Consumo e Disposable

Monouso: progettato o in grado di essere gettato via dopo essere stato utilizzato o consumato. (dictionary.com)

L'ultima soluzione rapida dell'America: relazioni romantiche usa e getta.

Le relazioni sono stressanti. A volte i periodi difficili o gli eventi stressanti sporadici si sentono interminabili per uno o entrambi nella relazione. Aspettarsi la soddisfazione totale, la perfezione o l'essere in costante modalità di "spirito affine" con il tuo altro significativo, è irragionevole e psicologicamente immaturo. È più facile apportare modifiche e sostituzioni, ad esempio passare il dito su un'app di appuntamenti piuttosto che esplorare e scoprire cosa fa male o cosa può essere migliorato tra la coppia. 'Troppo lavoro' è la base logica per la decisione di andare avanti. Il passatempo preferito è "What's next?" O "Who's next?" Chi potrebbe essere la prossima soluzione rapida a qualunque problema?

La maggior parte delle persone non pensa o dichiara coscientemente: "Chi posso usare o cosa posso prendere da loro per sentirmi meglio, più in controllo o felice?" La cultura americana si è convinta che la vita è breve, quindi perché perdere tempo. Passare rapidamente al momento del malcontento o della delusione è lodato mostrando una buona autostima piuttosto che, più appropriatamente, un atto di immaturità o peggio, egocentrismo e narcisismo.

Sì, i disordini alimentari sono diffusi nella nostra cultura e in altri paesi occidentali e in via di sviluppo. Tuttavia, sembra che proprio come il cibo continua a essere ricercato come mezzo per lenire emotivamente, usando le persone come oggetti che possono "funzionare" anche nel tentativo di sentirsi meglio. Noi "usiamo" (cioè sostanze, cibo, sintomi, persone) per sentirci in controllo, calmati e stimolati. Il piacere momentaneo si ottiene attraverso la manipolazione; il comportamento egoista è razionalizzato. L'accessibilità ai potenziali "partner" ha aumentato la varietà dell'ultimo sapore del club del mese. Ci stai?

App di hook-up, il nuovo disturbo alimentare?

Cosa può fornire un sollievo migliore di una pizza o mezzo litro di gelato decadente? Risposta: una data. Connettiti su un'app di hookup, meetup, ingestione temporanea dell'idealizzazione, succhia e poi butta su e fuori (ovvero disfati rapidamente della persona e delle informazioni di contatto).

Che cosa può fornire un maggiore controllo rispetto alla limitazione del mangiare con il relativo mantra percepito competitivo di "Io sono migliore, perché non mangio o mangio di meno?"
Risposta: esca qualcuno su, diciamo, Tinder e poi scartalo quando appare la prossima faccia 'appetitosa'.

Le persone con disturbi alimentari, in particolare quelli che soffrono di bulimia, abbuffano e si spurgano in genere sul cibo. L'abbuffata è una rappresentazione di riempire, avere tutto ciò che è desiderato o desiderato ed è allo stesso tempo psicologicamente eccitante e rilassante. Lo spurgo rappresenta l'eliminazione di ciò che non è accettabile, vale a dire il disprezzo di sé, l'insoddisfazione, la negatività.

È vero che alcune persone, in particolare quelle sotto i 35 anni, hanno incontrato l'amore della loro vita o almeno una persona affidabile su Tinder. Inoltre, la semplicità delle app di collegamento consente un minore contatto faccia a faccia che può essere utile, in particolare per chi soffre di ansia sociale. D'altra parte, i social media aggirano anche la possibilità di spendere tempo di qualità, su cui si basano le relazioni.

La nuova attività di abbuffata ed eliminazione può essere app di hook-up. Il clic del colpo è l'abbuffata. Connettere, chattare e quindi eliminare la persona (prima o dopo aver incontrato o senza collegamento fisico) è la purga. Molte persone sembrano farlo.

Che cosa spinge il bus proverbiale a comprendere la motivazione dietro i disturbi alimentari e l'uso incessante e coinvolgente dei siti di incontri online? Cultura? Media? Famiglia? Biologia? Ognuno offre un'opportunità di analisi.

