Dai baby boomer alla generazione Z

Sovereign Health/Shutterstock
Fonte: Sovereign Health / Shutterstock

Se sei nato negli Stati Uniti dopo il 1946, sei un Baby Boomer; se sei nato dopo il 1964, appartieni alla Generazione X; e se sei nato dopo il 1980, sei un millenario. La gente affolla queste identità generazionali come se si affollassero ai loro oroscopi, combattendo attraverso tutti i tratti per cercare le buone caratteristiche e buttare via gli attributi cattivi che si riflettono nelle loro identità generazionali. Sebbene le informazioni su di loro varino, potrebbe esserci qualche verità in queste identità generazionali e in che modo hanno modellato la società di oggi. Dalla Grande Depressione e dalla Seconda Guerra Mondiale alle società tecnologiche e alle startup, la società ha apportato cambiamenti drastici che hanno modellato la psicologia alla base di queste ere generazionali.

I baby boomer, ovvero i bambini dei fiori

I Baby Boomers nacquero all'incirca tra gli anni 1946 e 1964, collocandoli nella fascia di età tra i 51 ei 70 anni. Forse la generazione più influente della storia, questa generazione del "potere dei fiori" è nota per i suoi ruoli fondamentali nel movimento per i diritti civili, Woodstock e la guerra del Vietnam.

Il termine "Baby Boomer" è stato derivato dal drammatico aumento dei tassi di natalità dopo la seconda guerra mondiale; i soldati sono tornati a casa dalla guerra e hanno avuto più tempo da dedicare alla creazione di bambini, con una popolazione negli Stati Uniti di 75,4 milioni di persone.

Questa generazione apprezza le relazioni, poiché non sono cresciute con la tecnologia che gestisce le loro vite. Baby Boomers è cresciuto facendo telefonate e scrivendo lettere, consolidando forti capacità interpersonali. Tuttavia, con l'avanzare dell'età, sono diventati fluenti nella tecnologia e ora usano telefoni cellulari e tablet. La differenza è che usano queste tecnologie come strumenti di produttività rispetto alla connettività, un'idea che proviene dalla generazione del Millennio.

Mentre questa generazione raggiunge il pensionamento, la politica americana è stata modellata per trovare una soluzione per l'esaurimento dei sistemi di assistenza sanitaria statale e di sicurezza sociale. La medicina geriatrica è diventata una specialità popolare, dal momento che la necessità di assistenza sanitaria medica e psicologica è ora focalizzata sulla soddisfazione dei bisogni della cittadinanza senior.

Nella forza lavoro, i baby boomer giocano secondo le regole, mettendo la loro vita lavorativa prima e vivendo il vero "sogno americano", che comprende i bambini, una carriera da 9 a 5, una casa e un minivan. Hanno aperto la strada al maniaco del lavoro in America corporativa, che è attualmente in fase di ristrutturazione oggi, grazie ai Millennials.

Generazione X, ovvero la generazione perduta

Generation X, conosciuta come la generazione "sandwich", è nata tra il 1965 e il 1980 ed è attualmente di circa 35-50 anni. Sono alloggiati tra le due grandi e famose generazioni, i Baby Boomers ei Millennials. Diversamente dalla generazione di Baby Boomer, Generation X si concentra maggiormente sull'equilibrio vita-lavoro piuttosto che sulla strada stretta e lineare di Corporate America.

Soprannominati dai media come "bambini chiacchieroni", i Gen Xers sono considerati la prima generazione di "asilo nido", perché molti sono stati allevati da due genitori che lavoravano o da un unico genitore divorziato. Questa generazione ha ritardato il matrimonio e la gravidanza per concentrarsi sullo sviluppo prima di se stessi. Sono la prima generazione a valutare l'equilibrio tra lavoro e vita privata, possibilmente in risposta all'esperienza delle conseguenze del workaholism dei loro genitori – le loro case rotte.

Nel suo blog sulla raccolta di saggi globale che ha pubblicato, "Generazione X diventa globale: mappare una cultura giovanile in movimento", Christine Henseler riassume questa generazione come "una generazione la cui visione del mondo si basa sul cambiamento, sulla necessità di combattere la corruzione, le dittature, abuso, AIDS, una generazione alla ricerca della dignità umana e della libertà individuale, il bisogno di stabilità, amore, tolleranza e diritti umani per tutti. "

I Millennial, alias i guru della tecnologia narcisistica

La prima generazione a raggiungere l'età adulta nel nuovo millennio, Millennials sono i giovani guru della tecnologia che prosperano su nuove innovazioni, start-up e l'elaborazione di coffee shop. Erano i bambini degli anni '90 che nacquero all'incirca tra il 1980 e il 2000. Questi ventenni hanno fatto ri-definire il luogo di lavoro. La rivista Time li ha chiamati "The Me Me Me Generation" perché vogliono tutto. Sono conosciuti come fiduciosi, autorizzati e depressi.

Questa generazione di esperti di blog è stata cresciuta da genitori che non erano autorevoli, ma piuttosto si sono visti come partner. I Millennial sono cresciuti facendo le regole piuttosto che avere i genitori dire loro cosa è giusto. Le loro vite sono ora gestite dai loro gadget intelligenti, la loro terza appendice.

Queste persone frequentano i siti di incontri online, al contrario dei Baby Boomers che hanno incontrato i loro coniugi tramite amici o durante le uscite sociali. I Millennial possono essere conosciuti come vincenti e guidati, ma il loro matrimonio con la tecnologia ha quasi distrutto le loro capacità interpersonali e, di conseguenza, la depressione è dilagante in questa generazione.

"Generazione di me: perché i giovani americani di oggi sono più fiduciosi, assertivi, intitolati – e più miserabili che mai", scritto da Jean M. Twenge, Ph.D., si basa sui suoi "decenni" di dati psicologici "; e lei "sostiene che la depressione, la solitudine e gli attacchi di panico sono tutti significativamente più caratteristici dei ventenni di oggi rispetto alle generazioni precedenti alla stessa età." Ciò potrebbe essere dovuto all'estrema pressione per avere successo. Comprare una casa, mantenere un buon lavoro e sposarsi non è così facile come una volta era dovuto agli straordinari costi elevati nella nostra società attuale. Di conseguenza, la malattia mentale nei campus universitari è dilagante. Le sparatorie nelle scuole di massa sono comuni e difficilmente sono esistite durante le passate generazioni.

Questi fattori stressanti e le malattie mentali sono probabilmente multi-fattoriali, guidati dalle avversità della società, dall'ossessione per la tecnologia e dal "Io sono migliore della mentalità di te". Sul posto di lavoro, i Millennial, contrariamente ai Baby Boomers, cercano flessibilità piuttosto che fascia di contribuzione più elevata. Vogliono più tempo per le vacanze, abbigliamento casual e la flessibilità di lavorare da casa piuttosto che dall'ufficio. Stanno tutti lavorando in modo più intelligente, non più difficile.

Generazione Z: l'ignoto

Nata all'incirca tra il 1995 e il 2012, Generation Z è la prossima generazione che sta ancora crescendo. Non vengono pubblicati molti dati su questa generazione, poiché l'età media è tra i 4 e i 19 anni. Ma sappiamo che questi bambini sono già attaccati alla tecnologia. Restate sintonizzati per i nuovi sviluppi di questa prossima generazione.

Contributo di Kristen Fuller, MD

Solutions Collecting From Web of "Dai baby boomer alla generazione Z"