Credere nel cambiamento per più di buoni voti

Come preludio al mio primo post su Psychology Today, ho pensato che fosse prudente introdurre sia me stesso che il mio nuovo blog, Nudging Ahead. Sono uno psicologo sociale interessato a come possiamo usare le semplici strategie derivate dalla scienza comportamentale – spesso definite come "nudging" (dopo il nuovo libro classico di Thaler e Sunstein Nudge ) – per aiutare le persone a raggiungere i loro obiettivi. Nello specifico, lavoro con college e università per spingere i loro studenti a persistere a scuola e guadagnare i loro gradi. In Nudging Ahead, condividerò con i lettori di Psychology Today la miriade di modi in cui la scienza comportamentale viene utilizzata per rimodellare l'istruzione superiore e fornire la mia prospettiva su dove possiamo andare avanti con queste strategie.

Felix Burton/Flickr
Fonte: Felix Burton / Flickr

Mindsets accademico

Per dare il via alle cose, voglio parlare delle teorie laiche sulla personalità , o della nostra comprensione implicita di come le persone lavorano. Il più famoso di questi sono le teorie laiche dell'intelligenza, che furono esplorate per la prima volta dal dottor Carol Dweck, professore di psicologia alla Stanford University. Nello specifico, il lavoro del dott. Dweck ha gettato un riflettore sull'importanza delle mentalità di crescita per il successo accademico. Uno studente con una mentalità di crescita crede che l'intelligenza sia malleabile e tende a lavorare di più in risposta alla lotta. Quando apprendono un nuovo concetto non viene naturale, questi studenti pensano di non averlo ancora ottenuto, e cercano modi alternativi per padroneggiare il materiale. Uno studente con una mentalità fissa, d'altra parte, crede che l'intelligenza sia innata e, quindi, tende a rinunciare quando viene sfidata. Pensano a se stessi che non sono solo una "persona di matematica" o semplicemente "cattivi nella scrittura" e la loro motivazione per quel soggetto diminuisce. Come potete immaginare, l'ex studente tende a vedere i loro voti migliorare nel tempo, mentre il secondo mostra decrementi nelle prestazioni.

Da questa idea è scaturita una rivoluzione nel modo in cui supportiamo gli studenti in difficoltà dalle elementari fino al college. Ad esempio, un breve intervento di mentalità di crescita basato sul web, consegnato a studenti universitari pubblici entranti nell'estate prima del college, ha ridotto le disuguaglianze tra gli studenti svantaggiati e svantaggiati nel primo anno, l'iscrizione a tempo pieno del 40%. Inoltre, questo intervento breve, poco costoso e scalabile (quello che il professore di psicologia di Stanford Greg Walton chiamerebbe un saggio intervento) ha aumentato la ritenzione da caduta a caduta tra gli studenti svantaggiati di 2-3 punti percentuali. Quindi, anche tra i diciottenni, le teorie sulla disposizione dell'intelligenza sono importanti e, soprattutto, malleabili. Sono risultati come questi che hanno portato a un'esplosione di interventi di mentalità di crescita nelle scuole e nelle università di tutto il mondo.

Lay Theories of Personality

Ciò che molti educatori non sanno, tuttavia, è che la crescita e le mentalità fisse sono solo un sottoinsieme delle nostre teorie laiche sulla personalità. Ognuno porta con sé convinzioni su come le persone si comportano in circostanze diverse, e queste sono le fondamenta di come interagiamo con gli altri. Ad esempio, credi che le persone possano essere altruiste o che alla fine siano egoistiche? Quando la tua collaboratrice ti offre di aiutarti a finire un rapporto importante a causa di questa settimana, la tua risposta sarà determinata dal fatto che tu interpreti questo come un vero atto di gentilezza o un tentativo di ingraziarsi o, peggio ancora, di tradimento. Ma forse la più importante teoria laica che influenza le prove e le tribolazioni della nostra vita quotidiana può essere ridotta a una semplice domanda: credi che le persone possano cambiare? Il modo in cui rispondi a questa domanda è molto importante, perché mantenere la convinzione che chi sei è scolpito nella pietra è stato collegato alle risposte più povere alle avversità sociali, all'aumento dello stress, alla peggiore salute fisica e al rendimento scolastico inferiore.

Una ricchezza di ricerche guidate dal dott. David Yeager, assistente professore di psicologia presso l'Università del Texas ad Austin, ha dimostrato che una teoria incrementale della personalità può avere un impatto profondo. Mantenere la convinzione che le persone cambiano attraverso le situazioni e il tempo può produrre reazioni più salutari alle esperienze avverse. Ad esempio, uno studente con una teoria incrementale può reagire in modo più pro-sociale nei confronti di un bullo, capendo che i bulli spesso agiscono in modo aggressivo a causa delle loro circostanze e che i loro modi di bullismo potrebbero un giorno cambiare. Inoltre, questo studente ha meno probabilità di interiorizzare i propri abusi e concludere erroneamente che sono una persona degna di essere vittima di bullismo. Al contrario, una teoria dell'entità della personalità è meno adattabile. Lo studente vittima di bullismo, che crede che le persone siano chi sono, potrebbe concludere che non cambierà nulla della loro situazione, causando impotenza e disperazione. Fortunatamente, simile al lavoro nel campo della mentalità della crescita, la ricerca ha dimostrato che possiamo intervenire per insegnare agli studenti che tutte le persone, compresi se stessi, sono capaci di cambiare.

