Danza il tuo esperimento

Hai mai notato che la parola "danza" contiene "dna"? Gli scienziati hanno! E alcuni di loro hanno effettivamente ballato il DNA, e anche altri concetti scientifici! Questo perché la stessa creatività che ha permesso a Loie Fuller di applicare la sperimentazione scientifica alle sue danze consente agli scienziati di utilizzare i concetti della danza per informare i loro esperimenti scientifici. È una strada a doppio senso!

La nostra storia preferita in questo senso è raccontata da MacArthur Fellow, John Cairns, un microbiologo di fama internazionale. Molti anni fa, Cairns stava cercando di capire come un particolare gruppo di geni batterici fosse regolato. Dopo molte settimane di attenta riflessione, ha escogitato un complicato esperimento che pensava potesse far luce sulla questione. All'epoca lavorava ai Cold Spring Harbor Laboratories.

Il sabato sera, durante le estati, gli scienziati residenti si riunivano spesso per ballare un po 'di gente, e com'era il solito di Cairns, partì per unirsi al divertimento. Lungo la strada incontrò uno dei suoi colleghi, Bob Edgar, a cui spiegò l'esperimento. "Edgar ha proceduto a convertire il mio bellissimo design in istruzioni per una danza quadrata immaginaria, saltando da un lato all'altro della strada mentre recitava una danza di particelle di batteriofagi, ognuna contrassegnata da un diverso isotopo, che si accoppia e separa, muovendosi in linee , ri-assortire se stessi e così via. Questo durò per i 300 metri tra la sua classe e il prato con i suoi danzatori umani in attesa, dove si tuffò nel crepuscolo dorato. "

I Cairns non avevano mai pensato prima a un esperimento come a una forma di coreografia. Probabilmente neanche tu. Cairns era molto felice che Edgar avesse, comunque, perché ballando l'esperimento, i due capirono che non poteva funzionare. Un po 'di gioco di gambe gli ha risparmiato settimane di inutile lavoro di laboratorio.

Sommer Gentry ha fatto un passo avanti la connessione tra danza e scienza. Gentry è un

matematico ed ingegnere elettrico presso la US Naval Academy. È anche un'insegnante di danza swing. Mentre era al MIT come istruttrice, ha incontrato un giovane e attraente chirurgo durante la danza. La presentò alla chirurgia robotica. Gentry lo sposò e iniziò a studiare modi per rendere i robot chirurgici più sensibili al tocco. Lo ha fatto cercando di insegnare loro a ballare!

La connessione tra danza e chirurgia robotica è sensazione tattile o tattile. Gentry sapeva dalle sue danze che la maggior parte della comunicazione tra i compagni di ballo non è né verbale né visiva, ma fisica, e ognuno raccoglie i segnali attraverso i moti sentiti dell'altro. Poteva, pensò lei, creare un sistema robotico che rispondesse in modo sensibile al tatto come faceva un compagno di ballo? In particolare, la sua ricerca non solo ha dimostrato che un tale sistema era possibile, ma anche che le persone potevano imparare serie di movimenti in modo molto più efficiente da questi robot sensibili al tocco piuttosto che osservare un essere umano eseguire i movimenti.

Guardate bene e troverete molti altri esempi di scienziati e ballerini in collaborazione. Un festival di danza del 2003 tenuto presso l'Università di St. Andrews in Scozia ha riunito importanti ricercatori di biomedica e ballerini sperimentali. L'idea di "Dance Sparks" è nata quando la coreografa Tricia Anderson e il fisiologo Mark Evans "hanno iniziato a riflettere su come un danzatore si avvicina a concetti scientifici complessi e su come uno scienziato potrebbe dare forma alla sua intuizione scientifica attraverso il movimento, la luce e il suono".

Il risultato fu un approccio molto diverso alla comprensione scientifica, non solo per il pubblico laico, ma potenzialmente anche per lo scienziato. Durante gli anni '80, il fisico di UC Berkeley, Marvin Cohen, collaborò con il coreografo David Wood per produrre una danza chiamata "Correnti" sul fenomeno della superconduttività. Cohen ha osservato al momento che "ho detto a David Wood che se lui oi ballerini avessero escogitato un nuovo stato ordinato di alcuni nuovi movimenti, sarei felice di averne sentito parlare. Speriamo che possa darci qualche nuova idea ".

