Consapevolezza, Yoga, Respirazione: utile, ma non in turbolenza

Con la stagione delle vacanze su di noi, gli articoli vengono visualizzati sul web con suggerimenti per volantini impauriti, Anche se destinati a essere utili, i consigli inadeguati mettono le persone in errore.

Esercizi correttamente usati, Mindfulness, Yoga o Respirazione ci mettono maggiormente in contatto con la realtà interiore ed esteriore. Fanno il contrario se usati male. Quando vengono usati impropriamente come distrazione, diventano un modo per evitare la consapevolezza sia del nostro mondo interno che di quello esterno. Il tentativo di non essere a conoscenza del volo è un set-up per guai. Quando inizia la turbolenza, la distrazione finisce. Non importa quanto rilassato o distratto possa essere un passeggero, quando l'aereo cade, l'amigdala rilascia ormoni dello stress. Se impreparati a provare i sentimenti causati da questi ormoni dello stress, possono scaturire paura, panico o persino terrore.

Preparazione intellettuale

Quando gli ormoni dello stress causano allarme, l'aliante ansioso deve rifiutare l'idea che questi sentimenti significino pericolo. Quando inizia la turbolenza, ricorda:

  • la turbolenza non è mai una minaccia per la sicurezza dell'aereo
  • quando l'aereo trema, indipendentemente da ciò che si possa immaginare, scuotere significa nulla
  • i passeggeri che indossano le cinture non sono mai feriti dalla turbolenza
  • l'aereo è tenuto saldamente dall'aria che, a causa della velocità dell'aereo, è come Jell-O. Vedi http://www.fearofflying.com/free-video/jello-exercise.shtml

Preparazione psicologica

Prima del volo, impostare una risposta automatica calmante al rilascio dell'ormone dello stress.

  • Mentre attraversi la tua giornata, cerca il primo segnale che gli ormoni dello stress siano stati rilasciati. Cerca un cambiamento nella frequenza cardiaca, tensione del corpo o sentirsi allertato.
  • Ricorda subito un amico con cui ti senti completamente a tuo agio. Ricorda il loro viso, la voce e il linguaggio del corpo. Fai finta di sentirli dire qualcosa di rassicurante per te. Fai finta di darti un tocco calmante. Praticando questo, la presenza psicologica del tuo amico ti calmerà di riflesso quando si verifica l'eccitazione.

Puoi in parte desensibilizzare l'amigdala a cadere. Vai con un amico ad alcune scale. Sali sul primo passo insieme. Girati e guarda il pavimento. Sul primo gradino, il pavimento è sette pollici sotto di te.

Metti un braccio intorno alla vita del tuo amico. Falli mettere loro intorno alla vita. Con un punteggio di tre, salta insieme al pavimento. Tu e il tuo amico sarete a mezz'aria per circa un decimo di secondo. Durante quel periodo, sei in caduta libera, una condizione a zero G a cui l'amigdala reagisce normalmente in quanto caduta. Ma, reciprocamente abbracciato, l'amigdala "ripenserà" la sua reazione. Fatelo alcune volte il giorno o il giorno prima, il volo in modo che sia fresco. Ripeti prima del tuo volo di ritorno.

Preparazione scientifica

Scarica l'app gratuita all'indirizzo http://www.fearofflying.com che ha un sensore di forza g che monitora la turbolenza e dimostra che non è in alcun modo una minaccia per te o per l'aereo.

Se è necessario ulteriore aiuto, che spesso accade se traumatizzato da un volo precedente, mandami una email a tom@fearofflying.com