Conservatori arrabbiati e liberali sfacciati

I conservatori sono arrabbiati. Sono arrabbiati per il presidente Obama, per le tasse e per le spese governative. Se fosse legale, i conservatori del Tea Party vorrebbero vaporizzare gran parte dell'America Blu.

I liberali non sono arrabbiati, sono disgustati. Sono disgustati dalle infinite domande sulla nascita del presidente Obama, dall'isteria sui "pannelli della morte", sui candidati repubblicani che chiedono la fine della masturbazione. Se fosse legale, i liberali sposterebbero tutta l'America rossa dietro un grande schermo dove le sue buffonate sarebbero meno imbarazzanti.

Se il tono dominante dei conservatori è acuto, il tono dominante dei liberali è saracastico. La posizione filosofica di Rush Limbaugh e Glenn Beck, espressa nel linguaggio del corpo, sarebbe un pugno alzato e una mascella serrata. La posizione filosofica di Stephen Colbert e Bill Maher sarebbe un sopracciglio alzato e un naso rugoso. La copertura arrabbiata di Fox News è diventata il portatore standard della destra. L'ironia e la beffa di Comedy Central sono diventati il ​​portabandiera della sinistra.

I blog di destra odorano di sangue e pistole, violenza e rivoluzione. L'albero della libertà, ci ricordano, ha bisogno di essere rinfrescato dal sangue dei patrioti. Guarda le armi di sinistra, il sorriso sornione di Colbert, la risatina di Maher e le infinite battute sulla stupidità di George W. Bush, Sarah Palin e Christine O'Donnell. Anche gli adesivi per paraurti della destra sono di tonalità grave. Chiedono, "Cosa farebbe Gesù?" Gli adesivi dei paraurti dei loro avversari rispondono, "What Would Scooby Doo?"

Il diritto è convinto che la sinistra sia cattiva. La sinistra è convinta che la destra sia ritardata.

Nelle teorie della cospirazione propugnate dalla destra, Barack Obama non è un idiota ma un intelligente doppio agente il cui scopo è distruggere il capitalismo, il cristianesimo e l'America dall'interno. Se ascolti a sinistra, Glenn Beck e Sarah Palin sono bambini piccoli che hanno messo le mani su bazooka molto grandi e hanno bisogno di sentirsi dire di posare le armi, preferibilmente usando parole con poche sillabe.

Sia la rabbia che il disprezzo hanno profonde radici psicologiche. La rabbia di solito deriva da sentimenti di ingiustizia o tradimento. Il disprezzo è rabbia mista a disgusto. La rabbia e il disprezzo non sono solo emozioni. Sono script che determinano la nostra conversazione politica. Se sei un blogger conservatore, darai la caccia a materiale che mostra che i liberali non sono patriottici e pericolosi, perché il tuo pubblico vuole affermare i suoi sentimenti di fondo. Se sei un liberale, riprodurrai materiale che mostra che i conservatori sono stupidi, perché il tuo pubblico vuole affermare il suo senso di superiorità.

Questa selezione selettiva non sempre avviene in modo consapevole. Proprio come le relazioni interpersonali hanno copioni inconsci che determinano il modo in cui le persone parlano e discutono, così anche la nostra conversazione nazionale segue script che sono più potenti perché sono incoscienti. Quando ci trattiamo male l'un l'altro perché intendiamo comportarci male, sappiamo che stiamo facendo qualcosa di sbagliato. Quando gli script all'interno dei nostri cervelli nascosti ci fanno trattare male gli altri, non ci rendiamo conto che ci stiamo comportando male. Le coppie in difficoltà che vengono al matrimonio i consiglieri sono invariabilmente cieche a come i loro copioni interni stanno aiutando a produrre i problemi che segnano le loro vite quotidiane. Se l'America conservatrice e l'America liberale si sposassero l'una con l'altra, questa relazione avrebbe un lato indossare una tuta, scia birra e urlare tutto il tempo, mentre gli altri cappuccini sorseggiavano, leggeva The New Yorker e fingevano che non potesse sentire una parola .