Ciò che è buono per il maestro è buono per il principiante. Molti educatori scientifici si rendono conto che gli studenti imparano meglio determinati concetti danzando la loro strada verso la comprensione. Zafra Lerman ha vinto numerosi premi di formazione per trasformare la chimica in teatro e danza. Sostiene che gli studenti che altrimenti troverebbero il soggetto poco interessante saranno immersi nella sua complessità quando gli viene chiesto di diventare un elemento e imparare a muoversi e agire come tale sostanza chimica. Allo stesso modo, Sing Smart, una società di formazione, pubblica una serie di CD chiamati "Holy Mol-ee" (potresti ricordare che un mol è un'unità di misura standard in chimica) che mostra agli insegnanti come usare il canto e la danza per insegnare di base principi chimici agli studenti di ogni disposizione di apprendimento.

E tornando al DNA nella danza, a livello professionale la coreografa-ballerina Liz Lerman (nessuna relazione con Zafra) ha esplorato le implicazioni delle tecnologie genetiche nel suo 2006 "Ferocious Beauty", sviluppato in collaborazione con 34 scienziati e ricercatori genetici. Viceversa, a livello pratico, professori come la biologa Susan Fisher dello stato dell'Ohio usano la danza per presentare ai loro studenti le complessità cromosomiche (vedi la sua clip qui sotto). Le danze amichevoli in classe esplorano come i cromosomi si segregano in mitosi, meiosi, replicazione e trascrizione del DNA, come un gene viene tradotto in una proteina e persino come la proteina si ripiega per svolgere la sua funzione specifica.

Tutte queste danze del DNA sono debitrici della "madre" di tutti quei balli prodotti nel 1971 alla Stanford University dal premio Nobel Paul Berg. Immagina solo più di cento studenti universitari che corrono e si divertono su un campo erboso alla maniera di ribonucleotidi, amminoacidi, ribosomi e molecole simili – tutto da battere nella musica rock – e hai una buona idea di "Dance" dei ribosomi "! Puoi vederlo qui: http://biology.kenyon.edu/slonc/Micro/protein_synth102105.mp4

Una definizione di creatività sta creando connessioni utili tra idee apparentemente non connesse. Con questa definizione, direi che usare la danza per informare e trasmettere la scienza è piuttosto creativo. E anche creativamente carina!

Altre danze del DNA:
Susan Fisher: http://accad.osu.edu/research/dancing_DNA/dancing_dna_clip_WEB.mov
Per le classi elementari:
http://www.biotech.wisc.edu/Outreach/dnadance.html

Riferimenti:
Berg, Paul e Phlogiston Productions (Stanford University) "Dance of the Ribosomes" http://biology.kenyon.edu/slonc/Micro/protein_synth102105.mp4
Cairns, John. L'utilità della parodia, Nature 2004; 428: 23
Curriculum Chemistry-Dance-Song: http://sing-smart.com/
Gentry, Sommer su robot ballanti:
http://web.mit.edu/newsoffice/2004/dancerobot.html
http://www.dorryandsommer.com/press/innovation_6_04.pdf
Intervista radiofonica su KMOX News 5/12/04 (MP3)
http://www.dorryandsommer.com/press/globe3_16_04.pdf
Gentry, Sommer dancing: http://www.youtube.com/watch?v=gYzmdUySg8E&feature=related
Lerman, Liz su danza e scienza:
http://greatdance.com/danceblog/archives/podcasts/000511.php
http://www.danceexchange.org/performance/ferociousbeautygenome.html
Lerman, Zafra. Chimica: un'ispirazione per il teatro e la danza. Chemical Education International 2005; 6 (1): 1-5. http://media.iupac.org/publications/cei/vol6/11_Lerman.pdf
Lerman, ZM: "Visualizzazione del legame chimico". Chemical Education Journal, 5, (1), Special Issue on
Pacifichem 2000; http://ce.t.soka.ac.jp/cei/v2n1/ZLerman/index.html
Root-Bernstein, M. M, Lownds, N, Miller J, Newman, D., Bristow, C., Overby, L., Root-Bernstein, RS "Body Thinking Beyond Dance: Connections to Science", Merging Worlds: Dance , Educazione, Società e Politica (The National Dance Education Organization 6th Annual Conference Proceedings) CD-ROM, 20-24 ottobre 2004, pp. 354-364.
Root-Bernstein, MM e Root-Bernstein, RS "Body Thinking Beyond Dance: un approccio agli strumenti per pensare", in Overby, Lynette e Lepczyk, Billie, eds. Dance: Current Selected Research, vol. 5, pp. 173-202, 2005.
Notizie dalla St Andrews University:
http://calvin.st-andrews.ac.uk/external_relations/news_article.cfm?refer…

Solutions Collecting From Web of "Danza il tuo esperimento"