"Così tanto da leggere, così poco tempo!"

Lee Bey/Wikimedia Commons CC 2.0 license
Fonte: licenza Lee Bey / Wikimedia Commons CC 2.0

Lavori di ogni tipo richiedono una lettura più che mai, dovuta principalmente al crescente ruolo della tecnologia in quasi tutti i campi. Mentre i giornali di stampa continuano a diminuire, i siti di notizie online e su dispositivi mobili mostrano una continua crescita massiccia. Oltre 1,9 milioni di nuovi titoli di libri sono stati pubblicati solo nell'ultimo anno (http://www.worldometers.info/books/), e una recente stima ha messo Internet indicizzato a 4,59 miliardi di pagine e in crescita (http: //www.worldwidewebsize .com /), la maggior parte delle quali include una quantità significativa di testo scritto.

Dato che il lettore medio di livello universitario legge circa 200-400 parole al minuto, con questa marea di informazioni stampate che ci arrivano ogni giorno, non c'è da meravigliarsi se molti di noi non sono in grado di leggere tutto ciò che dovremmo, non importa quello che vorremmo leggi, nel tempo ancora limitato 24 ore su 24 che abbiamo!

Inserisci la promessa della lettura rapida. I programmi di lettura veloce, che vendono il sogno di essere in grado di leggere molto più velocemente con piena comprensione, esistono da oltre mezzo secolo, almeno da quando Evelyn Wood ha iniziato il suo corso di Reading Dynamics nel 1959, e ci sono prove che il mercato di questi è stato recentemente in crescita. Gli annunci per programmi come 7speed reading, AceReader e le ancora popolari Reading Dynamics si presentano regolarmente online, e uno dei nostri studenti ha appena ricevuto un'email per chiedere un opuscolo che ha ricevuto per posta da un programma di lettura veloce che ha affermato di essere "approvato per gli studenti utilizzare "dal nostro college (siamo abbastanza sicuri che non fosse …). L'ultima tendenza in questo campo non sono i corsi, ma piuttosto le app mobili (ad esempio Spreeder, Spritz, Outreader) che pretendono di aumentare la velocità di lettura gestendo tecnicamente e stimolando la tua lettura per eliminare "cattive abitudini di lettura" come subvocalizing e eye regressioni di movimento.

Ma nessuna di queste cose funziona?

Possiamo davvero più che quadruplicare la nostra velocità di lettura a 2000 o più parole al minuto, come Evelyn Wood ha affermato di essere in grado di leggere nel suo periodo d'oro, pur comprendendo ciò che abbiamo letto? Una recente recensione della ricerca del compianto Keith Rayner, e colleghi, da cui è stato citato il titolo di questo post di blog, affronta questa domanda in un modo che abbiamo trovato sia leggibile che scientificamente completo, quindi abbiamo pensato di condividere alcuni punti salienti dei loro Carta da 30 pagine.

Alcuni punti salienti del processo fisico di lettura, supportati da decenni di ricerche:

Mentre leggiamo, i nostri occhi si fissano per un attimo su una porzione di testo e poi si spostano su un'altra porzione; questo movimento è chiamato saccade. Tutto ciò avviene molto rapidamente, con una risoluzione media di circa 250 millisecondi nei lettori esperti e una media saccade che richiede solo 25-30 ms.

A causa della struttura dei nostri occhi, possiamo vedere solo una piccola parte del nostro campo visivo con l'acutezza necessaria per riconoscere le lettere in un tipo da 10 a 12 punti (la dimensione di stampa normale). L'estensione di questa zona acutamente vista, che è l'area focalizzata sul centro della nostra retina, chiamata fovea, varia un po 'per tipo di dimensione e distanza. Ma anche includendo l'area parafoveale, vicino alla fovea dove la visione è ancora piuttosto chiara, raramente comprende più di 20 lettere. Tutto al di fuori di quella luce stretta è visto solo con paralizzanti gradi di sfocatura. Pertanto, l'idea promossa nella maggior parte dei programmi di lettura della velocità che si può imparare a usare la visione periferica per leggere intere linee o persino pagine in un'unica fissazione è semplicemente biologicamente impossibile.