Se la ricerca sul matrimonio fosse una guida per la politica, potremmo dire che le sceneggiature di destra e di sinistra danneggiano tutti noi e che la sinistra potrebbe danneggiare maggiormente la relazione rispetto alla destra.

Negli ultimi decenni, il campo della ricerca sul matrimonio è stato modificato da un paradigma noto come i Quattro Cavalieri dell'Apocalisse. Inventato dal ricercatore del matrimonio John Gottman, il paradigma suggerisce che le relazioni disfunzionali spesso hanno quattro marcatori: critica, disprezzo, difesa e stonewalling.

La critica è rabbia espressa. Pentole e padelle rotte e relazioni abusive spesso seguono. Ma Gottman e altri hanno scoperto che mentre il disprezzo può sembrare più dignitoso della rabbia, è il singolo migliore predittore di un imminente divorzio. Di tutti i cavalieri, è il peggiore. Gli esseri umani, si scopre, vivranno con occhi neri e lividi prima di vivere con mancanza di rispetto e disgusto. Dire a qualcuno "Mi fai incazzare" non è così male come dirgli: "Mi respingi".

Le coppie nella terapia matrimoniale hanno invariabilmente molte prove per giustificare i loro sentimenti. Se si potesse trasportare l'America liberale e conservatrice in un ufficio di consigliere, la sinistra produrrebbe un sacco di prove che dimostrano che il conservatorismo è regolarmente anti-intellettuale quando si tratta di questioni relative all'evoluzione o al cambiamento climatico globale. Sarah Palin ha davvero dimostrato una conoscenza limitata degli affari esteri durante le elezioni del 2008. George W. Bush ha davvero detto "errata stima". I conservatori direbbero al consulente di come i liberali sono sempre lenti nel vedere minacce alla sicurezza nazionale, sempre "incolpando l'America" ​​e sempre pronti a sostenere istituzioni internazionali come l'ONU e la Corte internazionale di Giustizia.

Ciò che le coppie apprendono nel counselling è che le loro visioni contrastanti sono precise, ma accurate nel modo in cui le caricature sono accurate. Mancano sfumature e non riescono a vedere come i diversi sogni sottostanti spingono ogni parte a valutare le cose in modo diverso. Sicuramente una personalità sottostante e un'educazione diversa hanno molto a che fare con il desiderio tra tanti liberali di vedere un presidente che è, prima di tutto, intelligente, e il desiderio tra tanti conservatori di avere un presidente che è, prima di tutto, un patriota ?

Sarò il primo ad ammettere che il matrimonio non è un'analogia ideale per la politica. L'America liberale e conservatrice non ha bisogno di amarsi l'un l'altro perché il paese funzioni. Devono solo andare d'accordo. E non è come se le complesse emozioni che i liberali e i conservatori sentono possano essere divise in modo semplicistico in un lato-è-sempre-arrabbiato e l'altro-è-sempre-sprezzante. I liberali sono spesso arrabbiati ei conservatori sono regolarmente sprezzanti. Ma come liberali e conservatori portano le loro marce in guerra a Washington quest'autunno – chiedendo, alternativamente, un ritorno all'onore e un ritorno alla sanità mentale – è abbastanza chiaro che la ricerca sul matrimonio ha qualcosa di utile da raccontare sui nostri copioni inconsci.

Come può un paese funzionare quando i conservatori vogliono costantemente mostrare ai liberali la luce – e i liberali vogliono costantemente mostrare ai conservatori la porta?

Shankar Vedantam è l'autore di The Hidden Brain: come le nostre menti inconsce eleggono presidenti, mercati di controllo, guerre salariali e salva la vita. Maggiori informazioni su www.hiddenbrain.org e www.facebook.com/hiddenbrain .

Solutions Collecting From Web of "Conservatori arrabbiati e liberali sfacciati"