Cosa c'è in esso per le donne? Vs. Cosa c'è in esso per mio marito?

Le donne non sposate, sia nere che bianche o latine, pensano in modo diverso rispetto alle donne sposate in modo importante, e questa differenza può aiutare a spiegare perché le donne single votano in modo affidabile per i democratici e le donne sposate no. Questa nuova visione della psicologia del voto è stata documentata dagli scienziati politici Christopher Stout, Kelsy Kretschmer e Leah Ruppanner in uno studio appena pubblicato su Political Research Quarterly , "Il destino legato al genere, la razza / etnia e il divario matrimoniale nella politica americana. ”

I democratici hanno un amico in donne single, che votano per loro in modo sproporzionato. Nelle elezioni presidenziali del 2016, ad esempio, il 63% delle donne non sposate ha votato per Clinton. Nel 2012, quando Obama ha affrontato Romney, le donne non sposate hanno favorito ancora di più Obama – il 67% di loro ha votato per lui.

Le donne sposate, al contrario, preferivano Clinton solo per un frammento (il 2% in più votava per lei che per Trump). Nel 2012, hanno leggermente favorito Romney.

Un modo per capire la differenza di stato civile nel voto delle donne è studiare le posizioni delle donne single e sposate sulle questioni. Questo è importante. Il professor Stout ei suoi colleghi ritenevano importante anche una considerazione psicologica: le donne vedono il proprio destino come legato al destino di altre donne nel paese?

I dati provenivano da 1.476 donne bianche, 405 donne di Latina e 489 donne nere che hanno partecipato allo studio delle elezioni nazionali americane del 2012. La domanda chiave era:

"Pensi che quello che succede in generale alle donne in questo paese avrà qualcosa a che fare con ciò che accade nella tua vita?"

Le donne non sposate erano più propense delle donne sposate a rispondere di sì a quella domanda, che gli autori descrivono come una misura del "destino legato al genere". Tra le donne bianche e latine, le donne sposate differivano maggiormente dalle donne sempre single. Tra le donne nere, le donne sposate differivano maggiormente dalle donne divorziate.

È importante se le donne vedono i propri esiti di vita come collegati ai risultati di altre donne?

Le differenze nello stato civile nel rispondere alla domanda sul destino legato al genere sarebbero solo di interesse se non avessero nulla a che fare con il voto. Ma loro lo fecero.

Per le donne latine e bianche, vedere il proprio destino collegato al destino delle donne in generale era importante per l'identificazione del loro partito. Le donne che pensavano che i loro destini fossero collegati erano più inclini a identificarsi come democratici. Quelle convinzioni non importavano tanto per le preferenze di partito delle donne nere, per una ragione ben precisa: si identificano in modo schiacciante come democratici. È difficile separare coloro che si identificano come democratici da quelli che si identificano come repubblicani da altri fattori, come il destino legato al genere, quando ci sono così pochi che si identificano come repubblicani.

Ci sono altri modi importanti in cui le donne sposate e non sposate differiscono, come i modi in cui pensano ai ruoli di genere tradizionali o alla discriminazione di genere, e se hanno figli a casa. Gli autori hanno esaminato una mezza dozzina di tali differenze, e nessuna di esse contava tanto per il voto quanto per le credenze delle donne sul fatto che i loro esiti di vita fossero collegati a quelli di altre donne.

Le donne sposate e single sembrano porre domande diverse

Perché le donne sposate non vedono i loro destini come legati al destino di altre donne nella stessa misura in cui le donne non sposate fanno? Gli autori credono che quando le donne eterosessuali si sposano, la loro prospettiva si sposta su un focus sui loro mariti. (Hanno studiato donne di diversi stati coniugali in un solo punto nel tempo, una risposta più definitiva sarebbe venuta da uno studio che ha seguito le stesse donne nel corso del tempo in cui erano rimasti single o sposati o divorziati.)

All'interno di coppie eterosessuali, gli scienziati politici suggeriscono:

"Le donne guadagnano costantemente meno denaro e detengono meno potere, il che favorisce la dipendenza economica delle donne dagli uomini. Questa dipendenza aumenta se le donne riducono l'occupazione e fanno affidamento sui guadagni dei mariti in seguito alla nascita di un bambino. Pertanto, è nell'interesse delle donne sposate sostenere politiche e politici che proteggono i loro mariti e migliorano il loro status.

"Alcune donne sposate percepiscono avanzamenti per le donne, come le cause legali per attenuare la discriminazione salariale, come a spese dei loro partner maschi. In parte, questo coglie lo spostamento delle alleanze delle donne sposate dall'individuo all'unione coniugale. "

Gli autori ritengono che la psicologia sia diversa per le donne non sposate, che hanno solo il proprio reddito per il supporto. Vedranno politiche che sono buone per le donne in generale, come la parità di retribuzione, così importante per la propria vita in misura tale che le donne sposate non lo faranno. Anche se le donne sposate e le donne single avevano le stesse posizioni sulle politiche, alcune di quelle politiche potrebbero essere più importanti per il voto delle donne non sposate che per le donne sposate.

I risultati di questo nuovo suggerimento – ma non mostrano in modo definitivo – che gli elettori single e sposati si pongono domande diverse. Quando si considerano le piattaforme di partito, le donne non sposate vogliono sapere, "Cosa c'è in esso per le donne?" Le donne sposate con gli uomini vogliono sapere, "Cosa c'è in esso per mio marito?"

In che modo questo studio mina lo stereotipo del singolo come incentrato sul sé

Uno degli stereotipi radicati sulle singole persone è che sono egocentrici. È anche uno degli stereotipi più fortemente ridimensionati. In molti modi, sono le persone singole che hanno dimostrato di essere più premurose, più legate ad altre persone e più generose rispetto alle persone sposate.

Quando le persone sposate sembrano fare di più, i loro sforzi sono spesso concentrati sulle loro famiglie. Ad esempio, gli uomini che si sposano lavorano più ore e gli stipendi in più pagano loro stessi e le loro famiglie. Ma sono gli uomini single a mettere di più nel tipo di organizzazioni il cui lavoro va a vantaggio delle persone oltre a se stesse e alle persone a loro più vicine. Ad esempio, partecipano di più ai sindacati, alle organizzazioni agricole e alle società professionali.

Il nuovo studio di scienze politiche ha mostrato che le donne non sposate, più delle donne sposate, pensano al proprio destino come legato al destino delle donne in generale. Penso che sia un altro modo in cui le persone non sposate sono esattamente l'opposto dell'egocentrismo. Non sono in una bolla, come sembrano essere alcune coppie sposate. Le donne non sposate vedono il proprio destino e il destino delle donne in generale, come connesse. Quindi votano in modi che vedono come migliorare la vita di tutte le donne.

Solutions Collecting From Web of "Cosa c'è in esso per le donne? Vs. Cosa c'è in esso per mio marito?"