Controlla te stesso: comuni errori di salute mentale

wavebreakmedia/Shutterstock
Fonte: wavebreakmedia / Shutterstock

Ho lavorato con i clienti in terapia per 25 anni. Ogni persona che incontri in terapia è, naturalmente, un mondo tutto suo. Eppure nel tempo, emergono alcuni schemi, rischi comuni e punti ciechi in una miriade di percorsi presi. Quello che segue è un elenco di "errori" comuni di salute mentale che, nella mia esperienza, spesso lavorano per minare il proprio benessere psicologico.

1. Errori di opinione per fatti.

"Se sogni un muffin", dice il proverbio, "hai un sogno, non un muffin". Tuttavia, spesso lo dimentichiamo e confondiamo ciò che pensiamo con ciò che è realmente "lì". I pensieri sono eventi mentali, non Eventi mondiali. I nostri pensieri sul mondo contengono spesso scenari assenti o addirittura impossibili nel mondo stesso. Quindi, mentre possiamo apprezzare, oa volte temere, il seducente richiamo dei nostri pensieri, dovremmo comunque mantenere un atteggiamento di scetticismo nei loro confronti, cercare prove della loro veridicità e utilità, e prestare attenzione solo a quelli per cui esiste tale prova.

2. Rendere le emozioni forti con una profonda verità.

"I fiori sono riposanti da guardare", disse Freud. "Non hanno né emozioni né conflitti". Noi, purtroppo, abbiamo entrambi. Le persone spesso non sono chiare sulla funzione delle emozioni. Una volta rimosso il fluff – gli arcobaleni e le farfalle in stile hollywoodiano – le emozioni sono solo una delle molte fonti di dati che ci aiutano a gestire il nostro movimento nel mondo. Le emozioni non sono né la nostra unica fonte di dati, né intrinsecamente la migliore. Le emozioni fanno parte della nostra esperienza complessiva, non la sua somma.

Come dati, le emozioni sono spesso maltrattate in due modi. O respingiamo, neghiamo e li ignoriamo, oppure li santifichiamo e li seguiamo ciecamente. Ignorare o negare le emozioni può privarci di informazioni importanti. Inoltre rinnega una parte autentica della nostra esperienza. D'altra parte, santificare e seguire ciecamente un'emozione significa privilegiare questa unica fonte di dati rispetto ad altri – come i nostri valori, obiettivi, logica o prove scientifiche – che sono spesso più affidabili, completi e pertinenti nel tentativo di risolvere i problemi della vita . Una buona salute mentale richiede che accettiamo le nostre emozioni, ma ascoltiamo input da altre fonti di informazione prima di decidere come agire.

3. Visualizzazione del disagio come segno di difficoltà.

Cercare la comodità è una tendenza umana fondamentale. Immagina un bambino spaventato consolato nell'abbraccio di una madre. Associamo il comfort alla casa, alla sicurezza, con piacere e successo. Molti di noi non amano il disagio e cercano di minimizzarlo. Il disagio emotivo, in particolare, viene spesso interpretato come un segno di disturbo, un segnale che qualcosa non va. Mi sento male; quindi sono cattivo, o la mia situazione è cattiva. In effetti, il disagio emotivo è spesso utile, un segno di crescita incipiente. La capacità di gestire e tollerare il disagio è un segno rivelatore di maturità e salute mentale. Inoltre, il disagio al servizio di un obiettivo significativo o di un valore prezioso è solo il prezzo di fare affari umani, non una crisi o un difetto. La vita comporta disagio. "Pensi che il tuo dolore e il tuo cuore spezzato non abbiano precedenti nella storia del mondo," disse James Baldwin, "ma poi leggi."

Il disagio, in altre parole, non è la fine del mondo; è solo il mondo, e più spesso è un segno che sei vivo piuttosto che un segno di rottura. Un tentativo di liberarsi da ogni disagio è simile al tentativo di avere tutti come te. Non ci riuscirai, ma il tuo vero fallimento è scegliere un obiettivo sbagliato, non la tua incapacità di raggiungerlo. L'unico modo di risiedere in un comfort completo e indisturbato è la morte. E non c'è bisogno di sbrigarsi lì. Otterremo e resteremo lì abbastanza presto.

