Cosa ho imparato dal mio ultimo lavoro

Pennsylvania Capitol Dome Copyright © 2016 By Susan Hooper
Fonte: Pennsylvania Capitol Dome Copyright © 2016 Di Susan Hooper

Sono cresciuto a poche miglia dalla mia capitale, e sono andato al college a Washington, DC. Tuttavia, per gran parte della mia vita, non avevo praticamente alcun interesse nel funzionamento del governo.

La mia antipatia nei confronti del governo avrebbe potuto scatenare un lavoro estivo dopo il mio ultimo anno di liceo: ero un archivista nel Dipartimento del lavoro e dell'industria del mio stato. Due altre assunzioni estive e io-tutti noi al college-legati nell'autunno-trascorso giugno, luglio e agosto ordinammo e immagazzinando documenti in una vasta stanza lunga un intero isolato piena di file di banchi di metallo occupati da impiegati statali le cui vite sembravano per noi tutti sanno che gli adolescenti sono spensierati quanto lo spazio in cui tutti noi abbiamo lavorato per otto ore al giorno.

Quando ho sentito una voce in ufficio che uno dei 50 dipendenti a tempo pieno era stato un Radio City Music Hall Rockette in gioventù, ho sentito un brivido freddo correre lungo la mia spina dorsale. Anche se ero diretto al college, nutrivo il desiderio segreto di diventare un'attrice. E se in un certo momento riuscissi a realizzare il mio piano, solo per ritrovarmi in quella triste stanza da lavoro nel reparto del lavoro dopo la mia affascinante carriera sotto i riflettori? La prospettiva era troppo orribile per contemplare.

Nel mio primo anno di college, ho fatto un lavoro estivo come dattilografo presso l'ufficio Equal Employment Opportunity di un'agenzia federale. Il mio posto di lavoro era in K Street, nel centro di Washington, un'area densamente popolata da lobbisti e altri agenti politici. A quel tempo ero un grande della letteratura, tuttavia, ed ero molto più interessato agli intrighi politici antichi raffigurati nelle opere teatrali di Shakespeare che agli scandali del tardo XX secolo che si svolgevano intorno a me nei centri di potere della capitale della nostra nazione.

Ho consapevolmente evitato di prendere corsi di governo al college sulla teoria che l'argomento fosse troppo noioso. (Questo punto di vista non era popolare nella mia alma mater. In effetti, un alumnus un po 'più vecchio, un certo William Jefferson Clinton, ha avuto un discreto successo nel servizio pubblico.) Non mi è mai venuto in mente di considerare un post carriera di laurea con il vicino governo federale. Il mio piano un po 'velato era quello di applicare alla scuola di specializzazione, ottenere un dottorato di ricerca. e poi insegnare letteratura e scrivere romanzi.

Dopo il college, ho programmato di diplomarmi per tre anni, felicemente perso nei miei studi. Non è stato fino a quando non ho completato tutti i miei corsi e ho avuto solo la mia tesi di dottorato per scrivere che sono giunto a una conclusione che fa riflettere: Per quanto amassi leggere e insegnare letteratura, la vita iper-competitiva, pubblica o perenne di un il college accademico non faceva per me.

Dopo un breve periodo di riflessione su cosa fare dopo, ho sorpreso me stesso ei miei amici nel mondo accademico e mi sono rivolto alla scuola di giornalismo. Avevo deciso che avrei potuto usare il mio amore per tutta la vita per scrivere per salvare il mondo – che, dopo aver sollevato la testa dal mio amato Shakespeare e Chaucer e iniziato a leggere i giornali, mi sono reso conto che era in cattive condizioni.

Come giornalista del mio primo giornale in New Jersey, mi sono trovato faccia a faccia con il governo nella sua incarnazione più locale. Ho coperto una serie apparentemente infinita di riunioni del consiglio comunale, cercando di stuzzicare le notizie dalle minuzie delle riparazioni stradali e dai miglioramenti delle condutture temporalesche che sembravano dominare molti dei programmi dell'incontro. Ma non sono mai stato in grado di raccogliere molto entusiasmo per questi temi, anche se mi è piaciuto molto osservare le colorate personalità dei funzionari eletti. "Ci uniamo solo per smettere di braccare" è una delle numerose espressioni locali memorabili che ho raccolto durante il mio periodo nel Garden State.

