

"Ieri se n'è andato

Solo amami d'ora in poi

Sii fedele a me

Dimentica il passato. "

Non puoi chiedere di più. Ma ne siamo capaci?

Credits: I Really Do not Want Know composto da Don Robertson & Howard Barnes (Hill & Range Publishing)

I Do not Care composto da Cindy Walker & Webb Pierce (Cedarwood Publishing)

Illustrazione di Angel Chang

Solutions Collecting From Web of "Davvero non voglio sapere"