4. Usare l'evitamento come soluzione pratica.

Gli esseri umani sono biologicamente preparati per imparare come evitare dolore, danno e perdita. E questa tendenza può servirci bene. È meglio evitare, piuttosto che affrontare, un treno in corsa verso la tua strada. Quando affrontiamo la possibilità di provare dolore, danno o perdita, l'evitamento fornisce un sollievo rapido ed efficace. Tuttavia, l'evitamento nel campo della salute mentale è spesso una trappola subdola. Per uno, evitare piuttosto che risolvere un problema elimina solo il nostro contatto immediato con esso. La mia decisione di evitare lo sporco seminterrato non la pulisce; quando torno, sarà più sporco o sporco di prima. Inoltre, l'evitamento si perpetua da solo; ti insegna solo ad evitare di più, e se l'unico modo in cui sai affrontare un problema è evitarlo, finirai in una prigione della tua pervasiva evasione.

Inoltre, la vita richiede competenza e non puoi diventare competente in qualcosa evitandola. Nessuno diventa uno sciatore esperto non sciando. Infine, l'evitamento è paradossale, come cercare l'oscurità con una torcia elettrica. Nella mia pratica vedo molti clienti che, per paura di essere giudicati dagli altri, respinti e costretti all'isolamento, decidono di evitare del tutto il contatto sociale. In questo modo, la loro medicina scelta è la malattia stessa. Una buona salute mentale richiede che affrontare le nostre sfide, non scappando da esse, diventi la nostra modalità predefinita.

5. Confuso spaventoso e pericoloso.

Il nostro sistema di paura si è evoluto come difesa, un meccanismo di allarme che allerta e ci prepara ad affrontare il pericolo. Nel tempo dei nostri antenati evolutivi, la percezione del pericolo era ben rappresentata dal pericolo reale, che era prevalente. Un punto alto era probabilmente il bordo di una scogliera, non il terzo piano di un edificio per uffici. Ma i tempi sono cambiati. Se sei al di sopra del terreno, probabilmente stai guardando giù da una finestra del terzo piano, non da una scogliera, ma il tuo antico sistema di allarme potrebbe ancora dare il calcio d'inizio. Questo è uno dei motivi per cui spesso confondiamo la nostra paura per la presenza di pericolo . In realtà, è un errore giudicare quanto sia pericoloso qualcosa da quanta paura genera e viceversa. Una buona salute mentale ci impone di rimanere consapevoli di questa stranezza dell'ingegneria mentale.

6. Fiducia eccessiva sull'esperienza passata.

L'esperienza può insegnarci cose importanti. La conoscenza esperienziale è, in qualche modo, la conoscenza più profonda. Se non hai mai sperimentato la guerra, non conosci la guerra come qualcuno che ha. Ma l'esperienza ha un lato oscuro. Per uno, può solo insegnarci ciò che sa. La nostra esperienza è, per definizione, limitata, perché lo siamo. Imparare dalla propria esperienza è lento, inefficiente e disordinato. Inoltre, alcune cose non si prestano all'apprendimento esperienziale per tentativi ed errori – come lanciare una bomba a mano, per esempio. E se mi fido solo della mia esperienza passata, non posso mai trascenderla, e la vera crescita spesso risiede nella trascendenza. Infine, l'esperienza può essere una prigione. Se hai vissuto 20 anni di brutto sesso con il tuo partner, quell'esperienza ti insegna che il sesso è cattivo, quando in realtà non lo è, è la tua esperienza che è male. Una buona salute mentale richiede la capacità di fare un salto di fede nell'esperienza altrui, per sfuggire alla tirannia della nostra.

7. Prendere la visione a breve termine a breve termine.

Gli esseri umani tendono a privilegiare la gratificazione immediata sulla ricompensa ritardata. Inoltre, una tentazione che è proprio di fronte a noi è tanto più allettante se le dure conseguenze di soccombere ad essa sono lontane. Nella battaglia tra patatine fritte e infarto, le patatine vincono perché sono qui in questo momento, bollenti e salate, e l'infarto è a 40 anni di distanza. Il nostro cervello è prevenuto verso il breve termine. La vita, tuttavia, è a lungo termine. E come proposizione a lungo termine, tende a premiare strategie a lungo termine. Quindi, spendere soldi che non hai e bere per dimenticare i tuoi problemi si sentono meglio di risparmiare denaro e affrontare i tuoi problemi. Ma il risparmio e la gestione di solito avvantaggeranno la tua salute a lungo termine.