Come ho scritto in più di alcuni post, essendo cresciuto con sicurezza emotiva e fisica, la fiducia, il rispetto, l'onestà e l'empatia creano un'infrastruttura in un individuo che è una forza stabilizzante quando i fattori esogeni incidono cioè le sfide relazionali e traumatiche della vita e ogni giorno crisi. Autosufficienza abbondante o anche sufficiente, autostima e insicurezza sono i risultati di una solida infrastruttura e sono una spada potente quando i tempi si fanno difficili.

I fallimenti narcisistici e le personalità narcisistiche sono più diffuse in quanto la vita diventa più esigente e le famiglie hanno un tempo limitato per essere disponibili emotivamente e cercano attivamente di mantenere le loro relazioni reciproche. I genitori hanno uno stress maggiore e lottano per trovare un tempo qualitativo o sono ostacolati nella loro capacità di una sana connessione e attaccamento verso i loro figli. La costruzione di infrastrutture scarseggia. La sicurezza e la fiducia sono quindi compromesse e la capacità di empatia o anche la risposta empatica occasionale viene sostituita dal cercare attenzione, manipolazione per il proprio guadagno e necessità immediata di gratificazione o piacere. Questi sono i semi che contribuiscono alla coltivazione dei disordini alimentari e costituiscono un'arena per il sito di ritrovo alla ricerca di avventure.

I contributi di DW Winnicott nel campo della psicoanalisi moderna, continuano a essere citati in molte pubblicazioni accademiche e laiche, in particolare il concetto di "Falso Sé".

"Gli individui che operano dalla posizione del Sé Falso in genere sperimentano difficoltà maggiori del solito nel connettersi agli altri e nel formare relazioni significative. Il risultato è spesso una sensazione di vuoto, come se al centro della persona esistesse un enorme vuoto. La persona potrebbe anche avere l'impressione che lui o lei "non sono realmente viventi" o "sonnambuli attraverso la vita" (modernpsychoanalysis.blogspot. de) (JG Hennessy, 2006)

La ricerca di relazioni su Tinder è spesso un ossimoro. La gratificazione emotiva e l'euforia dell'umore di Tinder permettono a molti di sospendere per un po 'i sentimenti di vuoto attraverso il riempimento narcisistico del dito sfiorato. Questo non costituisce la costruzione di relazioni.

Il concetto di falso sé può avere altre implicazioni per i pazienti con disturbi alimentari. Ho scritto in un precedente PT Post che forse il disturbo alimentare rappresenta il "Vero Sé". Questa è la rabbia proiettata sul corpo attraverso l'atto del vomito, è in realtà il sentimento nascosto e vero della persona con il disturbo alimentare. Il disturbo alimentare è utilizzato in questo senso come il veicolo per esprimere la sua rabbia inconscia e insoddisfazione e i sintomi agiscono per controllare e separare dagli altri, in genere i membri della famiglia. Viceversa, seguendo l'intento originario del "Falso Sé", il disturbo alimentare è una manifestazione del "Falso Sé" che protegge la vulnerabilità del "Vero Sé" nascosto sotto il disturbo alimentare.

Sia che si esplorino le motivazioni dietro le quali gli individui ricercano disturbi alimentari o applicazioni di hook-up, anche in questo caso si pongono domande simili. Ciò che spinge le proprie motivazioni consce e inconsce a impegnarsi nell'esplorazione al di là e al di sotto di comportamenti e sintomi. Non è un'impresa facile in una cultura che glorifica soluzioni rapide; cioè avere più o diversi o migliorati è in qualche modo migliore e più appagante. Nessun alimento o uso di una persona come oggetto può riempire vuoti quando la cura richiede sedersi e identificare i sentimenti, comprendere le motivazioni, affrontare la tristezza e le paure sull'amore e sulla perdita. Concetti semplici; difficile per alcuni (molti?) da impiegare.

Solutions Collecting From Web of "Consumo e Disposable"