Correre a St. Louis

Sono uscito dalla mia camera d'albergo e mi sono messo le cuffie. Prendendo l'ascensore fino alla hall, ho guardato il cielo azzurro e il sole – molto più bello del giorno precedente di pioggia gelida.

Poi, fuori, ho fatto qualcosa che mi ha portato imbarazzo istantaneo, dolore e déjà vu : sono entrato direttamente in una porta a vetri che non sapevo esistesse. Pensavo che la porta fosse aperta, ma purtroppo non lo era.

Dal momento che stavo camminando velocemente nella hall e mi stavo preparando a correre appena fuori, la collisione fu improvvisa, scioccante e rumorosa. L'addetto alla reception, il portiere (che ovviamente stava rallentando il lavoro), gli altri ospiti e persino il pianista si voltarono a guardare. Naturalmente, li ignorai nel miglior modo possibile, riuscendo finalmente a spingere la porta che prima era stata chiusa e inciampare fuori. Il mondo girava e quando ho messo la mia mano sulla fronte, è venuto via striato di sangue. Bello, Chris.

Il déjà vu è nato tre anni fa a Singapore, quando praticamente ho fatto esattamente la stessa cosa. Quella volta portavo una tazza da asporto di café au lait, che si riversava sul pavimento durante la mia collisione. Non sono sicuro di quale fosse la cosa peggiore, spargendo il caffè in un affollato Starbucks di Singapore, o sbattendo la testa contro una porta a St. Louis mentre uscivo per una corsa.

Decidendo rapidamente che avere una commozione sul marciapiede era preferibile essere ulteriormente imbarazzato all'interno, continuavo a camminare per la strada. A poco a poco, la mia testa si schiarì e mi calmai. Non ho avuto una commozione cerebrale, non stavo sanguinando tanto, e la cosa migliore che potevo fare era cercare di dimenticarmene e fare una bella corsa.

Che è esattamente quello che ho fatto. L'hotel era sul lungomare, proprio accanto al ponte MLK e al famoso Gateway Arch. Ho avuto solo circa 25 minuti per correre (il tempo è breve durante il tour del libro in questi giorni), ma sono stati ben 25 minuti dopo aver superato la collisione della porta. Corsi al lungomare e ascoltai Marching Bands of Manhattan di Death Cab for Cutie. Poi ho ascoltato Paula Cole e Dave Matthews. Quando il tempo stringe, non c'è bisogno di essere sperimentali con ciò che ti piace.

Le persone spesso chiedono di stare al passo con la corsa mentre sono in viaggio. In questi giorni l'obiettivo è solo quello di mantenere una base: se posso correre almeno 3-5 miglia, tre volte alla settimana, non sono davvero in modalità maratona da un colpo lungo, ma almeno il mio corpo ricorda come correre. La principale maratona che si svolge in questi giorni è di 63 incontri in 63 città, spesso di fila in fila con un programma giornaliero.

St. Louis è stata fermata # 14 di 63. La scorsa notte è stata Lexington, South Carolina per il # 28 di 63. Finora, ma già tanto fatto.

Sulla via del ritorno in albergo sono corsa sotto l'arco due volte, girando intorno dopo la prima volta per dare un'altra occhiata. Il sole era fuori in pieno vigore. Stavo sudando, che è molto meglio di sanguinamento ed eccitato per la giornata. Rientrai di soppiatto in albergo e tenni la testa bassa fino all'ascensore. Dopo essermi fatto una doccia e fare i bagagli, sono tornato indietro per controllare. Per fortuna, l'impiegato o non mi ha riconosciuto come il ragazzo che si era appena imbattuto nella porta a vetri, o era abbastanza gentile da non dire nulla.

Sono cose che capitano; dobbiamo scuoterli e andare avanti. Quando incontri una porta a vetri, continua a correre. A Chicago pochi giorni dopo mi sono presentato al ristorante dove stavamo organizzando l'evento e la hostess ha detto: "Oh, sei qui per cena?" Ho risposto "No, sono qui per le 75 persone che stanno arrivando tra una ventina di minuti. "Entrambi ci siamo resi conto che qualcosa era andato storto e il ristorante non aveva programmato il nostro arrivo. All'inizio è stato un po 'imbarazzante, ma l'abbiamo risolto e alla fine tutto è andato benissimo.

Ricorda: chiedi sempre: "Qual è la cosa peggiore che può accadere?" La maggior parte delle volte, la risposta non è così terribile, o anche probabile.

Di nuovo a St. Louis

Ho raggiunto il garage e recuperato la mia auto a noleggio. Andiamo alla prossima fermata! Questa è la vita in movimento. E parlando di vita in movimento, un'ora dopo ho ricevuto un biglietto per eccesso di velocità in Illinois da un soldato di Stato che evidentemente non aveva familiarità con AONC. Gli ho fatto un invito al World Domination Summit , ma mi ha comunque dato un conto per $ 140. Ahimè.

In questi giorni conosco un sacco di gente, molte persone mi conoscono, ma è una dinamica interessante. Penso che sia stata Maggie Mason a coniare la frase "famoso tra dozzine", che è un buon modo per spiegarlo. Vado a prenotare gli acquisti e tutti escono per salutare. A volte le persone si presentano nelle caffetterie o sugli aerei. Ma è un circolo molto piccolo, e nessuno nel mondo dei non blogger sa chi sono, il che è probabilmente meglio.

Il modo in cui gestisci la paura e l'incertezza è mettere le cose allo scoperto e farle indipendentemente da qualsiasi altra cosa ti venga in mente. Fai una cosa al giorno che ti spaventa. Sii emozionato e cambia le cose.

Questo è il tuo promemoria oggi.

###

Immagine: HZ

Solutions Collecting From Web of "Correre a St. Louis"