Cosa bambini e bambini dovrebbero e non dovrebbero bere

Cosa nutrire neonati e bambini più grandi è uno degli argomenti più comuni che i genitori chiedono ai pediatri. Vogliamo fare tutto ciò che è meglio per i nostri bambini, ma vogliamo anche una notte di sonno abbastanza ininterrotto, un bambino felice e la possibilità di gustare i pasti con la nostra famiglia. Quando si arriva al primo anno di vita, la risposta è semplice. I bambini hanno bisogno di latte materno o di un latte artificiale approvato dalla FDA nel primo anno di vita. Non c'è bisogno di succhi di frutta. Lo stesso vale per le bevande alternative come latte di capra o latte di mandorle durante il primo anno.

Questo è il motivo per cui l'American Academy of Pediatrics ha recentemente pubblicato un position paper – che ho aiutato a creare – chiarendo la mancanza di qualsiasi valore nutrizionale di succhi di frutta o bevande alternative durante il primo anno di vita.

Per alcuni, il succo di frutta fornisce qualcosa di diverso per il bambino o funge da sostituto del frutto reale. Ma anche il 100% di succo di frutta è inferiore alla frutta vera per l'alimentazione dei bambini, e i bambini possono avere problemi dentali significativi con bottiglie di succo o tazze di cioccolata lasciate in bocca a causa dello zucchero aggiunto, e tutto quello zucchero può essere preparato per essere sovrappeso negli anni successivi.

Per i più piccoli, una piccola quantità di succo è accettabile ma certamente non necessaria per una dieta sana. Piuttosto, l'obiettivo dovrebbe essere l'acqua e il latte. I bambini hanno bisogno di frutta, non di succo di frutta, come una fonte importante di nutrienti tra cui vitamine e fibre mentre crescono. L'obiettivo di queste linee guida è aiutare le famiglie a fare buone scelte per prodotti alimentari sani e aiutare i politici a rendere queste scelte accessibili e disponibili per tutte le famiglie.

Ma non sono solo i bambini e i bambini che dovrebbero evitare certe bevande. Ci sono innumerevoli bevande sul mercato rivolte ai bambini più grandi. Come pediatri, non raccomandiamo mai bevande energetiche per bambini o adolescenti e lo abbiamo chiarito nelle nostre dichiarazioni pubbliche. Le bevande energetiche possono fornire una sensazione sveglia, ma non forniscono una soluzione ai bambini stanchi, stressati o oberati di lavoro. Le bevande energetiche possono anche portare a problemi più gravi. Ad esempio, recentemente un adolescente della Carolina del Sud è morto dopo aver bevuto una quantità elevata di caffeina. Ha avuto una bevanda energetica insieme ad altre bevande contenenti caffeina in un breve periodo. Neanche questa è la prima volta che succede.

Il problema con le bevande energetiche è che la fonte di energia è la caffeina. La caffeina in realtà non fornisce energia sotto forma di calorie ma è un forte stimolante per il cuore. Sebbene le quantità di caffeina in un paio di tazze di caffè in un giorno siano facilmente tollerate dagli adulti e siano completamente sicure, ci sono poche prove scientifiche su quale sia una quantità sicura per i bambini. Certo, una piccola quantità di caffè è probabilmente sicura, ma le bevande energetiche possono fornire molto più caffeina e raggiungere un livello tossico. Soprattutto quando le bevande energetiche sono combinate con altre bevande contenenti caffeina. L'effetto può essere fatale a causa di cambiamenti del ritmo cardiaco.

È facile respingere questi tipi di indicazioni dietetiche come parte dello "stato di babysitter". Ma le scelte alimentari influenzano la crescita dei nostri figli, i loro rischi a lungo termine di malattia e persino il loro rischio di morte improvvisa. Dobbiamo prestare attenzione alla scienza nel guidare ciò che diamo alle nostre famiglie. Possiamo iniziare evitando completamente il succo di frutta nel primo anno di vita e limitandolo in seguito. Possiamo evitare di acquistare bevande energetiche o bibite contenenti zucchero per i nostri bambini e incoraggiare gli altri a fare lo stesso. Nel frattempo, abbiamo bisogno di politiche pubbliche per il sostegno continuo ai programmi per rendere disponibili frutta e verdura fresca e accessibili per tutte le famiglie. Dovremmo sostenere le nostre scuole per scelte alimentari sane. I programmi di alimentazione pubblica come il programma di pranzo scolastico possono continuare a consentire, ma non incoraggiare il consumo di succo di frutta, ma dovrebbero limitarlo a piccole quantità, promuovendo attivamente l'assunzione completa di frutta. I nostri figli saranno migliori per questo.

Steven Abrams, MD, è professore di pediatria e presidente inaugurale del Dipartimento di Pediatria presso la Dell Medical School dell'Università del Texas ad Austin.

Solutions Collecting From Web of "Cosa bambini e bambini dovrebbero e non dovrebbero bere"