Consulenza per l'infertilità: come iniziare

Dalla recente pubblicazione del mio libro When You're Not Expecting, molte persone mi hanno contattato per chiedere dell'esperienza di consulenza: come sapere quando il counseling è un buon "passo successivo", come accedere a un consulente esperto di problemi di infertilità, cosa i costi possono essere coinvolti e cosa aspettarsi dall'esperienza di consulenza. Il filo conduttore che sembra essere presente in queste conversazioni è "Dal momento che mi sento come se impazzire, il counseling potrebbe essere di qualche aiuto?"

Queste sono domande molto importanti. Dato che ho fornito consulenza a centinaia di coppie e individui alle prese con l'infertilità, conosco fin troppo bene i tipi di ostacoli che possono impedire alle persone di cercare aiuto per la ricaduta emotiva dell'infertilità. Nelle prossime settimane dedicherò diversi post di blog a varie dimensioni di consulenza sull'infertilità. Oggi inizieremo con come iniziare in questo processo.

Innanzitutto, penso che i lettori sarebbero d'accordo con me sul fatto che l'esperienza dell'infertilità sia piena di stress. Chi dire, quanto dire, come affrontare il mondo fertile, come comunicare con i propri cari e gli operatori sanitari, come destreggiarsi tra trattamenti e vita personale e, soprattutto, come sopportare l'interminabile attesa. Questa lista potrebbe essere molto più ampia, ma ti viene l'idea: non ci vorrà molto perché l'infertilità diventi una forza dominante nella tua vita. E questa è un'esperienza per cui probabilmente non hai avuto preparazione. Questa è anche un'esperienza per la quale ti manca una road map, quindi in futuro ci sarà una paura dell'ignoto e se avrai la forza emotiva di emergere incolumi dal viaggio di infertilità.

Chiunque sia stato sterile per un qualsiasi periodo di tempo sarà pronto a dire che l'esperienza ti cambia. La domanda che vorresti porsi è: a che punto in questo processo vuoi cercare un consulente per aiutarti a far fronte in modo più efficace agli inevitabili stress? Sapendo che l'infertilità ti cambierà, vuoi un consigliere al tuo fianco per aiutarti a trovare nuovi modi per gestire il presente e per pensare al futuro? E vedi il counseling come qualcosa per te, o il tuo partner è anche interessato a essere coinvolto?

Dal momento che mi sembra di essere un credente nel tenere un dito sul proprio polso emotivo, vorrei innanzitutto incoraggiarti a discutere con il tuo partner su come ognuno di voi sta affrontando lo stress della propria infertilità. Quali sono questi stress per ognuno di voi? Cosa trovi difficile discutere tra loro? Quali sono le tue peggiori paure riguardo al modo in cui l'infertilità ti colpisce? Quali fonti di supporto hai? E probabilmente ci saranno altre domande che entreranno nelle tue conversazioni una volta che inizi questa procedura. Se ti trovi a parlare abbastanza apertamente e onestamente con un certo grado di speranza, allora puoi darti dei voti alti per l'empatia e la consapevolezza di sé. Dovresti valutare da solo se eventuali problemi ti causano dolore emotivo e, in caso contrario, ci sono diverse opzioni da considerare. In primo luogo, continua a mantenere una comunicazione aperta con il tuo partner su questi argomenti. Un altro è quello di unirsi a un gruppo di supporto per l'infertilità locale. Il sito Web di RESOLVE http://www.resolve.org/ elenca i gruppi di supporto per regioni negli Stati Uniti e l'Associazione per la consapevolezza dell'infertilità del Canada (IAAC) http://www.iaac.ca/ fa altrettanto per il Canada. Inoltre, molte comunità hanno i propri gruppi di supporto guidati da pari. E, inoltre, molte cliniche per l'infertilità offrono gruppi di supporto per i loro pazienti. Una terza opzione è quella di prendere un appuntamento iniziale con un consulente per l'infertilità; questo ti darà l'opportunità di verificare se si tratta di qualcuno con cui ti senti a tuo agio e con chi credi di poter comunicare sulle difficoltà quando si presentano. Darà al consulente un'opportunità di vedere te e il tuo partner in un momento in cui stai gestendo bene. Darà a tutti voi l'opportunità di discutere la probabile disponibilità futura del counselor, nonché le pratiche che dovete conoscere: tasse, copertura assicurativa, durata delle sessioni (in genere 50 minuti), se il consigliere ha una preferenza per lavorare con individui o coppie, ecc. Se questa visita non ti fa sentire come se questo consigliere fosse la persona con cui ti piacerebbe lavorare in futuro, quindi continua la tua ricerca fino a trovare qualcuno in cui hai più fiducia. Aspettare una crisi non è il modo di perseguire questa ricerca.

Quindi, cosa succede se la tua conversazione con la persona amata è piena di paure, dubbi, lacrime o apprensioni su almeno alcuni degli argomenti che stai discutendo? Questo mi suggerirebbe che almeno uno di voi stia male, almeno uno di voi si sente inadeguato o confuso su come lenire il proprio partner, e almeno uno di voi si sente emotivamente sopraffatto a un certo livello. Se questo significa che raramente discuti questi problemi l'uno con l'altro (di solito per paura che le lacrime diventino torrenti), o che tu stia spesso cercando un conforto che non può essere raggiunto dal tuo partner da solo, questi sono segnali che hai bisogno di più supporto emotivo di quello che stai ricevendo.