Lay Theory Interventions

Una delle prime applicazioni di questa idea è stata un intervento condotto con 230 nono e decimo selezionatore di una diversa scuola superiore di San Francisco. Gli studenti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere un allenamento di sei sessioni in teorie incrementali della personalità, un allenamento di sei sessioni in strategie di coping, o niente del tutto. Alla fine di queste sessioni, gli studenti hanno giocato a un gioco per computer nel quale erano portati a credere che un altro giocatore li stesse ostracizzando. Naturalmente, questo trattamento è stato sconvolgente per gli studenti, ma in seguito gli è stata data l'opportunità di vendicarsi di quel giocatore "costringendolo" a mangiare salsa piccante (questo era tutto simulato, ovviamente). Gli studenti nell'intervento teorico incrementale assegnarono quasi il 40% in meno di salsa piccante al "bullo" rispetto ai loro coetanei. Inoltre, nel corso dell'anno scolastico, gli insegnanti hanno segnalato una maggiore riduzione dei problemi di condotta tra questi studenti, e quegli studenti avevano meno probabilità di essere tardivi o assenti dalla classe. Questo lavoro ha dimostrato che insegnare ai bambini la malleabilità delle personalità delle persone potrebbe avere un impatto significativo sul modo in cui gli studenti affrontano le pressioni sociali e valutative della scuola superiore.

In una versione più breve di questo intervento, 150 studenti della nona classe in una delle scuole con le migliori prestazioni in California sono stati assegnati in modo casuale a ricevere un addestramento teorico incrementale o un intervento di mentalità di crescita focalizzato sull'abilità atletica. Gli studenti che hanno ricevuto l'allenamento incrementale di 25 minuti hanno riportato meno stress e una migliore salute fisica otto mesi dopo questo breve esercizio. Inoltre, gli studenti dell'intervento teorico incrementale che sono venuti in nona classe con la convinzione che le persone non cambiano hanno mostrato un netto miglioramento dei voti anche se l'intervento non aveva nulla a che fare con gli accademici. In uno studio di follow-up, 303 alunni di primo grado a Rochester, nello stato di New York, che hanno ricevuto un addestramento teorico incrementale sono stati meno stressati nei nove giorni successivi, come evidenziato sia dai self-report che dai livelli più bassi di cortisolo salivare, un marker biologico per lo stress. Inoltre, questi studenti avevano GPA più alti nei loro corsi di base alla fine dei loro semestri autunnali e primaverili. Ancora una volta, questo saggio intervento che è venuto durante un importante punto di transizione per gli studenti che iniziano la scuola superiore ha avuto profondi effetti sia sulla salute che sul rendimento scolastico, nonostante non si sia rivolto direttamente a nessuna delle due aree.

Applicazioni nell'istruzione superiore

Insegnare agli studenti universitari ad abbracciare l'idea che le persone possono e fanno cambiare ha il potenziale per un impatto significativo e di vasta portata nell'istruzione superiore. Sebbene questi interventi debbano essere adattati e replicati con campioni universitari, suggeriscono che potrebbe essere utile per le istituzioni adottare la visione più ampia che la mentalità degli studenti influisce più dei loro risultati educativi. Facendo un passo oltre la mentalità di crescita, cambiando le teorie sulla personalità degli studenti universitari potrebbe aiutarli a ridurre lo stress, migliorare la salute, temperare l'aggressività, gestire le relazioni sociali e migliorare le prestazioni scolastiche. Considerando che più studenti universitari stanno cercando aiuto per l'ansia e la depressione che mai, brevi interventi che potrebbero aiutare a risolvere sia le sfide accademiche che quelle emotive sarebbero particolarmente utili.

Data la prova che questi tipi di interventi possono essere più efficaci durante le principali transizioni della vita, sarebbe opportuno consigliare teorie incrementali come parte di un programma di orientamento, o anche iniziare più vicino a quando gli studenti sono accettati all'università. Inoltre, l'impiego di questo saggia approccio di intervento il prima possibile potrebbe creare un effetto valanga, con esperienze più positive di matricole (sia accademiche che sociali) che rafforzano questa mentalità incrementale e rafforzano continuamente il benessere generale degli studenti. Questo tipo di intervento sarebbe scalabile e applicabile a molte diverse popolazioni e offre grandi promesse per migliorare sostanzialmente i risultati per gli studenti universitari a livello nazionale.

Solutions Collecting From Web of "Credere nel cambiamento per più di buoni voti"