Da "solo amici" a un incubo sul posto di lavoro: cosa è successo?

DOMANDA

Cara Irene,

Poco più di un anno fa ho iniziato un'amicizia con una collega. Siamo entrambi sposati e non è mai andato oltre lo stadio dell'amicizia, né lo abbiamo fatto né noi né noi. È iniziato abbastanza semplice, sapeva che stavo fotografando e lei sospettava un problema con la sua macchina fotografica e mi ha chiesto di prenderlo per un po 'e vedere se riuscivo a trovare qualcosa di sbagliato.

L'amicizia è cresciuta fino al punto in cui stavamo prendendo la maggior parte delle nostre pause insieme e abbiamo passato molto tempo a parlare e a conoscerci. Abbiamo iniziato a lavorare nel giro di pochi mesi l'uno dall'altro ed eravamo entrambi i "nuovi bambini" del gruppo e penso che abbiamo avuto la tendenza a creare un legame. Ha avuto numerosi problemi con il management ed è venuta da me in lacrime due volte perché sentiva di essere maltrattata.

Abbiamo già avuto una relazione amichevole in quel periodo e ci siamo scambiati degli abbracci occasionalmente; La strinsi e la lasciai piangere sulla mia spalla. L'amicizia è cresciuta anche al di fuori del lavoro e abbiamo avuto diversi incontri con i nostri altri significativi: gite di un giorno a Cape Cod e Martha's Vineyard, escursioni in alcuni parchi locali e cene in ristoranti locali e in ognuna delle nostre case. Ci siamo sempre seduti insieme durante gli incontri al lavoro e penso che fosse ovvio per il resto del personale che ci siamo goduti la compagnia l'uno dell'altro.

Sono andato via per una vacanza di due settimane alla fine di ottobre e ha espresso preoccupazione più volte su come sarebbe sopravvissuta mentre ero via. Desiderò che non stavo andando e che lei potesse venire con me. So che la gente dice solo quelle cose ma sembra più preoccupata del normale. Mi ha dato un grande abbraccio il giorno che me ne sono andato e uno ancora più grande il giorno in cui sono tornato dicendo che era felice di essere tornato.

Verso la fine di novembre, ha fatto un totale di 180 su di me. Ho espresso preoccupazione per il fatto che la nostra amicizia stava andando a pezzi. Ha detto che mi preoccupavo troppo e saremmo sempre stati amici. Qualche giorno dopo, è cambiato in lei non piacendo il suo lavoro, non essendo in grado di separarmi da esso, e che voleva che la lasciassi solo.

Sapevo che stava avendo problemi con il capo e si sentiva come se la stesse sempre guardando. Alcuni giorni dopo, quando era fuori per la giornata, ho chiesto se potevamo stare insieme per qualche minuto per parlare. La sua risposta fu semplicemente "Lasciami in pace".

Per Natale, le ho mandato un libro fotografico che aveva molte foto di lei e suo marito in vari posti che avevamo visitato l'anno scorso. Quando tornai a lavorare la settimana dopo Natale ricevetti una telefonata da parte delle Risorse Umane che diceva che aveva presentato una denuncia contro di me. La denuncia è stata avviata in risposta al fotolibro, ma ha anche trascinato in e-mail che riteneva non appropriate e ha detto loro che non voleva mai uscire in pausa con me e si sentiva spinta a questo e sentiva di non poter dire di no . Non ho mai avuto alcuna indicazione sul fatto che fosse meno che felice di fare pause con me e lei non mi ha mai detto nulla riguardo alle mie e-mail che sono inappropriate. Mi consideravano amici e le e-mail (tutte tranne una per gli account di posta elettronica non lavorativi) erano e-mail amichevoli. Ha sottolineato cose come hai tempo per un amico? O mi manca la vicinanza che condividevamo e quella che ho firmato con un abbraccio virtuale.

Sto ancora aspettando la decisione finale da parte delle Risorse umane, ma per il momento ci è stato semplicemente detto di non avere alcun contatto reciproco. Siamo entrambi al lavoro ed è molto difficile per me adesso. Cerco di evitarla il più possibile e aspetto di essere sicura che lei sia nel suo ufficio prima di lasciare il mio.

Non so come questa amicizia sia passata dal migliore amico al peggiore nemico dalla sua parte così rapidamente e non ho idea di cosa avrei potuto fare per causare questo dato che non me lo dirà. Ho avuto problemi con la depressione me stesso in passato e questo episodio mi ha riacceso sulle medicine per questo; aiuta con il dolore ma non con la mia incapacità di capire nulla di tutto ciò. Non capisco come potrebbe essere stata mia amica, come avremmo potuto essere così vicini e come è finita così.

firmato,
Depresso a Boston

RISPOSTA

Caro depresso a Boston:

La tua storia è triste e difficile da comprendere anche per me. Dici di essere "solo amici" con questa donna – dentro e fuori dall'ufficio – per quasi un anno e poi la relazione sembrava deteriorarsi senza una ragione apparente.

La mia sensazione è che dovesse esserci qualcosa che stava accadendo nella sua vita personale di cui non si conosce nulla. Forse, suo marito iniziò a sentirsi minacciato dalla sua amicizia d'ufficio. O forse, mentre eri via in vacanza, si rese conto che era diventata più affezionata a te emotivamente di quanto non fosse comodo per lei. Non conosco le risposte a queste domande o se sto persino alzando le giuste possibilità. Probabilmente neanche tu. La verità potrebbe essere qualcosa che lei non è disposta a dirti o qualcosa che lei non capisce appieno.

Detto questo, ha preso una decisione unilaterale di scaricarti e sigillare l'affare con una visita a HR. Poi ha iniziato a raccogliere "prove" per costruire un caso in cui le tue avances erano sgradite e avevano oltrepassato i confini di una relazione collegiale.

Non hai menzionato la tua risposta alle Risorse Umane e quello che stanno "decidendo". Se le accuse sono gravi e / o il tuo lavoro è a rischio, sarebbe saggio consultarsi con un avvocato. Mi sto anche chiedendo come hai gestito questa situazione con tua moglie. Sei stato in grado di essere sincero con lei così da poter contare su di lei per il supporto? Infine, sei stato totalmente disponibile e onesto con te stesso in termini di aspettative su questa amicizia?

Chiaramente, non hai altra scelta ora che tornare indietro dal rapporto con il tuo collega e limitare qualsiasi contatto. Non inviarle e-mail o messaggi di testo in ufficio oa casa.

Concentrati sul mantenimento delle tue prestazioni sul lavoro e assicurandoti di rispettare le condizioni stabilite dal tuo datore di lavoro. È importante che tu possa esprimere i tuoi sentimenti riguardo a questa situazione sconvolgente al di fuori dell'ufficio: o con tua moglie, un amico fidato o un professionista della salute mentale. Se hanno lavorato per te in passato, un antidepressivo può essere di aiuto. Se senti di averne bisogno e ne hai l'opportunità, puoi trasferirti in un'altra unità della tua organizzazione o cambiare impiego.

Per quanto possa essere difficile, devi accettare che potresti non avere mai una comprensione completa di quello che è successo, solo il tuo lato dell'equazione, e che devi raccogliere i pezzi nel miglior modo possibile e andare avanti.

Spero che questo aiuti un po '.

Migliore,
Irene

Solutions Collecting From Web of "Da "solo amici" a un incubo sul posto di lavoro: cosa è successo?"