Coraggio morale, eroismo e salvataggio eroico

Per diversi decenni c'è stato interesse per la psicologia nell'aiutare gli altri, e nell'altruismo: cura e aiuto disinteressati. Ho studiato "la guida attiva" sia in relazione al bisogno o all'angoscia degli individui, sia agli eventi nelle società, in particolare l'evoluzione della crescente violenza. I ricercatori hanno anche studiato una particolare forma di eroismo: il salvataggio eroico, individui che si mettono in pericolo per salvare le vite delle vittime designate del genocidio. Il loro tentativo di salvare vite non solo li mette in pericolo, ma spesso anche le loro famiglie, compresi i loro figli. Il termine "soccorritore" è stato usato per la prima volta in relazione all'Olocausto, ma ci sono stati salvatori di armeni al momento del genocidio in Turchia, di Tutsi durante il genocidio del 1994 in Ruanda, in Bosnia, e probabilmente in tutti i genocidi e le uccisioni di massa .

Ora sta sviluppando l'interesse per la psicologia nell'eroismo in generale. L'eroismo per me significa una persona che agisce per proteggere gli altri o migliorare il benessere degli altri individui o della società in modo significativo, quando ciò comporta un notevole pericolo per l'attore. L'eroismo può essere un singolo atto: saltare sui binari del treno per far uscire una persona da un treno che procede rapidamente. Oppure può essere un'azione persistente, come un soccorritore che nasconde le persone da molto tempo o qualcuno che lavora per opporsi alle politiche di un sistema brutale e dittatoriale.

A seconda della sua natura, l'eroismo richiede coraggio fisico o coraggio morale e fisico. Il coraggio morale significa agire sui propri valori di fronte all'opposizione potenziale o effettiva e alle conseguenze negative. Ma le persone possono e devono tenere i valori che considerano morali che danno origine a obiettivi immorali e atti dannosi e distruttivi. Ad esempio, l'obbedienza all'autorità è spesso considerata un valore morale, anche quando le autorità sono distruttive. Limiterò il significato del coraggio morale alle persone che agiscono su valori genuinamente morali che servono a fini morali.

Tirare una persona lontano da un treno in arrivo è un atto eroico che non richiede coraggio morale. È probabile che l'attore sia lodato, persino celebrato. Alcuni atti richiedono coraggio morale, come parlare quando qualcuno fa affermazioni razziste o antisemite o omofobiche, o un senatore che vota contro l'autorizzazione del presidente Bush ad andare in guerra subito dopo l'11 settembre, ma a seconda delle circostanze non è necessario creare un pericolo sostanziale per il attore. Il salvataggio eroico di solito comporta entrambi i tipi di coraggio. Le comunità spesso vengono a sostenere le politiche di genocidio di uno stato o di un gruppo con potere. I soccorritori spesso hanno bisogno di comportarsi in modo contrario alle credenze e agli standard della comunità di recente sviluppo, le loro azioni che potenzialmente possono condurre al carcere o alla morte, e talvolta alla disapprovazione e all'ostracismo anche dopo che il genocidio è stato interrotto. Un'altra variazione significativa dell'eroismo riguarda il fatto che richiede un'azione immediata o rende possibile la deliberazione.

Quali possono essere le caratteristiche o le circostanze che rendono più probabile l'azione eroica, basate sulla ricerca sui soccorritori e sull'estrapolazione dalla ricerca sull'aiutare il comportamento.

  • Fonti di motivazione ad agire: empatia o simpatia; un sentimento di responsabilità per il benessere degli altri; una credenza nella giustizia e / o nella santità della vita umana; cura inclusiva che si espande al di là della propria cerchia immediata. Mentre alcune persone possiedono tali caratteristiche in misura sostanziale, la maggior parte delle persone possiede almeno una parte di esse in una certa misura. Le circostanze che richiedono un'azione immediata e concentrano la responsabilità su una persona possono portare alcune persone ad agire in media in queste disposizioni motivazionali, ma possiedono la serie successiva di caratteristiche.
  • Collaboratori alla capacità / inclinazione ad agire: un processo decisionale veloce (quando un bambino sta cadendo da una finestra del quarto piano – un evento reale con una persona che si precipita a prendere il bambino); assumendo il ruolo o la prospettiva degli altri: "camminando nei loro panni"; sentimenti o credenze nella propria competenza per aiutare gli altri o influenzare gli eventi; un orientamento all'azione (non solo riflessione e sentimento). Questa seconda serie di caratteristiche sembra cruciale per le persone motivate a diventare eroi. Quando una persona possiede una combinazione di entrambi i tipi di caratteristiche e una situazione richiede un'azione immediata, il processo decisionale può essere cortocircuitato, portando a "aiuto spontaneo" ed eroismo.

Quali potrebbero essere le pratiche di socializzazione che potrebbero contribuire alla probabilità di azioni eroiche, basate sulla ricerca sui soccorritori, sullo sviluppo dell'assistenza e dell'aiuto e sulle recenti discussioni sull'eroismo.

  • Collaboratori alla motivazione di aiutare gli altri: calore, affetto, nutrimento da parte dei socializzatori (e dei pari); guidare i bambini usando valori e standard positivi; guidandoli ad agire su questi in modo che essi facciano propri i valori e imparino facendo; modelli di cura, di aiuto e di azione eroica, in particolare genitori, ma anche modelli di ruolo sociale, e usando il loro esempio per allargare l'immaginazione eroica dei bambini; contatto positivo con persone appartenenti ad altri gruppi per espandere la cura di loro.
  • Socializzazione per il coraggio morale e l'azione morale / eroica: compresi i bambini nelle discussioni e nei processi decisionali su valori e regole a casa e nelle scuole; incoraggiandoli ad esprimere i loro valori in azione, con un accompagnatore attivo quando necessario (con adeguata considerazione del livello di rischio); la combinazione di pratiche annotate finora dovrebbe anche favorire il giudizio e la capacità decisionale, e una sensazione di fiducia nella capacità di influenzare gli eventi. È possibile che esista un contributo genetico / temperamentale a una "tendenza all'azione", ma anche in quel caso, può essere favorito dall'esperienza.

Anche gli eroi spesso si creano. Le persone imparano facendo, cambiano come risultato delle proprie azioni. I soccorritori spesso hanno accettato, in risposta a una richiesta, di nascondere qualcuno per un breve periodo. Mentre lo facevano, diventavano più impegnati verso coloro che stavano aiutando, la loro cura si estendeva agli altri e arrivavano a considerarsi come persone che avrebbero aiutato. A volte si univano agli altri, si sostenevano a vicenda e si impegnavano in altre attività di soccorso. L'evoluzione e il ruolo dell'azione congiunta possono essere visti anche in altri eroi, come le Madri della Plaza del Mayo in Argentina. Non siamo limitati a chi siamo ma possiamo modellare e creare noi stessi.

Il libro di Ervin Staub più rilevante per l'eroismo è La psicologia del bene e del male: perché bambini, adulti e gruppi aiutano e danneggiano gli altri, con un altro libro in preparazione che si concentra su questi argomenti. Il suo libro più recente è Overcoming Evil: genocidio, conflitto violento e terrorismo. 2011

Solutions Collecting From Web of "Coraggio morale, eroismo e salvataggio eroico"