Dare dei calci a una dipendenza da cibo: sei punti sulla via della pace

Ormai il verdetto scientifico è chiaro: alcuni alimenti possono suscitare voglie che rivaleggiano con quelle di qualsiasi droga abusata. I binge eater lo hanno sospettato a lungo. Ora sappiamo che per molti, il cervello richiede più di certi cibi, tipicamente zucchero o altri semplici amidi, e fermarsi sembra impossibile. Le abbuffate di cibo non possono causare il caos – in un primo momento, comunque – come ubriachezza quotidiana o droghe di partito. Fanno kick-start diabete, cardiaco e altri problemi, però. E intrappolano le persone in cicli di lotta e vergogna proprio come fanno gli altri farmaci.

Il overeater può sentire "Basta non mangiarlo, allora!" Più spesso del tossicodipendente. In qualche modo, comprendiamo che le droghe esercitano una spinta. Coloro che mangiano senza lotta spesso non riescono a capire come qualcuno semplicemente non può "ognuno solo uno". In questi giorni, comprensione e sostegno si sono solidificati per il binger, tuttavia, e possono emergere percorsi più chiari verso la libertà. Questi percorsi includono spesso sei punti prevedibili lungo il percorso.

1. Identificazione del trigger alimentare – a volte i colpevoli sono ovvi. Potresti già sapere che Haagen-Daz chiama il tuo nome ogni notte. I cibi grilletti a volte sfuggono all'attenzione, però. E spesso, più di uno è al lavoro. Quindi un registro degli alimenti inizia il processo di rottura delle abitudini alimentari che creano dipendenza. Che tu voglia o meno seguire il tuo cibo a lungo termine o no, scrivendo tutto ciò che mangi – cosa, quando, quanto e come ti senti – mette in evidenza i punti problematici in modo rapido e chiaro.

2. La decisione Sugar – Mentre vari alimenti possono dare il via agli stimoli, lo zucchero è in cima alla lista. Per molti overeaters, eliminare lo zucchero, per quanto difficile, blocca completamente le abbuffate. Non è neanche facile, o comunque. Alcuni possono imparare a ridurre o resistere, altri semplicemente non possono. Qui il cibo differisce da, diciamo, dall'alcol o da altre droghe, che quasi sempre richiedono l'astinenza completa una volta che i problemi iniziano. Probabilmente dovrai affrontare questa decisione e decidere cosa ha senso per te, se lotti con l'eccesso di cibo.

3. Imparare ad affrontare le emozioni – Oltre a questa attività cerebrale avvincente, le dipendenze "prendono" perché rendono più facile gestire le emozioni. Ciò vale per tristezza, ansia, rabbia, senso di colpa, noia e persino gioia. Tendiamo a sottovalutare quanto sia difficile cavalcare le maree dei nostri sentimenti. Vengono, vanno, cambiano e poi ritornano. Minacciano di sopraffare, o almeno di causare disagio. La perdurante libertà da ogni dipendenza richiede l'apprendimento, o il re-apprendimento, di come cavalcare queste maree senza l'aiuto della sostanza. Il registro degli alimenti può aiutare a identificare ciò che tende a stimolare le abbuffate. Sapere dove si trova il tuo lavoro emozionale, sia nella gestione della rabbia o seduto con la solitudine, ti aiuterà finalmente a lasciare alle spalle le tue preoccupanti abitudini.

4. Consentire il sostegno degli altri – Uno dei motivi per cui i gruppi di 12 persone aiutano tanti è che hanno sempre compreso il potere delle persone di sostenersi a vicenda con difficili cambiamenti di vita. In questi giorni, il sostegno di altri ha dimostrato di aumentare il consumo sano e la stessa perdita di peso. Che si tratti di un amico o di un coniuge solidale, di un gruppo di terapia o di un circolo di amici che la pensano allo stesso modo, il sostegno sociale indica la via della libertà.

5. Sviluppo dello stile di vita sano – Non troverete alimenti specifici ed esercizi che aiuteranno ogni singolo dipendente in ogni momento. Tuttavia, migliorare la qualità della propria dieta in generale e assicurandosi di esercitare, aiuta molto, sia per ragioni fisiche che psicologiche. Anche piccoli cambiamenti in queste direzioni possono fare la differenza.

6. Essere gentile con te stesso – La vita diventa più pacifica e sana senza dipendenza. E la salute migliora con un'alimentazione migliore. Tuttavia, fermare le abitudini di dipendenza è molto difficile e importante da non sottovalutare. Succedono quasi sempre gli alti e bassi sulla strada. Un atteggiamento di auto-perdono e riflessione non solo rende più facile il processo, ma migliora la probabilità di successo. Quando non sei occupato a buttarti giù (e a dire "perché preoccuparti"), hai più energia per risolvere i problemi, tirarti su e andare avanti.

I blog precedenti offrono ulteriori letture sui punti precedenti, oltre ad altri link e risorse:

Su zucchero e dipendenza

Sul supporto sociale

Essere gentile con te stesso

 

Solutions Collecting From Web of "Dare dei calci a una dipendenza da cibo: sei punti sulla via della pace"