Considerando la riconciliazione? Rispondi prima a queste domande

fizkes/Shutterstock
Fonte: fizkes / Shutterstock

L'amore è un continuo viaggio di "rottura e riparazione". La parte di rottura è facile. È la parte di riparazione che richiede i nostri sforzi più profondi. Cercare di riconciliare è coraggioso. È stimolante. E se riesce, è più che vale tutto lo sforzo che potrebbe richiedere. Ma iscriversi a un ottovolante infinito di "più della stessa" non è idea di felicità.

Se tu e il tuo ex state prendendo in considerazione la riconciliazione, prendetevi il tempo per riflettere personalmente sulle seguenti sei domande. Quindi discuterli insieme. Fare così potrebbe farti risparmiare un sacco di dolore e darti un colpo molto migliore per la futura felicità insieme.

1. Cosa ti ha fatto rompere in primo luogo? Ognuno di voi ha posseduto la sua parte in questo? Quale supporto ognuno di voi sta ottenendo per modificare questi modelli? Consenti a te stesso l'opportunità di molte conversazioni difficili e oneste. Altrimenti, aspettati di più, anche se le circostanze esterne sono migliori. Gli schemi negativi e radicati che hai entrambi cablati nella tua connessione torneranno sicuramente in vigore, anche se ora la vita sembra più facile. Mentre c'è speranza e motivazione, crea un piano di gioco su cosa fare quando sorgono i vecchi problemi. Ti incoraggio ad arruolare un aiuto professionale nelle tue discussioni. Per lo meno, chiedi a un praticante di apprezzare entrambi e fidarti dell'attesa dietro le quinte.

2. Esistono dipendenze attive? Se è così, non riconciliare a meno che e fino a quando non vi è estesa sobrietà con ampio sostegno. Dopo decenni di esperienza come psicoterapeuta, mi sono convinto dell'importanza di questa regola.

3. Esistono disturbi psichiatrici non trattati o trattati in modo inadeguato? Se la persona amata non è disposta a ricevere un trattamento adeguato, questo è un rompicapo. Se le sue condizioni non sono gestite in modo corretto, assicurati di averle gestite prima di fare qualsiasi passo serio verso il re-impegno.

4. C'è stato un abuso? Se c'è una storia di abusi gravi, non tornare indietro. Periodo. Se l'abuso è stato più blando e hai buone ragioni per credere che non accadrà di nuovo, non considerare di tornare indietro a meno che tu non stia lavorando a stretto contatto e regolarmente con un abile terapeuta di coppie con una forte esperienza in questo settore. (Nota: la terapia individuale non sostituisce la terapia di coppia in situazioni come questa).

Se vi riconciliate, aspettatevi che gli stessi problemi emergano di nuovo, e siate pronti a fare ciò che prima non potreste ; per dare ciò che non darei l'ultima volta. E ottieni l'aiuto che potresti non aver ottenuto l'ultima volta.

5. Conoscete la differenza tra attrazioni di ispirazione e attrazioni di privazione ? Le attrazioni di ispirazione sono quelle in cui il tuo amore e il tuo desiderio sono alimentati dall'ispirazione. Il tuo partner ti ispira da come ti tratta, o da come cerca di vivere nel mondo? Questo è il tipo di attrazione che può durare.

Al contrario, le attrazioni della privazione sono alimentate dalla necessità di far sì che il tuo ex ti ami fino in fondo e ti tratti bene. Queste attrazioni imitano il vero amore e alimentano uno stato di implacabile bisogno dentro di noi, ma non portano quasi mai ad un futuro di gioia. Naturalmente, tutte le relazioni hanno aspetti sia di ispirazione che di privazione, ma prenditi il ​​tempo per chiedersi se questa relazione è stata essenzialmente un'attrazione di ispirazione. In caso contrario, la riconciliazione potrebbe non essere l'idea migliore.

6. La tua paura dell'intimità blocca il potenziale della relazione? Spesso, fuggiamo compagni che sono buoni, decenti, gentili e disponibili. Ci sentiamo annoiati, o perdiamo il desiderio, o diventiamo quasi irrazionalmente giudicanti, perché, in fondo, abbiamo paura dell'amore. È un fenomeno che chiamo "The Wave" ed è uno dei più grandi sabotatori di buone relazioni. Questo fenomeno può essere innescato dal trauma, dalle sfide relazionali o semplicemente dalla paura che inconsciamente sentiamo quando consideriamo di fare il prossimo passo nel nostro amore.

Harville Hendrix ha detto che in tutte le relazioni, arriva un punto in cui quello di cui hai più bisogno dal tuo partner è la cosa che lui o lei è meno in grado di darti. Dice anche che questo è il modo in cui dovrebbe essere: l'amore duraturo è forgiato proprio qui, attraverso il duro lavoro di creare un nuovo linguaggio condiviso insieme; uno che parla di entrambe le tue gioie, i tuoi bisogni e le tue ferite. Praticare le abilità di ascolto profondo e condivisione profonda. Esercizi come questo possono aiutarti a far crescere le preziose abilità della vera intimità, che sono infine le vere chiavi dell'amore duraturo.

© Ken Page, LCSW 2017. Tutti i diritti riservati.

Clicca qui per saperne di più sul mio lavoro.

Solutions Collecting From Web of "Considerando la riconciliazione? Rispondi prima a queste domande"