Correlazione, violenza e correlazioni illusorie

Un giovane entra in una chiesa. Spara e uccide 9 persone in un incontro di preghiera. Perché? Come possiamo forse capire un'azione così orribile? Come spiega il suo assassinio di nove persone innocenti? Era un giovane tormentato o esprimeva il razzismo che continua ad esistere nel nostro paese?

Sto scrivendo dell'omicidio di massa alla Emanuel African Methodist Episcopal Church a Charleston, SC. Il giovane che è il sospetto è bianco e le vittime erano nere. I rapporti che ho letto indicano motivazioni razziali per gli omicidi. Ma come spieghi le sue azioni? Che tipo di spiegazione hai preso in considerazione? Era un giovane tormentato, alienato dalla società? Ti chiedi se abbia sofferto qualche forma di malattia mentale? Dai la colpa alle sue azioni di crescere in una società razzista che continua ad onorare una guerra basata sul fatto di tenere i neri come schiavi? Ha importanza che la bandiera di quella guerra abbia decorato la sua auto e sorvola la capitale dello stato della Carolina del Sud? Incolpi una società in cui le armi e la violenza sono caratteristiche centrali? Era un atto terroristico?

Prendi in considerazione un altro tentativo di omicidio di massa. Due giovani guidarono a una gara di disegno dei cartoni animati e tentarono di uccidere le guardie ei partecipanti. Questi uomini identificati come islamici e stavano attaccando una gara per disegnare vignette di Maometto. Come spieghi le loro azioni? Erano disturbati i giovani, alienati dalla società più ampia? Ti chiedi se hanno sofferto qualche forma di malattia mentale? La loro religione o cultura hanno contribuito alle azioni? Erano radicalizzati da internet? Era un atto terroristico?

Queste due azioni violente sono molto diverse e non intendo equolarle. Anche gli esecutori sono diversi. Nondimeno, come spieghiamo questi atti violenti riflettono i pregiudizi di elaborazione delle informazioni di base. Il modo in cui le persone spiegano queste azioni dipende dalla minoranza e dalla maggioranza degli autori dei perpetratori. È più probabile che le persone attribuiscano la causa del comportamento negativo di qualcuno al loro gruppo etnico e razziale quando l'individuo è membro di una minoranza. È più probabile che le persone attribuiscano la causa a qualcosa sulla persona quando l'individuo è membro di un gruppo di maggioranza. Ciò riflette una correlazione illusoria, un tipo di elaborazione di informazioni distorte.

Notiamo entrambi gli atti di violenza; dopo tutto, entrambi sono stati opportunamente messi in evidenza nelle notizie. Il trucco è se notiamo la violenza e vari gruppi etnici / razziali / religiosi come appartenenti insieme.

Per gruppi di minoranza e azioni negative, correlazioni illusorie significano che notiamo violenza e colleghiamo la violenza alla razza o all'etnia del perpetratore. Gli uomini islamici e gli atti di violenza vengono notati e ricordati. Uomini neri, criminalità e saccheggi vengono notati e codificati insieme. Le persone attribuiscono la violenza e altri comportamenti negativi a questo fatto che gli uomini sono islamici o neri o ispanici o qualsiasi altra razza minoritaria e gruppo etnico.

Giovani uomini bianchi e violenza? La violenza viene notata ma non viene attribuita alla razza o ad altri aspetti dell'identità etnica dell'uomo. In questi casi, la violenza è attribuita a cose che lo rendono insolito per il suo gruppo. Forse la malattia mentale, forse la sua educazione. Qualsiasi cosa eccetto la sua razza e la sua identità etnica. In questo modo, le persone iniziano a vedere la violenza come parte del gruppo etnico e razziale per le minoranze ma non per le maggioranze.

Questa è l'essenza di una correlazione illusoria. Con le minoranze, vediamo la violenza e la razza della persona. Iniziamo a vedere i due come appartenenti insieme. Giudichiamo il comportamento negativo come illustrativo di persone di quel retroterra razziale o etnico. Per i membri della maggioranza, vediamo la violenza ma non vediamo la razza del perpetratore. La violenza non viene associata all'essere bianca. Facciamo anche in modo di notare che l'autore del reato è inusuale.

Le correlazioni illusorie contribuiscono agli stereotipi e al razzismo. Dal momento che notiamo i comportamenti negativi di chiunque sia membro di un gruppo minoritario, costruiamo la nostra visione di quel gruppo dai comportamenti negativi. Con persone della maggioranza, i loro comportamenti non riflettono sul gruppo nel suo insieme.

Pensa a come vengono presentate le notizie. Quando un individuo minoritario commette uno sparo, si nota la razza del perpetratore. Quando un bianco commette un crimine, la razza generalmente non viene nemmeno annotata nei notiziari. L'unico modo in cui sai che la persona era bianca era che quella razza non era menzionata!

Le correlazioni illusorie guidano il modo in cui pensiamo alla violenza, al crimine, al terrorismo e ai gruppi razziali. C'era l'unanimità nella notizia che l'attacco di due uomini islamici alla gara di fumetti era un atto terroristico. Mentre scrivo questo, non vi è alcun accordo sul fatto che l'attacco razzista a Charleston sia stato un attacco terroristico.

Anche le correlazioni illusorie sono importanti se proviamo a pensare a come rispondere a tali atti. Se pensiamo che sia qualcosa su certi tipi di persone, allora possiamo giustificare una grande varietà di violenza contro "quelle persone". Se pensiamo che il crimine sia stato commesso da una persona insolita o malvagia, allora c'è poco da fare. Forse possiamo fare meglio a guardare le persone che soffrono di qualunque problema attribuiamo la violenza. Nessuno dei due approcci riconosce il razzismo sistemico. Nessuno dei due approcci riconosce la necessità di prendere in considerazione il ruolo della violenza nella nostra società. Le correlazioni illusorie ci impediscono di vedere la vera natura della violenza nella nostra società. Le correlazioni illusorie probabilmente ci impediscono di riconoscere il razzismo sistemico, la mancanza di uguaglianza di opportunità e i problemi sottostanti che continuano ad esistere nella nostra società. Eventi traumatici come le riprese a Charleston mi ricordano che abbiamo molto lavoro da fare.

Credito fotografico per l'immagine teaser: Cal Sr di Newport, NC, USA, su Wikimedia Commons

Solutions Collecting From Web of "Correlazione, violenza e correlazioni illusorie"