Qualche anno più tardi, in un altro stato, feci un lavoro su un giornale molto più grande come reporter d'affari, il che a mio avviso significava che la mia copertura del governo sarebbe stata limitata all'audizione legislativa occasionale legata al business. Ricordo di essere stato ammirato dai miei colleghi reporter che erano stati assegnati all'ufficio del Campidoglio, che coprivano il governatore, la legislatura statale e le agenzie governative statali. Come, mi chiedevo, scrivevano giorno dopo giorno un argomento il cui funzionamento mi sembrava ancora non solo arcano ma anche incredibilmente tedioso?

Dopo 10 anni in quel secondo giornale, sono tornato nella zona in cui ero cresciuto per aiutare a prendermi cura di mia madre, a cui era stata diagnosticata la malattia di Parkinson. Pensando che il programma imprevedibile di un giornalista quotidiano sarebbe incompatibile con il mio nuovo ruolo di badante, mi sono guardato intorno per altri lavori. Attraverso un amico di un amico, ho vinto un'intervista con il direttore delle comunicazioni per il governatore neo-eletto dello stato. Prima che avessi il tempo di confessare imprudentemente che non ero davvero interessato al governo, mi sono trovato a trovare un lavoro come segretario stampa di uno dei segretari di gabinetto del governatore.

I successivi anni passarono in una specie di sfocatura. Ho imparato che le personalità dell'amministrazione del governatore erano, in molti casi, colorate ed eccentriche come quei politici del New Jersey di provincia che avevo coperto tanti anni prima. Ho anche appreso che sia i membri nominati della squadra del governatore che i professionisti della carriera nell'agenzia in cui lavoravo si dedicavano quasi fanaticamente al loro lavoro, dedicando lunghe ore al giorno e nei fine settimana.

Presto mi resi conto della follia della mia teoria secondo cui il lavoro del governo sarebbe meno impegnativo del giornalismo quotidiano. E durante il periodo in cui abbiamo lavorato insieme, ho visto lo stesso livello di impegno zelante sui volti dei miei colleghi governativi, come avevo visto nelle redazioni in cui lavoravo, anche se i successi di coloro che lavoravano nel governo statale erano nella maggior parte dei casi molto più incrementale e molto meno facile da quantificare rispetto alle soddisfazioni giornalistiche di prima pagina appena pubblicate.

Sono stato nel mio incarico di segretario stampa per sette anni e mezzo, durante la crisi finanziaria del 2008, che ha squarciato le entrate dello stato, il peggioramento della salute di mia madre e la sua morte nell'autunno del 2009 e i primi 14 mesi di amministrazione di un nuovo governatore. Me ne andai perché lo stress combinato di essere un buon caregiver e un buon segretario stampa aveva messo a repentaglio la mia salute e perché volevo esplorare la vita di uno scrittore indipendente. Ma mentre ripulivo il mio ufficio nei miei ultimi giorni di lavoro, mi sono reso conto di essere estremamente grato di aver avuto la possibilità di lavorare nel governo statale e di contribuire alla causa del servizio pubblico, per quanto possa sembrare banale. Alla mia festa d'addio, dissi ai miei colleghi che era stato un onore lavorare con loro e per conto dello stato in cui sono nato e cresciuto, e intendevo sinceramente ciò che ho detto.

Per quanto drenante com'era, ci sono momenti in cui mi manca la mia vita nel servizio pubblico. Non posso fare a meno di chiedermi cosa mi avrebbe fatto quell'adolescente arrogante e meschino di quella confessione. E devo sperare che, dopo che la competizione presidenziale del 2016 è finita a novembre e che la febbre delle elezioni prolungata e divisiva del paese si sia finalmente raffreddata, ci saranno ancora impiegati pubblici che scappano nelle agenzie, uffici e uffici federali, statali e locali in tutto il paese, provando nei loro giorni migliori per rendere la vita un po 'migliore per i loro concittadini.

Copyright © 2016 di Susan Hooper

Fotografia di Pennsylvania Capitol Dome Copyright © 2016 Di Susan Hooper

Solutions Collecting From Web of "Cosa ho imparato dal mio ultimo lavoro"