Cosa hanno in comune Donald Trump e OJ Simpson?

Il famoso avvocato criminale F. Lee Bailey, che ora vive al di sopra del salone di bellezza della sua ragazza nel Maine, era nei notiziari questa settimana. Il modo in cui Bailey è diventato il più grande avvocato criminale del suo tempo per la sua attuale situazione ridotta è una storia di riciclaggio di denaro, $ 5 milioni in tasse non pagate e bancarotta.

Shuttershock
Fonte: Shuttershock

In un'intervista, ha suggerito che la sua rovina derivasse, almeno in parte, da cattivi sentimenti da parte di alcuni sulla sua rappresentazione di OJ nel suo processo per omicidio. In contrasto con gli altri avvocati della squadra che hanno rifiutato di commentare in un modo o nell'altro, Bailey è disposta a sostenere che OJ era innocente.

Il processo avvincente era più noto per la frase "Se non ti va, devi assolvere" in riferimento a un guanto ritenuto legato all'omicidio. Ma il processo riguardava davvero le narrative contrastanti messe in campo dall'accusa e dalla difesa, entrambe apparentemente in sintonia con i fatti oggettivi. La difesa è stata più avvincente e Simpson è stato assolto.

Nelle indagini condotte all'epoca, la stragrande maggioranza degli afroamericani riteneva che OJ fosse innocente, mentre la maggioranza degli americani bianchi credeva che fosse colpevole. Questo parla del potere della narrazione per modellare le percezioni e creare la realtà. Ma anche la spiegazione di Bailey sul perché non può più esercitare la legge.

La stessa situazione ora esiste nella politica americana. I sondaggi suggeriscono che una piccola maggioranza di elettori crede che ci sia stata una collusione tra i russi e la campagna Trump per "rigare" le elezioni, mentre una considerevole minoranza crede che si tratti di "notizie false" e riconosce, come dice Kelley Conway, "fatti alternativi “.

Fonte: dominio pubblico

Senza sfiorare la polemica di Trump o di Simpson, come critico letterario addestrato, devo rispettare il potere delle storie di entrambe le parti per definire la realtà. E immagino che si possa dire lo stesso della narrativa auto-definita degli anni in declino di Bailey.

Mentre la convinzione è esistita almeno da quando Socrate lo ha insegnato nel mercato, la neuroscienza ha ora stabilito che la realtà è più una funzione di ciò che è nelle nostre teste di ciò che è fuori. La narrativa è ciò che determina l'interno – è la nostra mentalità e guida il nostro processo decisionale e il comportamento.

Che si tratti di un tribunale, della corte dell'opinione pubblica o di qualsiasi arena in cui vogliamo persuadere gli altri, una storia ben congegnata è un enorme vantaggio competitivo. Se vuoi guidare, vendere o trasformare un'azienda, è il modo più sicuro per cambiare idea.

Solutions Collecting From Web of "Cosa hanno in comune Donald Trump e OJ Simpson?"