La maggior parte delle saccade sposta l'attenzione dell'occhio in avanti nel testo, ma tutti i lettori a volte fanno regressioni, movimenti oculari che ritornano al testo precedentemente letto. Anche i lettori esperti regrediscono in circa il 10% -15% dei loro movimenti oculari, e queste regressioni, lungi dall'essere semplicemente una cattiva abitudine, hanno uno scopo importante. Sebbene alcune regressioni avvengano perché una saccade oltrepassa, andando troppo avanti nel testo, la maggior parte di esse è dovuta a un fallimento nella comprensione, in altre parole, qualcosa che leggiamo o pensiamo di aver letto non ha senso, quindi guardiamo indietro prova a correggere il problema – forse abbiamo perso o interpretato erroneamente una parola, o abbiamo solo bisogno di verificare la nostra comprensione di ciò che è stato scritto. Infatti, quando ai lettori viene impedito di regredire in alcuni programmi di lettura veloce come Spritz, utilizzando un processo chiamato Rapid Serial Visual Presentation (RSVP), che visualizza solo una parola alla volta in una finestra di visualizzazione limitata a una velocità predeterminata, comprensione soffre invariabilmente. Questo effetto è particolarmente evidente con testi più lunghi di una singola frase, che sono, ovviamente, la maggior parte dei testi che vogliamo leggere.

Allo stesso modo, le fissazioni più lunghe dei soliti 250 ms., Un'altra "cattiva abitudine" che i programmi di lettura della velocità a tempo impegnano a interrompere, non sono in genere causati dalla mancanza di percezione visiva, ma da difficoltà con l'identificazione o il significato delle parole. Entrambe le regressioni e le fissazioni estese aumentano in tutti i lettori con la non familiarità o la difficoltà concettuale del testo,

Tutti questi risultati di ricerche consolidate indicano chiaramente che il nostro tasso di lettura non è limitato principalmente dalla velocità con cui i nostri occhi percepiscono i dettagli visivi del testo, ma piuttosto dalla velocità con cui il nostro cervello può elaborare il suo significato. Per questo motivo, è improbabile che tutti gli esercizi di addestramento visivo promossi dalla maggior parte dei corsi e delle app di lettura rapida facciano molto bene; qualsiasi guadagno di velocità attraverso tali tecniche sarà compensato da perdite concomitanti nella comprensione.

Quindi, non c'è niente che possiamo fare?

I sostenitori della lettura della velocità hanno torto? Nessuno trae beneficio dai loro corsi? E non c'è ricorso per quelli di noi che vogliono veramente e hanno bisogno di leggere più velocemente?

In realtà, Rayner ei suoi colleghi suggeriscono che a volte le persone traggono beneficio dai corsi di lettura veloce, ma non per i motivi pubblicizzati.

In primo luogo, quando sono costretti a leggere a velocità molto superiori alla loro velocità normale, le persone spesso imparano a scremare, a scansionare titoli, frasi di argomento e parole chiave che descrivono il significato di un testo. I bravi studenti e la maggior parte dei professionisti che devono elaborare un sacco di materiale scritto, imparare a sfogliare efficacemente, cogliere l'essenza di un testo e decidere quali testi o parti di un testo valgono una lettura più attenta. Come dicono gli autori, "Skimming è un'abilità importante e può essere un modo ragionevole per far fronte alla stragrande quantità di testo che dobbiamo leggere" (p.25).

Tuttavia, i clienti che completano diligentemente corsi di lettura della velocità di 8 o 12 settimane spesso testimoniano che non stanno "semplicemente scremando", ma hanno effettivamente migliorato la loro reale velocità di lettura e abilità. E potrebbero averlo fatto molto bene; anche se le percentuali di 2000 WPM o più non sono realistiche, c'è una vasta variazione nella velocità di lettura di lettori adulti competenti con velocità di raggiungimento più veloce di 550 wpm o giù di lì, e nessuno è nato un lettore veloce. La ragione probabile per cui alcuni clienti che leggono la velocità effettivamente migliorano non è a causa di alcune tecniche speciali promosse dai promotori del corso, ma piuttosto perché hanno letto molto testo in queste 8-12 settimane, molto più di quanto normalmente farebbero.

E questa è la conclusione finale. Non c'è una scorciatoia, ma c'è un modo per ottenere più velocemente e meglio alla lettura – leggi molto. Se possibile, leggi i testi in molti formati e stili diversi (per sviluppare un migliore senso delle strutture narrative e argomentative), leggi su molti argomenti diversi (in modo che le parole e i concetti non familiari diventino più familiari e quindi più facili e veloci per processo), ma, soprattutto, basta leggere molto.

National Archives and Records Administration (public domain)
Fonte: National Archives and Records Administration (dominio pubblico)

Per leggere l'intero articolo di recensione, che contiene una serie di altri punti importanti e contiene alcuni diagrammi e grafici, vai a Rayner, K., Schotter, ER, Masson, ME, Potter, MC e Treiman, R. ( 2016). Così tanto da leggere, così poco tempo: come leggiamo e possiamo velocizzare la lettura dell'aiuto? Scienza psicologica nell'interesse pubblico, 17 (1), 4-34.

Solutions Collecting From Web of ""Così tanto da leggere, così poco tempo!""