Custodi o Life-Takers?

Questa settimana, un tribunale spagnolo di Girona ha condannato Joan Vila Dilme, 48 anni, per l'omicidio di 11 pensionati presso la struttura per l'eldercare che lo aveva assunto. La giuria di nove persone è stata unanime, nonostante l'insistenza di Dilme che aveva amato i suoi pazienti e li aveva uccisi solo per porre fine alla loro sofferenza.

Il suo metodo era di far bere loro del liquido caustico, che a malapena sembra un trattamento misericordioso. Un'autopsia di un deceduto nel 2010 che ha scoperto che l'acido rivelava il MO, poneva fine alla breve ma proficua serie di uccisioni di Dilme. Alla fine ha ammesso a tutti loro.

Quindi è Dilme un fornitore o un predatore? A differenza di alcuni assassini degli anziani, non sembrava arricchirsi.

Ad esempio, Dorothea Puente gestiva una pensione a Sacramento, in California, ed era pronta ad aiutare coloro che erano sfortunati. Durante gli anni '80, questa donna di 59 anni ha aperto la sua casa a beneficiari di assistenza sociale e di sicurezza sociale. Offriva un affitto basso e pasti caldi, ma il giro d'affari sembrava sorprendentemente alto. Quando i vicini chiedevano di qualcuno che non vedevano da un po ', lei avrebbe detto loro che il talco era semplicemente andato avanti.

Puente era una donna così dolce che nessuno avrebbe sospettato fino a quando un assistente sociale non fosse andato a controllare un cliente che aveva riferito di essere scomparso. Aveva sentito parlare dei cattivi odori in casa e credeva che il suo cliente non se ne sarebbe andato, così ha avvertito la polizia.

Dopo aver investigato, hanno identificato l'odore della decomposito. Scavarono nei prati e nei giardini e presto scoprirono la fonte del fetore: sette cadaveri coperti di calce e plastica, uno dei quali era stato decapitato. Le autopsie in seguito confermarono che queste persone erano morte per overdose di droga.

Risultò che Puente aveva falsificato le firme su oltre sessanta assegni e aveva scontato il periodo di detenzione per furto e frode. Al momento del rilascio, era stata persino considerata un pericolo per gli anziani. Ma lei aveva escogitato un modo per creare una "casa".

Durante i primi anni del 1900, una piccola struttura per anziani nel Connecticut registrò un numero sospetto di morti per un periodo di 5 anni, anche per quella popolazione. Amy Archer-Gilligan, che aveva anche perso due mariti per una misteriosa malattia, gestiva il posto. Un funzionario in incognito ha raccolto prove di frode e di gioco scorretto, che hanno portato all'esumazione dei corpi del secondo marito di Archer-Gilligan e di numerosi ex pazienti.

Trovando alte dosi di arsenico, insieme a prove dei suoi acquisti di arsenico, i funzionari le hanno accusato di sei capi di omicidio. Dai medici hanno appreso che il numero dei morti in una struttura di queste dimensioni sarebbe di otto a dieci per il periodo di funzionamento, non quarantotto. Poi scoprirono i subdoli metodi di "cura" di Archer-Gilligan.

"Sorella", a quanto pare, Amy aveva convinto alcuni pazienti a pagare un cospicuo premio assicurativo, per il quale aveva promesso assistenza a vita. Una volta che ebbe i soldi, le loro "vite" finirono rapidamente. Archer-Gilligan si è dichiarato colpevole e ha ricevuto un'ergastolo, che ha servito in un'istituzione per i pazzi.

In un'altra struttura per l'elder, la motivazione erotica è stata il fattore principale di una follia omicida che ha richiesto cinque vite. Catherine Wood era supervisore presso l'Alpine Manor nel Michigan, dove divenne amante di Gwendolyn Graham. Un giorno, nel 1987, Graham suggerì di uccidere i pazienti, così inventarono un gioco.

L'impianto di raccolta dati registrava regolarmente i nomi dei pazienti deceduti o dimessi in un libro. Wood e Graham hanno complottato per uccidere le persone la cui prima iniziale, quando ha letto l'elenco del libro, ha scritto MURDER. Hanno quindi provato a portare a termine questo piano.

Sebbene alcuni assassini di eldercare ci siano per soldi, le motivazioni sono chiaramente mescolate. Alcuni killer della sanità si sono sentiti troppo oberati. È anche possibile che Dilme credesse di essere misericordioso, nonostante l'ovvio dolore che aveva causato. Anche così, i pazienti in tali strutture sono vulnerabili ai loro assistenti e spesso non sono in grado di badare a se stessi.

Questo è uno dei motivi per cui i serial killer sanitari spesso scelgono i più giovani o molto anziani per le loro vittime. I giovani non possono parlare e gli anziani dovrebbero morire. In genere, non c'è nemmeno nemmeno un'indagine. Ma un'analisi statistica dettagliata può offrire indizi e aiutare a suscitare confessioni.

Solutions Collecting From Web of "Custodi o Life-Takers?"