8. Ridimensionamento del contenuto durante il processo.

Spendiamo tanta parte della nostra energia nella decifrazione e nella scelta del contenuto: cosa dire, cosa comprare, cosa fare. È comprensibile: il contenuto è solitamente visibile; è ciò che è in vendita e cosa c'è in TV. Tuttavia, la salute generale di un sistema spesso dipende più dai processi sottostanti. L'efficacia di un distruggidocumenti non viene misurata da ciò che viene scritto sulla carta che viene triturata. Quindi, mentre la decisione spesso ottiene la fatturazione superiore, è il processo decisionale che determina il successo o il fallimento nel lungo periodo. In questo modo, ciò che senti è meno importante di come gestisci i sentimenti. Quello che bevi è meno importante di come gestisci l'alcol. Il tuo partner specifico è meno importante di come gestisci le relazioni.

La salute mentale stessa è, alla fine della giornata, un processo di negoziazione del nostro commercio con il mondo. Non è una cosa che hai o non hai, ma come fai per avere e non avere cose. I medici ottengono spesso più informazioni su un cliente sintonizzando su come il cliente parla piuttosto che su ciò che dice l'individuo. La stessa frase ("Lo amo") può essere pronunciata amorevolmente, appassionatamente, chiaramente, disperatamente, cinicamente o amaramente. Il significato delle parole (contenuto) sarà deciso dal tono con cui sono state pronunciate (processo). Una buona salute mentale richiede che ci occupiamo dei nostri processi.

9. Trascurare la concentrazione dell'attenzione.

La qualità della tua esperienza e del tuo giudizio è ampiamente influenzata da dove tieni la mente. In questo momento molti stimoli interferiscono con i tuoi sensi; molte cose esistono intorno a te – stanno succedendo intorno a te – che non si registreranno a meno che tu non rivolga la tua attenzione su di loro. Il modo in cui viviamo e ricordiamo un evento dipende da quale parte di esso ci occupiamo. Il nostro focus attentivo è come un cerchio di luce proiettato da una torcia nell'oscurità: illumina una parte dell'ambiente mentre aiuta ad oscurare le altre parti. Quindi, il tuo successo nella navigazione dell'ambiente dipende in modo cruciale da dove punti la tua luce.

Questa stranezza della nostra architettura mentale di base non può essere eliminata, ma può essere gestita con consapevolezza e persino trasformata in forza. Puoi filtrare le distrazioni scegliendo di concentrarti intensamente su ciò che è significativo e importante per te. Questa è la nozione dietro la frase: "Tieni gli occhi sul premio". Puoi anche cambiare la tua esperienza in una situazione concentrandoti su diversi aspetti di essa. Mentre guidi, decidere di concentrarsi sulla strada ridurrà le probabilità di un incidente. Durante il sesso, spostando l'attenzione dai tuoi pensieri ansiosi ("Sono meglio del suo ex?") Ai segnali di eccitazione ("La sua pelle liscia è così morbida al tatto") migliorerà le prestazioni e la soddisfazione.

Quando sei sotto stress, concentrandoti su ciò che puoi cambiare, piuttosto che su ciò che non puoi, migliorerai la tua capacità di far fronte ed essere resiliente. L'attenzione attenta è una risorsa preziosa e uno strumento potente che possiamo esercitare nel nostro sforzo di creare e sostenere salute e benessere. Eppure molti di noi non si allenano mai a usarlo e permettiamo alla nostra attenzione di essere facilmente dirottati dal rumore ambientale o manipolati da attori esterni per i loro programmi. Una buona salute mentale richiede che ci concentriamo sulla nostra attenzione per comportarci, attendere pazientemente e andare a prendere, piuttosto che lasciarlo vagare per sgranocchiare i mobili, fare pipì sul pavimento e minacciare i bambini del vicinato.