I consulenti sono abituati ad avere clienti che sono in lacrime durante la loro prima visita, che dicono "Penso che sto impazzendo!" Per introduzione, e che sono alla ricerca di capacità di coping che li sfuggano nel mezzo della loro infertilità. Quindi, se la descrizione in questo paragrafo ti sembra familiare, le tue opzioni includeranno informazioni sulla possibilità che la tua clinica per l'infertilità o la pratica del medico possano fornirti o indirizzarti a servizi di consulenza sull'infertilità. Se la risposta è no, allora dovrai fare del lavoro investigativo nella tua comunità per localizzare un consulente. Le risorse per aiutare con questo possono includere l'assistente sociale medico in un ospedale di zona, il leader religioso, eventuali amici infertili in cui si sono confidati, così come le inserzioni che possono apparire sui siti web di RESOLVE o IAAC. Anche contattando un numero elencato sotto "servizi di salute mentale" nelle pagine gialle o consultando i consulenti per l'infertilità con il nome della tua città potresti ottenere un numero di contatto che potrebbe dare risposte alle tue domande sull'esistenza di consulenti per l'infertilità nella tua comunità. Questo può richiedere tempo e pazienza, ma vale la pena se ti connetti con qualcuno che ti può aiutare con i carichi emotivi che stai trasportando.

Alcuni individui o coppie sono così consumati dalla tristezza e dalla depressione che potrebbe richiedere un'emergenza per scuotere loro e le persone care nel riconoscere la profondità del loro dolore. In queste circostanze, quando l'incapacità di funzionare o un gesto suicida sono chiari segnali di emergenza, il percorso per aiutare deve essere più immediato. Ecco quando una valutazione iniziale da parte di uno psichiatra è un primo passo importante, con la probabilità di un rapido follow-up da parte di un professionista della salute mentale. Il contatto iniziale può avvenire tramite una telefonata alla clinica locale di salute mentale dove richiedi con fermezza un appuntamento immediato (quello stesso giorno) o, in caso di esito negativo, un viaggio al pronto soccorso del tuo ospedale dove dovrebbe essere effettuata una valutazione psichiatrica a disposizione. È molto più importante ottenere servizi immediati in caso di crisi e, in ultima analisi, conoscere le risorse di consulenza nella propria comunità una volta che la crisi iniziale è stata affrontata.

Quindi, molto brevemente, lascia che ti parli un po 'dei diversi tipi di consulenti (alcuni si riferiscono a se stessi come terapeuti), inclusi i loro titoli e il loro addestramento:

Gli psichiatri, che sono medici, possono offrire diagnosi di salute mentale e possono scrivere prescrizioni per ansia, depressione e altre condizioni. È importante informarsi dello psichiatra e del farmacista sugli effetti di qualsiasi farmaco prescritto su un feto in via di sviluppo. Alcuni psichiatri offrono consulenza, ma è più probabile che uno psichiatra ti rimandi a uno dei professionisti elencati di seguito.

Gli psicologi, che hanno un master e spesso un dottorato, non possono prescrivere farmaci. Hanno esperienza di consulenza acquisita attraverso la loro formazione, stage e esperienza clinica post-laurea.

Gli assistenti sociali, che hanno una laurea specialistica, hanno acquisito le loro competenze di consulenza attraverso la supervisione clinica durante gli stage e possibilmente esperienza post-laurea. Gli assistenti sociali hanno spesso competenze nella consulenza individuale e familiare, promuovendo la comunicazione di coppia, affrontando problemi di perdita, di sostegno e aiutando i clienti a trovare risorse comunitarie adeguate.

I terapeuti del matrimonio e della famiglia, che hanno conseguito un master, hanno acquisito le loro competenze di consulenza attraverso la supervisione clinica durante i tirocini e possibilmente esperienza post-laurea. Forniscono consulenza individuale, consulenza di coppia e consulenza familiare.

È possibile che uno qualsiasi dei consiglieri sopra elencati, con licenza nel loro stato di residenza, possa avere diritto a ricevere il rimborso assicurativo per la fornitura di servizi. Ciò differisce in ogni località e una chiamata al tuo assicuratore dovrebbe essere in grado di determinare se il counselor è considerato un fornitore nel loro sistema. Se il denaro presenta una barriera, ci sono diverse opzioni che puoi perseguire. Puoi chiedere a un consulente se può offrirti una tariffa a tariffa scorrevole (questo significa che le tasse saranno flessibili a seconda delle circostanze finanziarie). Se i singoli consulenti nella vostra zona non possono offrire questa flessibilità, a volte i consulenti di agenzia (presso i servizi per la famiglia e i servizi per i bambini e la salute mentale) possono offrire una tariffa a tariffa scorrevole. Se nessuna di queste opzioni dovesse essere disponibile, suggerirei una conversazione molto aperta con il vostro consulente su un piano di pagamento parziale iniziale, con un piano di rimborso integrato. Un'altra opzione potrebbe essere quella di vedere il consulente meno frequentemente rispetto a quella settimanale, con conseguenti costi minori.

So che per tutti i lettori che hanno guardato il mio titolo di "iniziare" e che si aspettavano di sfrecciare attraverso questo blog, potresti sentirti come se ci fosse molto da fare in questo processo. Ma ricorda, quello che ho cercato di fare qui è di descrivere il processo in modo sufficientemente dettagliato in modo che tu possa vedere le tue circostanze nelle opzioni che sto presentando. Quindi, in verità, non è necessario digerire tutto nel blog di oggi, solo le parti che si applicano a te.

E mentre digiuni, menzionerò che il mio libro offre consigli terapeutici alla fine di ogni capitolo. Quindi, mentre stai valutando se / quando cercare un consulente, potresti trovare che il libro ti aiuta a familiarizzare con il processo di apprendimento delle capacità di coping e di comunicazione nel corso del viaggio per l'infertilità. Nel mio prossimo blog rivedrò ciò che puoi anticipare dall'esperienza di consulenza, in modo che tu possa sentirti più familiare con cosa aspettarti.

Solutions Collecting From Web of "Consulenza per l'infertilità: come iniziare"