Dare dalla testa contro dare dal cuore

Peter Singer ci chiede di riflettere seriamente su questioni etiche. La sua ultima sfida si pone in questo modo: diciamo che puoi permetterti di donare $ 100.000 in beneficenza e sono stati invitati da due gruppi diversi allo stesso tempo. Uno è un museo d'arte che vuole una nuova ala per mostrare meglio la sua arte e l'altra è un'organizzazione che può prevenire la cecità in 1.000 persone per la stessa quantità di denaro.

Supponendo che farai la donazione, a quale organizzazione di beneficenza dovresti dare?

Singer risolve questo problema chiedendo dove i $ 100.000 farebbero il meglio. La sua risposta è "che il danno inflitto a una persona che diventa cieco supera i benefici ricevuti da 1.000 persone che visitano la nuova ala".

https://myaccount.nytimes.com/auth/login?URI=http://www.nytimes.com/2013…

Fare del bene, secondo Singer, è un calcolo. La cosa giusta è quella che crea il più grande bene per il maggior numero. Ma cosa succederebbe se cambiassimo gli esempi che Singer dava una scelta tra $ 100.000 per l'istruzione universitaria di tuo figlio contro $ 100.000 per evitare che 1.000 persone perdessero la vista?

Mentre la costruzione di una nuova ala per un museo rispetto alla prevenzione della cecità diffusa sembra banale ed egoista, educare il proprio figlio a scapito di impedire a molte persone di diventare ciechi non è così ovvio.

O che dire di questo esempio: una famiglia senzatetto appare sulla soglia di casa e tu li accetti. Il costo di tenerli alloggiati, nutriti, educati e in salute è equivalente al costo di fornire acqua pulita a molti villaggi nei paesi in via di sviluppo.

O che dire dei soldi spesi per offrire conforto ad un anziano membro della famiglia? Gli stessi soldi non farebbero più bene a più persone che altrimenti vivrebbero nello squallore?

Il problema con un'analisi costi / benefici dell'etica è che alcuni benefici sono i calcoli del cuore, non della testa. Siamo fedeli a certe persone e meritano di più da noi di estranei. Per usare un altro esempio: supponi che il tuo bambino si diverta nell'oceano e viene trascinato in una risacca con altri due bambini. Sarebbe un genitore insensibile e strano che non cercherebbe prima di salvare il proprio figlio, permettendo agli altri di affogare.

Il cantante ci sfida a "un altruismo efficace". Dare soldi quando ne deriva poco o nulla è uno spreco. Ma dare tempo e denaro a cause che sono vicine al tuo cuore è più efficace a lungo termine che accumulare i benefici comparativi. I nostri cuori ci muovono più delle nostre teste. Questa non è sempre una buona cosa, ma è il modo in cui la maggior parte di noi vive. E se questo significa che non siamo altrettanto efficaci nel nostro dare caritatevole come potremmo essere, va bene. L'altruismo ci spinge a fare del bene; non ci impone di essere perfetti.

Solutions Collecting From Web of "Dare dalla testa contro dare dal cuore"