10. Cerco la perfezione rispetto alla competenza e alla maestria.

Un mio amico clinico che lavorava con i perfezionisti usava dire ai suoi clienti: "Tutto ciò che vale la pena di fare è degno di essere assaporato." Questo sentimento non era popolare tra i suoi clienti, tuttavia aveva un punto: il perfezionismo è seducente perché offre un e alibi esterno. Possiamo dire a noi stessi e ai nostri amici che la ragione per cui siamo soli è perché stiamo cercando il partner perfetto; il motivo per cui non abbiamo inviato il nostro manoscritto è perché non è ancora del tutto "lì" e il motivo per cui non abbiamo preso una decisione è perché stiamo cercando il momento perfetto per farlo.

In effetti, il perfezionismo equivale a un modello mentale in bianco e nero che non si adatta bene alla realtà, che traffica nei toni del grigio. Poiché gli sforzi umani non sono mai perfetti, il sistema di perfezione o sfacelo rende impossibile il successo. Un tale sistema tradisce una paura, se spesso inconscia, del successo. Invece di cercare la perfezione, è meglio cercare la competenza e oltre, la maestria. I veri maestri sono spesso distinti dalla loro acuta consapevolezza della propria ignoranza. Questo riconoscimento, tuttavia, spinge coloro che cercano la maestria nel fare, piuttosto che sopraffacendoli in una paralisi, dove spesso i perfezionisti si soffermano.

Dopo aver ricevuto un Oscar onorario nel 1990 per tutta la vita del film rivoluzionario, Akira Kurosawa, considerato uno dei più grandi registi del XX secolo, ha dichiarato: "Non sento di aver capito il cinema … ma quello che prometto è che d'ora in poi lavorerò più che posso per fare film e magari seguendo questa strada riuscirò a capire la vera essenza del cinema ".

11. Errori di auto-cura per l'egoismo e assertività per l'aggressività.

Le istruzioni per la sicurezza del volo consigliano sempre, in caso di emergenza, di indossare la propria maschera di ossigeno prima di aiutare gli altri. Sembra egoista. Non dovresti prima mettere la maschera sul viso del tuo bambino indifeso? Le persone comunemente confondono la cura di sé con l'egoismo. I due, tuttavia, non sono la stessa cosa. L'egoismo denota una mancanza di interesse per gli altri. L'auto-cura giova agli altri perché ti aiuta a rimanere intatto e funzionale e quindi utile nelle interazioni con gli altri. Per te non partecipare alla cura della tua anziana madre può essere egoista, ma per te prendersi una pausa dal prendersi cura di tua madre per riposare e ringiovanire è cura di sé, ed è anche vantaggioso per tua madre. Non puoi accendere una candela da una partita spenta. Per diffondere la tua luce, devi prima proteggerla, vigile.

Una confusione correlata è tra aggressività e assertività. Per me fare un passo sulla tua testa senza permesso è aggressivo. Per me insistere sul fatto che non calpesti la mia testa senza il permesso è assertivo. L'aggressività comporta l'usurpazione del territorio violando i confini. L'assertività implica la condivisione del territorio tracciando confini chiari e giusti. L'aggressività cerca di prendere i diritti. L'assertività cerca pari diritti. La nostra salute mentale prospera quando ci prendiamo cura di noi stessi e siamo assertivi con gli altri.

12. Sottovalutare l'importanza dell'azione.

Menzione "suono salute mentale" e l'immagine evocata nella mente di molte persone è probabilmente l'immagine di una mente non decifrata. Dopotutto, è dove risiedono i fenomeni mentali. Tuttavia, in un modo fondamentale che la scienza sta solo iniziando a capire, mente e corpo sono un unico sistema integrato. La nostra architettura psichica interna è intimamente legata al nostro sé fisico incarnato, e il legame è reciproco. Nello stesso modo in cui il linguaggio descrive e crea la nostra realtà, l'azione manifesta e modella il nostro stato mentale. I nostri atteggiamenti influenzano ciò che facciamo, ma ciò che facciamo influenza anche i nostri atteggiamenti. In effetti, il modo migliore per cambiare il modo in cui ti senti è quello di cambiare il modo in cui agisci . Pensare a come ti senti ogni giorno senza pensare a quello che fai ogni giorno è quindi fuorviato. Per parafrasare da Vinci, una buona salute mentale richiede che non ci sieda e aspettiamo che le cose accadano a noi, ma che usciamo e accadiamo alle cose.

Solutions Collecting From Web of "Controlla te stesso: comuni errori di salute mentale"